Burro | 10 motivi per cui mangiarlo fa bene

0
1
burro
Panetto di burro su tagliere - Fonte: iStock photo

Il burro è un alimento spesso considerato negativo per via dei tanti grassi ma che in realtà è ricco di proprietà benefiche.

burro
Panetto di burro su tagliere – Fonte: iStock photo

Negli ultimi anni gli studi sull’alimentazione sono così cambiati da mutare l’idea che si aveva di tanti alimenti. Ciò vale per il cioccolato fondente, per il caffè e anche per il burro. Quest’ultimo, infatti, pur essendo stato considerato per anni un alimento nocivo per via dei tanti grassi che contiene, è in realtà ricco di proprietà benefiche, alcune delle quali particolarmente utili per l’organismo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cioccolato bianco: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Scopriamo quindi quali sono le proprietà del burro e perché, seppur nelle giuste quantità, è bene inserirlo nella propria alimentazione.

Burro: ecco perché fa così bene alla salute

 

Panetto di burro – Fonte: Istock photo

Il burro è un alimento molto amato per via del sapore gradevole che dona a pietanze di ogni tipo. Ottimo condimento, è buono da spalmare sul pane a colazione e si rivela un ingrediente in grado di donare sapore e fragranza a varie ricette sia dolci che salate.

Grazie ai minerali e alle vitamine che contiene, il burro si rivela un alimento prezioso per la salute e pertanto, a meno di non avere patologie specifiche, può essere inserito nell’alimentazione di tutti i giorni, purché ci si limiti a piccole quantità.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Yogurt greco: Proprietà, benefici, controindicazioni e come consumarlo

Ma andiamo alle proprietà del burro, molte delle quali sono ancora del tutto sconosciute e decisamente benefiche per l’organismo.

È ricco di antiossidanti. Il burro è un potente anti ossidante. Si tratta infatti di un alimento che contiene alte quantità di carotene e che per tanto fa bene alle cellule.

Aiuta il sistema immunitario. Sempre grazie al carotene che contiene, il burro è anche uno stimolatore del sistema immunitario, cosa che lo rende un alimento in grado di fortificare l’organismo contro le infezioni.

Fa bene all’intestino. Il burro è ricco di glicosfingolipidi, acidi grassi che proteggono l’intestino da infezioni di vario tipo. Sembra inoltre che assumerlo (sempre in quantità moderate) protegga anche da alcuni problemi gastrointestinali.

Fa bene alla tiroide. Grazie alla quantità di vitamina A, presente in abbondanza, il burro si rivela un ottimo alimento per il benessere della tiroide.

Allevia l’artrite. Il burro contiene una sostanza che aiuta il corpo a contrastare i problemi legati alle articolazioni come, ad esempio, l’artrite. Anche le arterie vengono protette da questa sostanza, purché ovviamente se ne consumi la giusta quantità.

burro
Panetto di burro su piatto – Fonte: Adobe Stock

Fa bene al cuore. Sebbene per diverso tempo si sia creduto vero il contrario, il burro fa bene al cuore. Anche se i grassi saturi aumentano il colesterolo, quelli contenuti nel burro contribuiscono infatti, tra le altre cose, ad innalzare quello buono. Inoltre (anche se la comunità scientifica è ancora parzialmente divisa a riguardo) sembra che non ci siano particolari indicazioni che diano il burro come alimento negativo per il cuore.

Fa bene agli occhi. La vitamina A presente nel burro aiuta a proteggere gli occhi dall’insorgere della cataratta. Inoltre diminuiscono le possibilità di andare incontro alla degenerazione maculare.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bere il caffè fa bene anche di sera

È un anti tumorale. Recenti studi hanno dimostrato che il burro contiene delle sostanze anti tumorali.

Fa bene alle ossa. Grazie alla presenza di manganese, rame, zinco e selenio, il burro fa bene alle ossa, proteggendo l’organismo dall’osteoporosi.

Aiuta a dimagrire. Strano ma vero, secondo alcuni studi il burro (in modeste quantità) si rivela utile anche per chi è a dieta. Consumarlo, infatti, specie se a colazione, aiuta a restare sazi più a lungo e ciò porta a mangiare meno, a sentire meno l’esigenza di cibi golosi e a perdere peso più facilmente.

È bene ricordare che, oltre alle proprietà sopra citate, il burro è un alimento naturale che non contiene sostanze chimiche aggiunte e che ha la particolarità di non avere grassi idrogenati. Per questo motivo, risulta essere più salutare della margarina o di altri grassi elaborati. Ciò nonostante va consumato in quantità ridotte e mai sostituito all’olio extra vergine d’oliva che, ad oggi, resta la fonte più sana di grassi dalla quale attingere.

burroAttenzione: Come già detto, il burro resta un alimento ricco di grassi, molti dei quali saturi. Per questo motivo in caso di colesterolo particolarmente alto o di altre patologie, prima di assumerlo è bene consultarsi con il proprio medico curante in modo da sapere come comportarsi. In ogni caso, fatta eccezione per indicazioni diverse del medico curante o del nutrizionista, non si dovrebbe mai superare la quantità giornaliera di 10-15 grammi.