Home Maternità Salute Sole e bambini | i consigli dei pediatri

Sole e bambini | i consigli dei pediatri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:34
CONDIVIDI

I consigli dei pediatri per esporre i bambini al sole in modo adeguato e proteggerli anche durante le giornate al mare o in piscina. 

Sole e bambini i consigli dei pediatri
Adobe Stock

La stagione calda è ufficialmente iniziata e ogni giorno i bambini vengono esposti ai raggi solari, anche soltanto passando qualche ora al parco giochi. Siamo sicuri di proteggerli in modo adeguato?

SULLO STESSO ARGOMENTO: Sculacciare i figli | I motivi per NON farlo

La pelle dei più piccoli è molto delicata, ma in generale, bisognerebbe sempre evitare di esporre i bambini al sole diretto, soprattutto nelle ore centrali del giorno. Scopriamo i consigli della Società Italiana di Pediatria per affrontare la stagione in piena sicurezza e serenità. Scopri anche le 10 regole del sonno dei bambini. 

I consigli dei pediatri per esporre i bambini al sole

I consigli dei pediatri per esporre i bambini al sole 
AdobeStock

La Società Italiana di Pediatria, ha messo a disposizione dei genitori molti consigli, e riguardo la stagione estiva, sui modi giusti di esporre e proteggere i bambini al sole e anche su come approcciarsi al bagno in mare o piscina.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Giochi di legno per bambini | 10 buoni motivi per cui sceglierli

I primi consigli della dottoressa Elena Bozzola, riguardano proprio le ore in cui esporre i bambini al sole. I bambini vanno esposti al sole nelle ore più fresche della giornata e applicando sempre la crema con fattore di protezione solare. Esistono in farmacia o in profumeria intere linee di solari per bambini, anche per quelli con pelle molto delicata.

La protezione solare inoltre, come sottolinea la pediatra, andrebbe riapplicata dopo ogni bagno e in generale ogni due ore durante la giornata. Per quanto riguarda il bagnetto in mare o piscina, la ‘popolare’ regola delle due ore dopo il pasto è sempre valida? Ecco cosa sottolinea a riguardo la dottorella Bozzola in un video molto esaustivo, visionabile sul sito ufficiale della SIP:

“Al mare la scena è sempre uguale, da una parte il bambino che scalpita per entrare in acqua, dall’altra la mamma attenta che controlla l’orologio. Ma la regola delle due ore è sempre valida? In realtà ci sono tre fattori da considerare: da una parte la temperatura dell’acqua, dall’altra la velocità di immersione e la terza quello che il bambino ha mangiato. Per cui mamme, se il vostro bambino è impaziente di buttarsi in acqua, sì a frutta e verdura e limitiamo carboidrati e grassi” 

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bambini e baci | Perché non bisogna mai forzare i figli a darli

 (Istock)

I bimbi inoltre andrebbero sempre protetti con un cappellino e soprattutto i più piccoli, con una magliettina in cotone. Una visita dermatologica che individui il foto tipo di pelle del bambino e consigli i prodotti più adatti a trattarla e proteggerla dai raggi solari, è senza dubbio un’ottima scelta. Scopri 9 giochi da fare in spiaggia con i bambini. 

Fonte: SIP (Società Italiana Pediatri)