Home Ricette Antipasti Melanzane sott’olio | Ecco la ricetta tradizionale senza cottura

Melanzane sott’olio | Ecco la ricetta tradizionale senza cottura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:44
CONDIVIDI

Le melanzane sott’olio sono una ricetta classica della cucina tradizionale. Ecco tutti i segreti per farle più buone.  

melanzane sott'olio
Melanzane sott’olio (Foto Passioniericette di MarGi)

Le melanzane sott’olio sono un tipico piatto della cucina tradizionale da preparare in estate e da conservare per tutto l’inverno in dispensa.

Essendo a base del gustoso ortaggio estivo, che ha una stagionalità che va da maggio ad ottobre, le melanzane sott’olio sono ideali per accompagnare un secondo piatto, soprattutto di carne ma anche come antipasto insieme a degli affettati e del pane.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Melanzane in carrozza | Ricetta semplicissima e gustosa fritte o al forno

Questa ricetta non prevede la cottura delle melanzane contrariamente alla maggior parte di quelle che si trovano in circolazione. Obbligatorio però è il processo di sterilizzazione dei vasetti per contenerle. Leggi anche Le regole da usare in cucina per conserve alimentari sicure

Ecco la ricetta delle melanzane sott’olio senza cottura

melanzane sott'olio
Melanzane (Adobe Stock)

L’estate è la stagione delle melanzane e se ne abbiamo in gran quantità possiamo prepararle sott’olio così da poterle consumare per tutto l’inverno.

Questi deliziosi ortaggi che ben si prestano a piatti della cucina tradizionale come la parmigiana sono ottime anche preparate in maniera semplice con pochi ingredienti pronte per essere consumate in tutte le occasioni.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Zucchine grigliate | Ecco i trucchi per farle più buone

In particolare quelle sott’olio sono un classico della cucina tradizionale italiana, soprattutto al Sud Italia dove vengono consumate sia come accompagnamento a un piatto di carne ma anche come antipasto per condire ad esempio una bruschetta.

Scopriamo allora tutti i trucchi per prepararle al meglio in questa ricetta che non prevede la cottura delle melanzane ma una macerazione sotto sale e aceto.

Ingredienti

  • 3 kg melanzane
  • 1 lt aceto bianco
  • 1 bicchiere di sale fino
  • prezzemolo
  • peperoncino (opzionale)
  • 5 spicchi di aglio
  • 2 lt olio extravergine di oliva

Preparazione

Iniziamo lavando le melanzane sotto l’acqua corrente. Poi sbucciamole una alla volta per evitare che scuriscano. Tagliamole a striscioline sottili. Man mano che le affettiamo le andremo a disporre dentro a un boccale in vetro molto capiente.

A questo punto aggiungiamo un’abbondante quantità di sale e poi l’aceto. Quindi poniamo particolare attenzione a questo passaggio che sarà fondamentale per la riuscita della nostra ricetta. Pressiamo con grande forza le melanzane per far rilasciare loro l’acqua di vegetazione.

Possiamo togliere anche i semini se non ci piacciono. Inoltre, le vostre mani, maneggiando le melanzane, potrebbero annerirsi per questo potrete utilizzare anche dei guanti.

Procediamo così fino ad esaurimento delle melanzane. Una volta che le avrete sistemate tutte all’interno del recipiente di vetro pressiamole bene con un peso sopra per non farle salire a galla altrimenti diventeranno nere. Importante è che le melanzane siano coperte.

Quindi lasciamole così in un luogo asciutto e buio per almeno 24 ore. Trascorsa la giornata sotto sale e aceto andiamo a togliere le melanzane dal barattolone e spremiamole con forza. Per farlo possiamo prendere una ciotola con sopra uno scolapasta quindi poniamo sopra di esso un canovaccio pulito.

Strizziamo le melanzane e man mano mettiamole sopra allo strofinaccio pulito. Ora con l’aiuto di quest’ultimo continuiamo a strizzarle. Quando non ci sarà più acqua e aceto verseremo le melanzane all’interno di una ciotola capiente e le andremo a condire. Usiamo olio extra vergine di oliva, aglio a fettine fresco, peperoncino a pezzi grossi e prezzemolo tritato grossolanamente. Versiamo un’abbondante quantità di olio circa 1 litro e giriamo per bene quindi aggiungiamo gli altri odori. Mescoliamo bene con le mani.

Ora andiamo a riempire i nostri barattoli puliti e sterilizzati, meglio se da 300 grammi l’uno. Cercando di non lasciare aria al loro interno. Ricopriamoli di olio e aspettiamo a richiuderli. Dovremo infatti controllare che l’olio scenda sul fondo e non vi siano spazi vuoti. Se necessario rabbocchiamolo. Con un coltello possiamo aiutarci ad eseguire questa operazione che è forse la più importante perché ci permetterà di conservare le melanzane a lungo senza rischi. Ripetetela anche più volte se è necessario.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Lasagne di parmigiana | Primo piatto ricco con melanzane

Una volta che vi siete assicurati che le melanzane sono ben ricoperte d’olio chiudetele ermeticamente con i tappi.

melanzane sott'olio
Melanzane sott’olio (Adobe Stock)

Quindi dovranno essere conservate in un luogo fresco e buio. Dureranno fino ad un anno. Una volta aperto il barattolo andrà conservato in frigorifero e consumato entro 3 giorni.

Un importante accorgimento è che quando aprirete il barattolo non dovranno essere presenti muffe o cattivi odori, in caso contrario gettate tutto.