Come eliminare i cattivi odori in casa e le possibili cause

0
400

Come eliminare i cattivi odori in casa? Scopri qualche piccolo accorgimento, così da avere sempre una casa profumata.

Cattivi odori in casa
Foto:Adobe Stock

E’ capitato a tutti di entrare a casa e non sentire un bel profumo di pulito? Come mai? Ve lo siete mai chiesto? Quante volte vi siete chiesti, come sarebbe bello avere una casa sempre profumata?

E’ piacevole rientrare a casa dopo una giornata di lavoro e respirare aria pulita e profumata. La presenza di un profumo fresco e delicato nell’ambiente, vi permetterà di vivere più serenamente tra le mura domestiche. Ma è opportuno capire quali possono essere le principali cause che determinano la puzza in casa.

Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi tutti i consigli su come eliminare i cattivi odori in casa e quali sono le possibili cause.

Cattivi odori in casa: le possibili cause

Puzza di frittura
Foto:Adobe Stock

La casa è l’ambiente in cui si vive, quindi mantenerla pulita e purificata è davvero importante. E’ piacevole entrare in casa quando si trascorre molto tempo fuori e sentire un odore fresco e delicato nell’ambiente.

E’ importante ribadire una cosa, la casa non può profumare se non c’è pulizia profonda e soprattutto quotidiana. La pulizia giornaliera è fondamentale, non solo per un fattore estetico, ma anche di salute.
Le cause che determinano la casa maleodorante sono diversi esaminiamo in dettaglio.
1-Scarsa pulizia degli ambienti: spesso non si presta la giusta attenzione. La casa va pulita e igienizzata spesso, se le stanze non sono pulite, non si può pretendere un ambiente profumato. Non è facile se gli impegni sono tanti, ma se seguite qualche piccolo consiglio tutto sarà più facile. Potete organizzare le faccende domestiche, in modo da non ritrovarvi in un solo giorno a fare tutto, cliccate qui per scoprilo.

Ricordate che se non lavate bene i lavandini della cucina e dei bagni si possono generare cattivi odori. Eliminare ogni residuo di sapone, di dentifricio o make-up dai lavandini e accessori annessi. In particolar modo va fatta la pulizia dei tubi di scarico, che sono i principali responsabili del cattivo odore in casa. Infatti se pensate che i residui di alimenti grassi o di detersivi che utilizzate di solito, possono determinare la comparsa di sostanze chimiche sotto forma di grasso causando odori sgradevoli.

2- Non pulire gli elettrodomestici: spesso passano in secondo piano rispetto agli ambienti domestici. Se non si lavano periodicamente la lavatrice, frigorifero, forno, lavastoviglie, si corre il rischio che si possano emanare odori sgradevoli che si propagano in tutti gli ambienti domestici. Immaginate di lavare il bucato e abitualmente non asciugate l’acqua residua nella vaschetta e nella guarnizione. A lungo andare non solo non vi garantirà un buon bucato, ma c’è il rischio che possa formarsi la muffa e la propagazione di cattivi odori.

3- Scarsa pulizia della cucina: quante volte avete preparato qualche ricetta che prevedeva, come metodo di cottura la frittura e si sente in casa la puzza di fritto? Infatti la frittura è un metodo di cottura bandita in molte case, in quanto rilascia odori poco gradevoli e difficili da eliminare. Il consiglio è di pulire non solo bene e in profondità la cucina, ma fate arieggiare l’ambiente. Può accadere che la puzza si impregna sulle tende, invade il salone, il più delle volte arriva fin nelle camere da letto e, purtroppo, mandarla via pare spesso e volentieri un’utopia. Ci sono alcuni piccoli rimedi che potete adottare per eliminare il cattivo odore di frittura in casa, basta cliccare qui.

Un piccolo consiglio, quando avete intenzione di friggere, potete immergere in padella una fetta di mela abbastanza spessa o una buccia di limone. Oppure provate a far bollire una pentola con aceto, che si sa che elimina i cattivi odori.

4-Non arieggiare casa: un abitudine di pochi, ma non sapete quanti benefici apporta alla nostra salute. Non solo si respira aria sana e pulita, ma basti pensare che dopo aver trascorso la notte con balconi e finestre chiuse, si avverte aria viziata, il riciclo sarebbe davvero importante.  Ecco cosa dovete fare sia al mattino che durante il giorno, lasciate aperte le finestre o balconi, così circolerà l’aria, in questo modo  in casa non ci sarà l’odore di chiuso. Il ricambio d’aria è fondamentale in particolar modo in inverno, perchè causa freddo non si tende a farlo. Inoltre quando in inverno si accendono i climatizzatori o termosifoni, l’aria deve necessariamente cambiare per evitare che si carichi di germi.

