La Regina Elisabetta non tornerà a Buckingham Palace: ha paura

0
6

La Regina Elisabetta non tornerà a Buckingham Palace: una decisione storica presa per motivi serissimi.

Regina Elisabetta Londra
La Regina Elisabetta a Buckingham Palace (Instagram)

Buckingham Palace è da sempre la residenza ufficiale della Regina e ha ospitato per secoli i più importanti eventi legati alla monarchia Inglese. 

Il fatto che Elisabetta II d’Inghilterra scelga di non tornare nella sua residenza ufficiale di Londra ma di restare nell’amatissima residenza di campagna di Sandringham, è una rappresentazione perfetta delle enormi difficoltà che la monarchia inglese è stata chiamata a sopportare e superare nel corso di un drammatico 2020.

La Regina Elisabetta non torna a Londra: colpa di Andrea, e del Covid

regina elisabetta
La Regina Elisabetta II (Fonte: Instagram)

Elisabetta e Filippo si sono trasferiti nel castello di Windsor nel momento in cui è stato chiaro che la pandemia di Coronavirus stava aggredendo anche la Gran Bretagna e il governo di Sua Maestà sembrava faticare a prendere in mano la situazione attraverso l’emanazione di provvedimenti efficaci.

Per proteggere la Regina e il Principe Consorte è stato quindi necessario che i due si trasferissero in una residenza distante appena pochi chilometri da Buckingham Palace ma che potesse essere gestita da uno staff ridotto, così da minimizzare la possibilità di contagio della sovrana e di suo marito.

Trascorsa la burrascosa primavera 2020, i due si sono trasferiti a Balmoral, nella residenza estiva in cui di solito la Regina ospita i suoi familiari più amati e i suoi amici più graditi (e dove sono stati invitati per ben due volte anche i Duchi di Sussex, anche se Harry e Meghan non si sono mai presentati).

Durante l’estate la Regina Elisabetta ha fatto una delle sue pochissime apparizioni pubbliche, scegliendo una tenuta che definire “informale” è assolutamente dir poco, e poi ha partecipato al matrimonio a porte chiuse della sua nipote preferiita, Beatrice di York.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Royal Family (@theroyalfamily) in data:

Terminata l’estate, però, tutti si aspettavano che Elisabetta II e il Principe consorte tornassero al luogo a cui letteralmente appartengono: Buckingham Palace.

A quanto pare non accadrà: le motivazioni sono diverse e tutte di carattere più che serio. Innanzitutto la pandemia di Coronavirus sta diffondendosi di nuovo in tutta Europa, in seconda battuta l’atmosfera non è delle più serene in assoluto per la famiglia reale, a Londra.

Non bisogna dimenticare infatti che, mentre la Regina faceva il suo quinto, storico discorso alla nazione, mentre Beatrice di York si sposava e mentre il mondo guariva lentamente dal Coronavirus, Andrea di York veniva massacrato a livello legale e mediatico a causa del suo coinvolgimento nello scandalo Epstein.

Come si sa, il Principe Andrea è stato licenziato dalla Famiglia Reale, non svolge più incarichi pubblici, non riceve più una sterlina dallo Stato, non è comparso nemmeno accanto a sua figlia nelle fotografie del matrimonio.

Purtroppo gli inglesi sono ben lontani dall’idea di dimenticare la brutta vicenda che ha visto il Duca di York come protagonista, e sono ancora più lontani dal perdonarlo per il danno che ha fatto all’Inghilterra e all’immagine internazionale della famiglia reale.

Solo pochi giorni fa, infatti, una folla di manifestanti si è riunita davanti a Bukingham Palace per gridare “pedofilo” al Principe Andrea. Non era importante che né la Regina, né Andrea fossero effettivamente presenti nella sede londinese della Corona: a livello simbolico, la Corona non si muove da Londra e gli inglesi lo sanno perfettamente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Royal Family (@theroyalfamily) in data:

Elisabetta II, che secondo qualcuno sta vendendo gli ultimi mesi del suo lunghissimo regno e che sarebbe pronta ad abdicare, di certo non merita di assistere a manifestazioni simili, così umilianti per la sua famiglia.