Royal Family, William ha avuto il Covid: l’indiscrezione spiazza gli inglesi

Il principe William alle prese con il COVID-19, il 38enne – Duca di Cambridge – lo ha contratto ad aprile senza informare l’opinione pubblica. L’indiscrezione, dopo la guarigione, sconvolge gli inglesi.

William coronavirus
William, Duca di Cambridge (Foto: Instagram)

Il principe William ha avuto il Coronavirus, ma l’ha tenuto nascosto per non allarmare l’opinione pubblica. Questo è quanto rivela una fonte di Kensington Palace ripresa sia dalla BBC che dal Sun, nessun commento al momento da parte dei reali. Tutto sarebbe avvenuto all’epoca in cui è stato contagiato anche suo padre Carlo.

Quest’ultimo, invece, ha voluto renderlo pubblico: forse per incentivare i cittadini inglesi ad adottare i metodi preventivi che già cominciavano – e oggi lo sono ancora di più – ad essere una consuetudine. La decisione di mettere, momentaneamente, tutto a tacere venne presa dallo stesso Duca di Cambridge: “Non volevo allarmare la Nazione”, ha dichiarato.

William con il COVID-19: l’indiscrezione che fa tremare Buckingham Palace

Il principe William ha avuto il Coronavirus (Getty Images)
Il principe William ha avuto il Coronavirus (Getty Images)

Ora, tuttavia, questa rivelazione successiva favorisce non poche voci sulla trasparenza di casa Windsor e sull’attendibilità del principe William che finora, dal canto suo, ha sempre goduto di ottima reputazione: la stampa è sempre stata a suo favore, cosa che non si può certo dire di suo fratello Harry (bollato come il ‘ribelle’ della Royal Family, specie dopo la decisione di scindersi dal nucleo reale insieme a sua moglie Meghan), anche per una certa natura equilibrata che ha mostrato in ogni occasione. Icona perfetta, in grado di unire la figura di padre perfetto, marito modello e reale aperto alla modernità con un occhio alle tradizioni.

La tipica persona insospettabile che, in un momento iniziale di pandemia, doveva – a suo dire – evitare ulteriori frizioni nei confronti della cittadinanza già eccessivamente allarmata per quanto stava accadendo sul territorio inglese e nel resto del mondo: “Non c’erano sintomi e non ho voluto preoccupare nessuno”, si sarebbe giustificato il Duca 38enne.

Coronavirus, perché il principe Williams ha tenuto nascosta la malattia

Questa reticenza, però, non ha convinto la cittadinanza: in molti avrebbero gradito maggiore trasparenza. Proprio per una questione di fiducia, la stessa che inizia a scarseggiare nei pressi di Buckingham Palace: persiste, infatti, la convinzione che ci siano ulteriori particolari non celati in merito al Covid che potrebbero presto venire a galla.

In tal senso si spiegherebbe anche l’abbandono – pressoché obbligato – del Palazzo Reale ad aprile da parte di Elisabetta II. Intanto William, fra le altre cose, rende noto di aver preso parte a tutti i suoi impegni tramite videoconferenze da remoto. Tutto è bene quel che finisce bene, o quasi. Dal momento che, adesso, finito il COVID-19, il principe dovrà fronteggiare le numerose reazioni a questa indiscrezione che, invece di calmare le acque, sembrerebbe aver minato ulteriormente la tranquillità attorno alla Famiglia Reale.