Storia finita? Ecco come dimenticarlo

0
7

Quando una storia finisce, dimenticare non è sempre facile. Scopri le dritte per facilitare questo processo in modo da tornare vivere serenamente.

come dimenticare un ex
donna pensierosa con cuore di stoffa – Fonte: Adobe Stock

La tua storia è finita e ciò nonostante non fai che pensare a lui? Forse ti consolerà sapere che non sei la sola e che si tratta di una cosa normalissima. Dimenticare di colpo qualcuno che si è amato e con cui si sono condivisi sentimenti e progetti è difficile per chiunque. In psicologia questo momento viene definito come un lutto perché la sensazione di perdita (sebbene alleviata dalla consapevolezza che la persona è ancora viva) è tanta.

La vita viene improvvisamente stravolta, le abitudini cambiano e ogni cosa sembra parlare della mancanza di una persona che fino al giorno prima era parte integrante non solo del quotidiano ma anche dei pensieri. È quindi importante darsi tempo. E, per aiutarsi, seguire alcune dritte che possono rivelarsi particolarmente utili.

Come dimenticare il proprio ex: le 10 regole da seguire

come dimenticare l'ex
immagine di donna che cammina e disegno di un cuore – Fonte: Adobe Stock

Se in amore ci sono fasi difficili da affrontare, la più dura è sicuramente quella della fine di una storia. Che si sia ancora perdutamente innamorate o meno è irrilevante. La mancanza dell’altra persona si fa sempre sentire e quando vi si unisce il sentimento, il dolore che si prova è davvero forte. Continuare ad insistere per tenere in vita una relazione senza storia è però inutile. E l’unica cosa da fare, a volte, è accettare quanto accaduto, cercando di riprendersi per tornare a vivere.

Per farlo è importante imparare a stare in equilibrio tra le scelte giuste da compiere e la capacità di concedersi il giusto tempo. Una situazione che non tutti sanno gestire e che può risultare più semplice seguendo alcune regole, volte a rendere il distacco più definito. Scopriamo quindi come muoverci per dire addio ad una storia d’amore ormai conclusa.

Cancella ogni forma di contatto. La prima regola da seguire quando finisce un amore è quella di porre fine ad ogni contatto. L’illusione di restare amici è appunti una mera illusione e non fa che acuire i sentimenti che si provano. Ogni parola verrà sempre ascoltata ed interpretata con la voce della speranza e questo porterà a continue illusioni. Cosa che può essere ancor peggiore se dall’alta parte arrivano messaggi confusi. Ad amore finito è meglio chiudere definitivamente la porta. Perché non sarà lasciandola aperta che si avranno esiti positivi.

Non cercarlo sui social. Un tempo c’erano i pedinamenti o le gite in posti lontanissimi da casa e dove si era certi di incontrarlo. Oggi ci sono i social che consentono di seguire i vari spostamenti e di sapere cosa accade in ogni secondo del quotidiano. Tutte tattiche che impediscono di guarire dalla ferita ma che rischiano di mantenerla viva e di infettarla ad ogni nuovo post. Se ci si lascia e si desidera davvero star meglio, i social sono quindi da abolire. Cosa che vale ovviamente anche per le amiche.

Concediti il giusto tempo per soffrire. Far finta di nulla è inutile quanto deleterio. Se stai male piangi, sfogati con le amiche fidate e vivi il tuo dolore. Datti il tempo che ti serve e al contempo stabilisci un momento in cui rialzarti. Perché a volte può capitare di sentirsi più sicure crogiolandosi nel dolore. Questo modo di fare, però, è davvero nocivo.

Non dar peso ai ricordi. Mentre ti concedi il tuo tempo per soffrire, ricordati che struggersi per un amore passato porta a rivedere le cose in modo diverso. Così, anche i momenti più noiosi appaiono come bellissimi. E, allo stesso tempo, le cose negative (come ad esempio un partner che ti distrugge pian piano) sembrano sparire del tutto. Il risultato è una malinconia che porta a pentirsi per la storia finita quando invece i motivi c’erano sicuramente. In questi casi l’unica cosa che si può fare è attendere che la ragione prenda il sopravvento ricordando anche tutti i motivi per cui si è giunti alla parola fine.

