Ansia e serie tv: troppi episodi fanno male?

0
4

Negli ultimi tempi grazie alla facilità con cui possiamo reperirle, siamo diventati dei veri e propri maestri del binge watching. Ma perché per noi i nuovi show non sono mai abbastanza?

binge watching
(fonte: Pexels)

Alzi la mano chi non è colpevole di binge watching.
La pratica comune di rimanere alzati e guardare “ancora solo un altro episodio” è entrata ormai a far parte del nostro quotidiano senza che ci ponessimo troppe domande al riguardo.

Cosa c’è di meglio, infatti, se non rilassarsi dopo una lunga giornata guardando i nostri beniamini combattere contro gli zombie, trovare l’amore o cercare di vincere l’ennesima gara eliminandosi a vicenda, puntata dopo puntata?

Gli episodi delle serie tv sono creati appositamente per tenerci incollati allo schermo e per farci domandare “cosa succederà dopo?”. Niente di male, quindi, se cediamo alla tentazione e guardiamo una o due puntate di seguito.

Spesso e senza saperne il motivo, succede però che a fronte di tanti (troppi) nuovi prodotti ci ritroviamo a guardare le serie tv che già conosciamo, che abbiamo già visto interamente e che più abbiamo amato in passato.
Ma perché ci capita di tornare ai vecchi contenuti che abbiamo già guardato?

Serie tv: quando il binge watching ci aiuta a combattere l’ansia.

binge watching
cosa ci aspettiamo dalle serie tv? (fonte: Pexels)

Complici gli effetti del lungo periodo di quarantena con tutte le sue ansie e difficoltà, e la facilità con cui le piattaforme digitali rendono disponibili gli episodi dei nostri show preferiti, siamo diventati tutti veri e propri leoni da… serie tv!

Quante volte però ci siamo trovati a scorrere le proposte delle nostre piattaforme di streaming preferite, senza trovare niente che ci interessasse o che valesse la pena guardare?
Certo, le possibilità sono quasi sterminate ma com’è difficile prendere una decisione!

È a quel punto che entra in gioco la “ripetizione“.
Guardare più di un episodio una serie che già conosciamo ci serve infatti a controllare le sensazioni negative e diminuire l’ansia.
Infatti siamo sicuri di sapere come andranno le cose e questo ci aiuta a rilassarci e disattivare quei meccanismi che ci fanno sentire stressati e senza via d’uscita.

C’è ci potrebbe obiettare che questo non è un modo salutare di controllare le proprie emozioni; tra le tante soluzioni per gestire le proprie emozioni potrebbe essere più indicato provare a tenere un diario.

Il binge watching estremo di certo non è salutare: rimanere alzati fino alle quattro del mattino per finire in un giorno solo quella nuova serie tv appena uscita non può certo farci del bene!

A volte però è importante riconoscere che se sentiamo questa necessità, è perché non siamo alla ricerca di emozioni forti ma di un tipo di sicurezza che possiamo provare solo con sentimenti che già conosciamo.

binge watching
(fonte: Pexels)

Invece di guardare tre o quattro ore di nuovi contenuti che non ci soddisfano, forse sarebbe meglio fare una (micro) scorpacciata di quelli che abbiamo amato di più e chissà… riuscire così ad andare a dormire prima!

di Federica Caliendo