Can Yaman: “Se fossi brutto, tutti direbbero che sono bravo”

0
137

Can Yaman, intervistato dal settimanale Chi, diretto da Alfonso Signorini, si è raccontato come non mai prima d’ora.

can yaman
Foto Instagram da https://www.instagram.com/canyaman/

Can Yaman è uno degli attori più amati del pubblico del piccolo schermo e non è difficile capirne il motivo, visto che oltre alle sue doti di attore, ha sfoggiato in più di un’occasione il suo possente fisico che ha riscosso un caloroso riscontro. Soprattutto quando è stata rivelata la cover del settimanale Chi, che lo mostra in posi ammiccanti e senza l’utilizzo del fotoritocco, garantendo ai fan che tutti i suoi muscoli sono il risultato del duro allenamento e non dell’abile mano di un grafico.

Oltre a sfoggiare il fisico, ha rilasciato un’intensa intervista al settimanale, dove si è raccontato come non mai prima d’ora, ma non solo. Il protagonista di DayDreamer – le ali di un sogno ha parlato anche dei suoi nuovi progetti. In particolar modo quello che vede recitare guidato da Ferzan Özpetek, uno dei registi più importanti e talentuosi di sempre.

“Quando l’ho incontrato è stato fantastico” ha esordito l’attore, dopo aver sfoggiato il fisico su Chi. “Ci siamo scambiati tanti messaggi prima di vederci, ma poi ci siamo incontrati al centro di Roma ha proseguito il bell’attore. “Ci unisce la voglia di creare qualcosa di molto forte e mai visto prima” ha proseguito spiegando che lui e il regista stanno proseguendo verso la stessa direzione. “Amo il mio in cui si approccia al suo lavoro e questo scambio di energie mi rende davvero entusiasta” ha concluso Can Yaman su Ferzan Özpetek per poi fare un’amara confessione. Confessione che nulla a che fare con il regista.

Purtroppo in Turchia questa sua popolarità nel bel ha infastidito e non poco i suoi colleghi, che non si sono sempre comportati bene nei suoi confronti.

“Sarei una persona ipocrita se non ammettesse che c’è stata molta invidia nei miei confronti, ma purtroppo con il passare del tempo mi ci si abituato” ha ammesso. “C’è una forma di rivalità inenarrabile, ma quando mi trovo costretto ad affrontare certe situazioni ritengo che le migliori armi da usare siano soltanto due” ha proseguito il protagonista di DayDreamer. “La pazienza e sfoggiare sorrisi” ha svelato. “Quando purtroppo si arriva ad avere un certo successo, c’è sempre qualcuno che è pronto a screditarti” ha concluso l’attore. “Se fossi brutto, tutti avrebbero riconosciuto il mio talento” ha aggiunto.

Can Yaman troppo bello? Lui: “Non ruota tutto intorno a questo”

Can Yaman lancia una provocazione alle fan
Can Yaman (Instagram)

Can Yaman, a proposito della sua bellezza, ha anche ammesso di non trovarsi così bello come le fan italiane lo dipingono, anzi. Secondo il protagonista di DayDreamer la bellezza è soltanto un aspetto superficiale, su cui preferisce non puntare.

“Onestamente? Se non lo rimarcassero gli altri, non mi ricorderei nemmeno di essere bello. Anche perché non passo di certo le mie giornate a fissarmi allo specchio ha spiegato il bell’attore. “Una cosa è certa però: io non mi considero così bello come tutti quanti mi dipingono ha proseguito. “La mia vita si basa sull’impegno, non do molto peso a queste cose superficiali” ha concluso per poi fare chiarezza in merito alla sua vita sentimentale, visto che in molti erano convinti che lui e Demet avessero una relazione.

“Non mi va molto di parlare della mia vita privata. Molto probabilmente questo lato del mio carattere, questa riservatezza, dipende molto dalla mia cultura” ha spiegato.Ma non ho voglia di condividere questi aspetti della mia vita privata ha aggiunto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Questa settimana su “Chi” una intervista esclusiva con Can Yaman, il divo turco delle soap opera, che ha posato per un eccezionale servizio fotografico e si racconta a cuore aperto: dall’infanzia agli studi in legge, dall’inizio della carriera al grande successo. E ancora , solo “Chi” c’era alle romantiche nozze di Luigi Berlusconi e Federica Fumagalli. Un sì romantico è anche quello di Adriano Panatta, neo sposo a 70 anni. Francesco Bettuzzi, l’uomo che per due anni è stato accanto ad Elisabetta Gregoraci racconta: ” Io ed Eli e l’ombra di Briatore tra noi”. La leggenda della scherma italiana , Aldo Montano annuncia che diventerà padre per la seconda volta poco prima di quella che sarà la sua ultima Olimpiade. Tutto questo e molto di più su #chimagazineit in edicola . #chimagazineit #scoop #esclusivo #canyaman #luigiberlusconi #federicafumagalli #adrianopanatta #francescobettuzzi #elisabettagregoraci #flaviobriatore #gfvip5 #aldomontano #olgaplachina

Un post condiviso da (@chimagazineit) in data:

Can Yaman su Chi si è raccontato come non mai, lanciando anche una provocazione a chi lo giudica soltanto per il suo fisico.