L’invenzione epocale che ti trasforma in albero dopo la morte

Scopri l’invenzione epocale che sostituisce le classiche tombe funebri: questa capsula ti fa diventare un albero dopo la morte.

Dopo la morte piano piano torneremo ad essere un tutt’uno con la natura …la cenere tornerà ad essere cenere… questa invenzione epocale racchiude questo concetto e trasforma le persone morte in alberi vivi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Reon Pocket: la t-shirt per stare al fresco d’estate inventata da Sony

Dalla tua morte nascerà un albero

albero dopo morte
albero morte

Abbandona il concetto di bara e sepoltura tradizionale, se sei tra coloro che non disprezzano l’idea che le proprie ceneri vengano sparse sull’oceano probabilmente apprezzerai ancora di più l’idea che dopo la tua morte tu risorga albero.

Questo è l’ambizioso progetto di questa innovazione ecologica. Il suo obiettivo? Ridurre il carbonio e farlo facendolo coincidere con il riposo eterno.

Questa idea potrebbe sostituire le classiche tombe funebri usate tradizionalmente per la sepoltura e nello stesso tempo aiutare il nostro pianeta. Con materiali nobili, queste bare-capsule completamente organiche e biodegradabili, nel tempo si trasformano in un albero. Questa innovativa invenzione è stata trasmessa dai nostri colleghi della CNN International.

Un’innovazione come nessun’ altra

albero della morteHai mai pensato di poter diventare un albero dopo la morte? Questa idea, che sembra provenire da un romanzo di fantascienza, è al contrario molto concreta. Alcuni designer si sono messi all’opera per inventare delle capsule di sepoltura completamente biodegradabili nel rispetto della natura, sviluppando un’idea semplice ma con una tecnica avanzata che rispetta la natura.

Grazie a questa rivoluzionaria invenzione ecologica, alla fine dei tuoi giorni potrai riposare in pace ergendoti verso il cielo attraverso un albero. 

Perché si dovrebbe optare per questa soluzione? perché le bare tradizionali inquinano, i materiali generalmente utilizzati per fabbricarle sono legno, metalli, imbottiture sintetiche e cemento, nel caso di tombe rinforzate. Le bare ecologiche in alternativa permettono di aderire ad un progetto di salvaguardia del pianeta e fare in modo che i nostri cari restino in qualche modo con noi sulla terra. 

Immagina! Potresti essere l’albero che si innalza nel giardino della tua casa, al quale legare l’altalena dei tuoi nipotini e all’ombra del quale i tuoi parenti  potrebbero venire a pregare per te.

I due designer rivoluzionari ai quali dobbiamo questa invenzione si chiamano Raoul Bretzel e Anna Citelli. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: L’invenzione che rivoluzionerà la vita di ogni donna

I designer italiani hanno chiamato questa invenzione “Capsula Mundi”, ovvero capsula del mondo. Il nome si riferisce al fatto che l’ uovo con un guscio di plastica biodegradabile si decompone davvero lasciando che e i resti della persona deceduta forniscono nutrienti a un albero piantato sopra di esso.

Un’invenzione originale quindi, che rivoluziona l’idea della morte dando orgoglio alla natura e che metterà fine al consumismo.

Dietro questa idea rivoluzionaria, Bretzel e Citelli sono riusciti a combinare la morte con la fine dell’eccessiva produzione di carbonio. Il loro obiettivo finale è quello di creare cimiteri pieni di alberi invece che cimiteri pieni di tombe convenzionali e loculi di cemento,  riducendo gli sprechi e “creando una nuova vita con la morte” con questa capsula biodegradabile. Questa idea è stata presentata alla fiera italiana del design a Milano qualche anno fa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Minigonne: l’ultima invenzione tecnologica giapponese

A Milano gli ideatori hanno affermato: “Si tratta di una grande sfida perchè a nessuno interessa creare qualcosa che avrà un impatto futuro” […] “Abbiamo iniziato a pensare a progetti che potrebbero avere un aspetto ambientale […]. Ci piace pensare alla morte come parte della vita.”.

Il designer italiano che ha realizzato l’estetica dell’uovo funebre, ha dichiarato che il problema con le sepolture classiche è che sono anaerobiche. E per una buona ragione, i resti delle macerie vengono sigillati e sepolti dentro una bara. L’uomo creativo si rammarica del “degrado incompleto”.

Una cosa è certa, se si concretizzerà questa innovazione rivoluzionaria, i cimiteri potrebbero cambiare radicalmente aspetto.

Alberi amicizia
Photo iStock

Questo progetto ancor prima di venire al mondo può dire di beneficiare del supporto legale. Almeno questo è ciò che afferma Kate Kalanick del Green Burial Council, l’ente nordamericano di certificazione ecologica per l’industria della morte, che nota un “aumento dell’interesse pubblico per le sepolture verdi negli ultimi 24 mesi ”. Questa organizzazione accoglie con favore la crescita della domanda da parte dei fornitori e una maggiore consapevolezza pubblica di questo tipo di pratica. Un risveglio della coscienza che guida la creazione di invenzioni che rinnovano l’idea della morte come questo insolito uovo su cui dorme un albero, dove un uomo riposa in pace.

Da leggere