Diete vegane e vegetariane per i bimbi: rischi e informazioni

0
8

Sempre più nuclei familiari adottano dei regimi vegani o vegetariani. Nelle famiglie ovviamente ci sono i bimbi. Corrono dei rischi? Scopriamolo insieme.

Diete vegane e vegetariane per i bimbi: rischi e informazioni
Diete vegane e vegetariane per i bimbi: rischi e informazioni (Unsplash photo)

Sono sempre di più i genitori che si chiedono se realmente le diete vegetariane o vegane facciano bene o male ai loro bimbi. Questo è un argomento, soprattutto ultimamente, fortemente dibattuto.

Diete vegane e vegetariane per i bimbi: il parere degli esperti

vegan
Photo AdobeStock

La società italiana di pediatria preventiva e sociale, la Federazione italiana medici pediatri e la Società italiana di medicina perinatale hanno espresso, nel 2017, il loro parere attraverso il pubblicato Position Paper. Questo è un documento che esprime chiaramente il loro punto di vista in merito. Approfondiscono, nel particolare, il problema di adeguatezza o meno relativamente all’avvento delle diete vegetariane durante la crescita e lo sviluppo dei bimbi.

Dieta vegana e dieta vegetariana per i bimbi

Vediamo, in primo luogo la differenza sostanziale che c’è tra una dieta vegetariana ed una vegana. Le due diete infatti non sono uguali. La dieta vegana esclude qualsiasi prodotto che sia di origine animale, non comprende il latte e i suoi derivati, le uova ma anche il miele. La dieta vegetariana invece include frutta verdura e quant’altro ma esclude totalmente carne e pesce. Quest’ultima però non allontana latte e derivati, uova e miele.

Ci riferiamo oggi al sito Fondazione Veronesi per andare a scoprire quali possono essere i possibili deficit nutrizionali nei primi sei anni di vita di un bimbo. La cosa non vale per la dieta vegetariana in quanto nessun problema viene invece riscontrato.

Sembrerebbe che vegani sarebbe meglio di no, vegetariani sì. I bambini infatti nei primi sei anni della loro vita non dovrebbero ancora fare a meno dei derivati di origine animale per affrontare la crescita.

Rischi e informazioni

merenda sana bambini
Adobe Stock

Affrontare invece lo sviluppo senza carne e senza pesce è possibile sempre sotto un costante controllo medico, ma rinunciare al latte uova e burro:

si corre il rischio di «provocare effetti devastanti sulla salute dei bambini»: parola degli esperti del Vecchio Continente, riunitisi nelle scorse settimane a Praga per il congresso della Società europea, di nutrizione, epatologia e gastroenterologia pediatrica (Espghan).

I ricercatori infatti hanno attuato delle ricerche servendosi della letteratura sul tema dell’adozione di una dieta vegana da parte dei bimbi e ne hanno estrapolato che il piccolo consumatore subirebbe una diffusa carenza di nutrienti

Nello specifico: vitamina B12calciozinco e proteine nobili (quelle in grado di apportare tutti gli amminoacidi essenziali). Deficit che espongono i bambini a problemi di salute mica di poco conto: si va dallo sviluppo di un apparato scheletrico a bassa densità al rischio di disordini neurologici irreversibili. Conclusione comune a molti studi è quella che vede «i bambini vegani più magri e più piccoli rispetto ai coetanei onnivori o comunque vegetariani», è il pensiero di Mary Fewtrell, docente di nutrizione pediatrica all’University College di Londra e presidente del Comitato che la società scientifica ha dedicato alla nutrizione.

Bambini in cucina:
Bimbi in cucina (Unsplash photo)

Sembrerebbero invece essere minori i rischi per chi sceglie il vegetarianesimo. Nei bimbi vegetariani infatti si possono osservare dei miglioramenti dal punto di vista lipidico, dallo stato antiossidante e possiedono inoltre un maggior apporto di fibre alimentari.