Home Attualità Fase 2 spiagge aperte | in Emilia Romagna tutto pronto: le regole

Fase 2 spiagge aperte | in Emilia Romagna tutto pronto: le regole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04
CONDIVIDI

Fase 2 spiagge aperte in Emilia Romagna dal 18 maggio per salvare la stagione. Tutte le regole fissate dalla Regione

Pixabay

Fase 2 spiagge aperte dal 18 maggio e una delle prime regioni ad adeguarsi sarà l‘Emilia Romagna che anche di questo turismo vive. La voglia di recuperare il tempo perduto e di salvare la stagione estiva nonostante la minaccia Coronavirus è molta. E adesso ci sono anche le regole, decise dalla Regione e sottoscritte da tutti gli operatori di settore.

Se la Riviera Romagnola è sempre stato sinonimo di sole, abbronzatura e divertimento, almeno quest’anno tutto cambierà. A cominciare dagli ombrelloni e dai lettini In spiaggia dovranno essere sistemati in modo da ottenere una superficie minima ad ombrellone di 12 metri quadrati.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Fase 2 | Le attività che riaprono dal 18 Maggio VIDEO

Se poi ci dovessero essere lettini, sedie sdraio e altro non sistemate sotto l’ombrellone, la distanza minima sarà di 1,5 metri. Unica deroga, per i componenti di uno stesso nucleo familiare o persone che pernottano nella stessa stanza. In questo caso la responsabilità sarà individuale.

Tutto quanto è in dotazione allo stabilimento balneare (comprese le attrezzature galleggianti e o natanti) dovrà essere sanificato. Quindi pulizia ogni giorno e disinfezione  periodicamente con soluzione igienizzante. In ogni caso la disinfezione dovrà comunque garantita ad ogni cambio di clientela. Stesso discorso vale per  i servizi igienici e le docce, anche quelle all’aperto.

Bambini, ristoranti, bar e sport: faremo così

Pixabay

Nuove regole anche per il personale: dovrà mantenere la distanza dai clienti di almeno 1 metro e indossare mascherina. Inoltre dovrà spiegare ai clienti tutte le regole per l’accesso e l’uso delle attrezzature. E in caso di pioggia,  i clienti non potranno fermarsi nei locali dello stabilimento se non è garantita la distanza minima tra uno e l’altro.

Cambia molto pure anche per i bar e i ristoranti degli stabilimenti balneari. Per ora funzioneranno solo su  ordinazione, con consegna dei cibi e bevande all’ombrellone  o lettino rispettando il distanziamento. Vietati invece nella prima fase  gli eventi musicali di qualsiasi genere e le forme di aggregazione come balli o ginnastica in spiaggia. Ma anche aperitivi, happy hours, feste.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Fase 2 | Riapertura delle attività dal 18 Maggio

Anche le aree gioco per i bambini dovranno essere delimitate indicando il numero massimo di bambini ammessi. Per loro è necessaria la vigilanza dei genitori nel rispetto delle indicazioni previste. E tutte le attrezzature presenti devono essere disinfettate periodicamente.

Pixabay

Via libera agli sport individuali in spiaggia, come i racchettoni, o in acqua ( nuoto, windsurf, sup e kitesurf). Per tutti gli altri, a cominciare dal beach volley, saranno valide le regole fissate dal ministero dello Sport e dalle Federazioni.