Funerali Gigi Proietti: l’ultimo saluto di Raggi e Veltroni al celebre attore

Roma, l’ultimo saluto a Gigi Proietti è avvenuto nella Chiesa degli Artisti. A rendergli omaggio anche il Sindaco Virginia Raggi e l’ex primo cittadino Walter Veltroni. Il loro tributo al celebre e intramontabile attore.

Virginia Raggi, videomessaggio del Sindaco al funerale di Gigi Proietti (Getty Images)
Virginia Raggi, videomessaggio del Sindaco al funerale di Gigi Proietti (Getty Images)

Roma piange un altro suo simbolo che se ne va, la Città Eterna ha salutato Gigi Proietti per l’ultima volta in un corale arrivederci finale: tanti colleghi ed amici al funerale che si è tenuto presso la Chiesa degli Artisti a Roma. Anche parecchi politici a rendergli omaggio, perché il celebre e intramontabile mattatore ha sempre dimostrato interessamento e impegno sociale.

A maggior ragione veniva – e viene – portato in palmo di mano anche oggi che la sua città natale e l’Italia tutta gli ha regalato l’ultimo applauso. Toccante il commiato di Virginia Raggi, il Sindaco di Roma, non avendo potuto partecipare direttamente alla cerimonia funebre (la prima cittadina è positiva al COVID-19), ha inviato un video messaggio.

Funerali Gigi Proietti: l’omaggio di Raggi e Veltroni al grande attore

Walter Veltroni, il saluto dell'ex Sindaco a Gigi Proietti (Getty Images)
Walter Veltroni, il saluto dell’ex Sindaco a Gigi Proietti (Getty Images)

Queste le sue parole per un’icona senza tempo: Quando la pandemia finirà, Proietti avrà il tributo che merita. Oggi Roma prova a restituirgli un po’ dell’amore che tanto ha dato lui nel corso della propria carriera interpretativa. Quando è venuto in Campidoglio, eravamo tutti incantati. Roma ha perso una parte della propria anima.

Le fa eco un altro rappresentante politico della Capitale: Walter Veltroni. Ex Sindaco di Roma, molto legato a Gigi Proietti con cui ha conservato un rapporto in grado di sfiorare la sincera amicizia. “Quanto dolore e quanto stupore può creare nel cuore di milioni di persone l’uscita di scena di un attore? Mi è capitato di dire, in questi giorni così tristi, che Roma con la perdita di Gigi Proietti ha un Colle in meno ed è vero perché, se oggi fosse stato un giorno qualunque, senza la pandemia, a rendere omaggio a Proietti ci sarebbe tutta la città”.

La perdita dell’attore lascia un vuoto enorme, ce ne rendiamo conto – forse – un po’ di più quando possiamo scorgere la fragilità in personalità politiche di spessore. Sempre e comunque abituate alla compostezza che, oggi, 5 novembre, hanno lasciato cadere pubblicamente una lacrima. Insieme a quella, un pezzo di cuore è venuto via. Lo stesso che Gigi Proietti ha custodito negli anni e continuerà a fare chissà dove.