Vietati i sensi di colpa. Un altro aspetto fondamentale è quello di eliminare ogni senso di colpa. Le storie si vivono in due e pertanto, quando finiscono, non ci sono colpe da distribuire ma problemi da capire. Sentirsi in colpa è solo un modo per trovare una scusa per cercare di rimettere in piedi il rapporto e di tornare dall’ex, magari per chiedere scusa. A meno che non si sia sbagliato davvero (ad esempio con un tradimento o simili), cercare di recuperare con le scuse un rapporto ormai finito è per lo più inutile e controproducente per la propria autostima. Molto meglio cercare i problemi e le mancanze che c’erano da entrambe le parti e usarli per migliorare se stesse e per puntare ad un futuro nuovo rapporto che sia in grado di essere migliore.

ex fidanzati
Donna che strappa foto con il suo ex – Foto da AdobeStock

Fai qualcosa che ti confermi che è davvero finita. Ci sono rituali che valgono in ogni tempo e che possono dare una mano a comprendere a pieno quanto sta succedendo. Restituirsi eventuali oggetti che ci si era prestati, archiviare in una scatola foto, regali e ricordi vari sono alcuni di questi. È giusto che ognuna trovi il metodo che reputa più adatto a se. In questo modo si metterà un punto e ripartire sarà più semplice.

Cambia la tua routine. Tante volte, la mancanza si acuisce perché nella giornata ci sono troppi momenti che ricordano l’altra persona. I messaggini del mattino, la chiamata serale, l’email del pomeriggio, etc… Cambiare per un po’ la propria routine può aiutare a modificare la situazione. Alzati ad un orario diverso e cerca di riempire i momenti che in genere erano dedicati a lui. Non pensarlo sarà più facile e con il tempo inizierai anche a distrarti.

Inizia qualcosa di nuovo. I nuovi inizi sono sempre ricchi di positività e avviare qualcosa di nuovo ti aiuterà sicuramente a riprenderti e a fare nuove conoscenze. Iscriviti ad un corso, fai lunghe passeggiate, vai in palestra e frequenta persone nuove. Pian piano, e sempre cambiando la tua routine ti accorgerai di iniziare a sentirne meno la mancanza e a pensarlo con minor frequenza. Lo scorrere del tempo farà il resto.

Conosci persone nuove. Spesso dimenticare è difficile perché ci si relaziona sempre con le stesse persone. Conoscerne di nuove può dare diversi punti di vista, far capire tante cose e aiutarti a comprendere che il mondo è pieno di persone che possono esserti affini e con le quali puoi andare d’accordo. Bada bene, non stiamo parlando del classico chiodo schiaccia chiodo ma di una presa di coscienza che ti aiuterà sicuramente ad uscire al meglio dalla tua storia ormai finita.

Fai progetti per il tuo futuro. Essere single non è una cosa negativa, specie se da modo di ritrovarsi e di capire cosa si vuole davvero dalla vita. In questo periodo di mezzo si può dedicare il tempo in più a disposizione ad attività che consentano di capire chi si è veramente, alle uscite con le amiche e ai progetti per il futuro. Anche pensare ad un nuovo compagno può rientrare tra queste cose, purché lo si faccia nel modo corretto, cercando quindi di cogliere gli aspetti che si ricercano e quelli che invece non si desiderano. È bene ricordare, infatti, che nessuna storia è inutile e che le relazioni passate servono a delineare ciò che si desidera o meno in un rapporto. Elementi fondamentali per trovare finalmente la persona giusta.

mancanza d'amore
Donna che abbraccia orsacchiotto sul letto – Fonte: Pexels

Seguendo queste dieci regole, dimenticare il tuo ex sarà più semplice. Il dolore, un po’ come avviene per gli amori impossibili, non svanirà di colpo e ti sarà utile per fortificarti e per conoscere un altro lato di te. Pian piano, però, le cose inizieranno ad andare meglio e ti sentirai sempre più carica e pronta a vivere a pieno la tua vita e persino a ricominciare a pensare all’idea di innamorarti di nuovo.

Scritto da Danila Franzone