5-Presenza di animali domestici: è inutile negarlo ma avere in casa degli animali porta anche qualche svantaggio. Se è presente la cuccia, la lettiera del gatto, è inutile spiegarlo, ma si percepisce un odore sgradevole, soprattutto se non si presta la giusta attenzione in termini di pulizia. La sabbia presente sulla lettiera del gatto, può essere deodorata aggiungendo alla sabbia un paio di cucchiai di bicarbonato. Oppure se durante il giorno, non stando a casa il vostro animale ha urinato sul pavimento o da qualche altra parte, appena si entra in casa si percepisce è inutile negarlo. Quindi dovete porre più attenzione alla pulizia costante e con prodotti naturali e non aggressivi per salvaguardare la salute di chi vive in casa, compresi gli animali.

6- Fumo di sigaretta: il fumo della sigaretta purtroppo si impregna sulle tende e non solo si sente la puzza in tutta la casa appena si entra. Sarebbe opportuno farlo al di fuori delle mura domestiche se proprio non si riesce a rinunciare.

7- Utilizzo di detersivi aggressivi: quando si fanno le pulizie domestiche, si dovrebbe porre attenzione ai detersivi che si utilizzano. Non solo alcuni possono essere dannosi per la nostra salute, se si mischiano, si possono formare delle sostanze che emanano un cattivo odore.

8- Pattumiera: se la pattumiera dove raccogliete la spazzatura, non la pulite regolarmente si sentirà la puzza in tutta la casa. In particolar modo se le avete nel mobile in cucina, dovreste porre più attenzione. L’odore dei rifiuti organici purtroppo emana un cattivo odore, quindi potete rimediare in questo modo, o mettete all’aria aperta la pattumiera o pulite più spesso.

Come eliminare i cattivi odori in casa

Profumatore per ambienti
Profumatore per ambienti Fonte:iStock Photo

La casa si può pulire con qualsiasi detergente, purchè sia preparato con ingredienti naturali e non aggressivi così da tutelare la salute di chi ci vive e salvaguardare l’ambiente.

Provate ad utilizzare prodotti che avete sicuramente a disposizione, come l’aceto di vino bianco, il bicarbonato e tanti altri, scopriamo come utilizzarli al meglio.

Potete ad esempio utilizzare l‘aceto di vino bianco per pulire le superfici della cucina e pentole, se avete cucinato qualcosa che emana un cattivo odore. Oppure dopo aver pulito il water, si percepisce un cattivo odore, spesso capita in estate o quando piove che risale puzza dalle tubature, potete versare l’aceto direttamente nel wc e lo lasciate agire per tutta la notte. In alternativa, preparate una soluzione di bicarbonato e acqua, mescolate fino ad ottenere una consistenza cremosa,poi applicate su una spugnetta abrasiva e strofinate.

Se in cucina e in bagno, sentite spesso un odore sgradevole di tubi di scarico, potete attenuare proprio con l’aceto combinato al bicarbonato, mettete a bollire in un pentolino 1/2 litro di acqua, poi aggiungete circa 200 ml di aceto, nel frattempo versate circa 100 g di bicarbonato di sodio all’interno della tubatura che emana il cattivo odore. Poi versate l’acqua con aceto nel lavandino, si avrà una reazione effervescente, che è del tutto normale. Se seguite questo consiglio, attenuerete il cattivo odore, è importante una manutenzione ordinaria.

Lavate i pavimenti con olio tea tree, anche se avete animali domestici, basta mettere in un secchio 3 litri di acqua tiepida, poi aggiungete un bicchiere di aceto di alcool, 10 gocce di tea tree oil. Se volete far profumare un pò di più aggiungete 3 gocce di olio essenziale di lavanda. Non utilizzate sul parquet.

Un piccolo consiglio provate a lasciare in casa dei fiori freschi profumati, scegliete quelli che emanano una fragranza delicata. Non solo decorate casa e l’abbellite, ma lascia un profumo pulito.
Si consiglia soprattutto nella bella stagione, quando le finestre restano aperte a lungo. In alternativa potete decorare casa con i pout-pourri, fai da te. Scegliete fiori secchi a lavanda, o aghi di rosmarino, potete aggiungere anche qualche gocci di olio essenziale della fragranza preferita.
Posizionate i fiori in piccole ciotole o centrotavola che non solo gli ambienti saranno profumati, ma avranno un effetto decorativo.
Non è poi così difficile eliminare i cattivi odori in casa! Provate a seguirei nostri consigli.