Come prevenire l’osteoporosi | mettiamo più calcio e magnesio a tavola

0
1

Prevenire l’osteoporosi è più facile puntando sui cibi giuisti. Come quelli ricchi di Omega-3, le verdure e la frutta secca

prevenire l’osteoporosi adobestock

Quando l’età avanza, i minerali e il calcio che sono il vero rinforzo naturale per le ossa fanno calare il loro sostegno. Per questo è più facile essere soggetti all’osteoporosi, malattia che erode poco alla volta le ossa. Colpisce in particolare le donne dopo la menopausa ma è presente in numero minore anche negli uomini.

L’osteoporosi è una malattia particolare perché non ci sono segni evidenti per diagnosticarla. Però  quando compaiono i primi segni evidenti spesso è tardi per ricaricare il corpo con il calcio e i minerali che sono stati consumati.

La notizia positiva però è che l’osteoporosi può essere in qualche modo anticipata e negli ultimi anni la ricerca ha fatto grandi passi avanti . In particolare ha individuato in quali aree intervenire per creare una vera barriera naturale. Il primo rimedio, anche il più facile, è nell’alimentazione sostenuta da integratori alimentari. Ogni giorno, indipendentemente dall’età e dal sesso bisognerebbe assumere almeno 1000 milligrammi di calcio. Allo stesso modo pure il magnesio deve essere in quantità elevata.

SULLO STESSO ARGOMENTO: 7 buoni motivi per mangiare un kiwi al giorno

Sono tantissimi i prodotti della natura ricchi di calcio e magnesio da mettere in tavola. Certamente il pesce azzurro, che è anche ricco di Omega 3, i polipi e i calamari. Poi i broccoli, gli spinaci, i carciofi, i cardi, la rucola, le mandorle e tutta la frutta secca. E ancora il riso, i legumi, i cerali e alcuni semi come quelli di lino, oltre ai principali latticini ma non panna e burro.

Non solo la tavola per prevenire  l’osteoporosi

Pixabay)

Molto utile per rinforzare le ossa è la vitamina D che aiuta ad assorbire meglio il calcio e il magnesio. In questo caso gli alimenti che ne hanno di più sono ancora una volta i latticini. Così come i pesci particolarmente grassi quali il salmone, l’aringa e lo sgombro, il fegato ma anche le uova. In realtà però la vitamina D entra nel corpo umano anche attraverso i raggi ultravioletti della luce solare che passano attraverso la cute. In generale quindi bastano dai 20 ai 30 minuti di sole ogni giorno, senza protezioni o creme, per rafforzare la presenza di vitamina D.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cumino: proprietà e benefici | una spezia utilissima per il fisico

La prevenzione dell’osteoporosi però passa anche dalle altre abitudini quotidiane. Anzitutto l’attività fisica che non deve mai essere trascurata. Molti studi infatti hanno confermato che la sedentarietà è amica dell’osteoporosi Indebolisce le ossa e più facilmente può portare alla loro frattura, anche in età non avanzata.

Lo stesso  vale per il peso forma. Troppi chili che pesano sulle ossa, indipendentemente da come sono distribuiti, aumentano i rischi. Il sovrappeso aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e diabete, ma significa anche una minore presenza di vitamina D nelle ossa. Questo succede perché si ferma nel tessuto adiposo.