Come sostituire la pasta di grano: scopri le alternative

Come sostituire la pasta
Foto:Pixabay

Come si può sostituire la pasta di grano a tavola? Quali possono le valide alternative? Scopriamolo insieme.

Come sostituire la pasta
Foto:Pixabay

La pasta un alimento a cui nessuno sa rinunciare, condita con del pomodoro fresco o con dei legumi. Quando si parla di pasta di solito si generalizza, infatti si fa riferimento a quella di grano, ma non è l’unica. Basti pensare che si può portare a tavola anche pasta senza glutine, ai cereali e integrali.

La scelta spesso ricade su quella di grano o senza glutine se si ha un’intolleranza al glutine, ma talvolta si opta per una pasta non di grano se si vuole un piatto più leggero e salutare.

Ci sono diverse alternative alla pasta di grano, che sono altrettanto gustose e appaganti, che si possono condire come preferite con legumi, verdure e ortaggi.

Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi alcune indicazioni su valide alternative alla pasta di grano.

Come sostituire la pasta di grano

Come sostituire la pasta di grano
Pasta alternativa Foto:Pixabay

La pasta si sa che per alcune persone è un alimento a cui non si può rinunciare, non può mancare a tavola. Condita con del semplice pomodoro, olio extra vergine di oliva e del basilico fresco, portate a tavola un piatto squisito.

Ma come si può sostituire la pasta di grano duro? Ecco le valide alternative.

La pasta di riso che si prepara dalla farina di riso, indicata in particolar modo alle persone che sono intolleranti al glutine. Inoltre ha un vantaggio, rispetto alla pasta di grano è facilmente digeribile, possono gustarla le persone che hanno problemi intestinali in particolar modo il gonfiore addominale. Apporta meno calorie, infatti spesso viene consigliata quando si segue una dieta ipocalorica. La pasta di riso contiene molte fibre e vitamine, potete condirla come procedete con la pasta di grano.

La pasta a grano saraceno, molto gustosa e salutare una valida alternativa alla pasta di grano duro, non contiene il glutine quindi perfetta per i celiaci. La farina di grano saraceno contiene 8 amminoacidi essenziali, che apportano benefici all’organismo, perfetta in caso di gonfiore addominale. La pasta di grano saraceno contiene diversi sali minerali, vitamine e antiossidanti. Si presta a diverse preparazione, potete condire come preferite, anche a zuppa e minestra, magari optando a formati di pasta piccoli.

La pasta di farro, apporta molte fibre quindi un toccasana per il nostro intestino, non solo è facilmente digeribile, ma non adatta ai celiaci. Consigliata per tutti, ma indicata maggiormente nei soggetti diabetici, perchè ha un indice glicemico molto basso, quindi riesce a mantenere bassi i livelli di glicemia nel sangue. Ha un retrogusto molto saporito, sposa benissimo con verdure e ortaggi, si presta benissimo sia come pasta fredda da gustare in estate che calda in inverno.

La pasta di soia, amata e apprezzata da tutti, soprattutto gli spaghetti di soia, un piatto tipico dell’Asia, ma orami diffuso anche in Occidente. E’ una pasta povera di grassi e ricca di proteine, vitamine, fibre e sali minerali. Rispetto alle altre alternative ha un sapore neutro, spesso si prepara con salsa di soia, zenzero o spezie piccanti così da dare un sapore deciso al piatto. Poi si condisce con verdure e carne.

La pasta shirataki come la pasta di soia sono diffusi in Asia in particolar modo in Giappone, ma orami sempre più diffuso in Occidente. Questo tipo di pasta a differenza di quella di grano duro o tenero, non contengono glutine e sono poco calorici. Però hanno un potere saziante grazie alla fibre in esse contenute. La pasta shirataki si presenta come dei spaghetti molto sottili, somigliano tanto ai noodles. Si trovano ormai nei supermercati, sia sotto forma precotta, che sono più umidi che secchi che necessitano di cottura prima di consumarli. Poi li condite con un pò di olio extra vergine di oliva e verdure crude o cotte saltate in padella. L’unico consiglio e di non accedere con i condimenti, deve essere sempre leggero.

La pasta di mais ha caratteristiche simile a quella di riso, adatta ai celiaci perchè non contiene glutine. In commercio potete trovare la pasta di mais che deriva dalla farina gialla, o da quella bianca. Apporta sali minerali e vitamine, potete provare a condirla come preferite, verdure, ragù o con del semplice pomodoro.

La pasta di legumi che si prepara con diversi legumi come ceci, lenticchie e fagioli. Si trova facilmente nel supermercato ma in particolar modo i formati piccoli e medi. Non contiene glutine, è leggera e facilmente digeribile. Si adatta a diversi condimenti verdure, carne, potete anche provare dei primi piatti a zuppa. Rispetto alla pasta di grano, la pasta di legumi si cuoce in pochissimo tempo occorrono circa 5 minuti.

Curiosità

La pasta di grano si può sostituire con altre tipologie di pasta come abbiamo visto. La scelta può dipendere da un motivo legato alla celiachia, quindi è necessario portare a tavola una pasta senza glutine.

Spaghetto al ragù Foto: Unsplash

Ma si può gustare anche una pasta alternativa a quella di grano per portare a tavola un primo diverso dal solito.