Organizzare l’armadio | Sfruttare la quarantena per ordinare i vestiti

La quarantena ci mette a disposizione tanto tempo che possiamo sfruttare per mettere ordine nell’armadio utilizzando strategie a dir poco risolutive 

ordinare vestiti
Foto da AdobeStock

Si dice che l’ordine esteriore porti a un ordine interiore, che se ciò che ci circonda è sistemato e al suo posto anche noi ci sentiremo più equilibrate.

Ecco allora che questi giorni di isolamento forzato in casa causa Coronavirus diventano una buona occasione per sistemare tutto ciò per cui mai abbiamo trovato tempo: lo scopo non è solo avere una casa più ordinata ma cercare anche di tenerci occupate e sfruttare la positività dell’ordine.

Da dove partire? Be’ siamo donne, quale miglior inizio del nostro armadio?

Scopriamo allora alcuni consigli su come organizzare al meglio l’armadio: tempo a disposizione ne abbiamo, sfruttiamolo al meglio!

SULLO STESSO ARGOMENTO: Housekeeping: come pulire l’armadio e tenere lontane le tarme

Sfrutta la quarantena per organizzare l’armadio

piegare magliette
Foto da AdobeStock

La vostra operazione riordino dovrà procedere per gradi e seguire regole ferree (spesso anche impietose).

Prima di iniziare occorrerà assicurarsi di avere tutte le giuste armi a disposizione. Scopriamo subito quali sono:

  • Appendini di qualità – E’ vero i migliori sono quelli in legno di cedro, capaci di tenere lontani insetti indesiderati. Senza però arrivare a tanto vi consigliamo di munirvi di grucce (o stampelle a seconda della definizione che più vi piace) resistenti: evitate le terribili varianti in alluminio della lavanderia o quelle che oramai sapete esser vecchie e malconce. On line potrete trovare veri e propri stock a prezzi super convenienti.
  • Appendini di ogni genere – Non basta aver scelto quelli più resistenti, occorre assicurarsi di esser ben muniti delle varie tipologie. Stampelle per gonne, per pantaloni, per cappotti: a ognuna la sua tipologia.
  • Profumatori – Che siano comprati o nelle varianti fai da te poco importa: il vostro armadio dovrà regalarvi gioia a ogni apertura e un buon odore è il primo impatto positivo.
  • Buste nere – Avete presente i sacchi dell’immondizia? Ecco proprio loro. Già perché, doloroso ammetterlo, ma parte del riordino passerà per un’eliminazione senza se e senza ma di ciò che non si indossa più. Prendete però più buste: vedremo poi che i capi scartati avranno diverse destinazioni.

Fatto ciò ci metteremo all’opera.

Il primo step si chiamerà “fuori tutto“? L’armadio va totalmente svuotato (e con l’occasione anche ben ripulito al suo interno) dopo di che si passerà ad analizzare i capi uno per uno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Armadio sempre in ordine: come fare pulizia ed eliminare i capi superflui

Questo è il momento di fare pulizia: quali capi scartare? E’ il momento di dare una risposta. Per farlo bisogna stabilire un vero e proprio “piano d’attacco” e metterlo in atto.

Eccone gli step base:

Criteri di eliminazione – gli tipologia di indumento possiede degli specifici segnali di “scadenza”. Per l’intimo solitamente è la perdita di aderenza: slip slabbrati, reggiseni che non sostengono più hanno fatto il loro tempo. Per i capi invece è o la vestibilità (mi sta grande, mi sta piccolo) o lo stato di mantenimento (scolorito, smagliato, ingrigito). In questi casi ricordate che la regola è “nessuna pietà”: se certe mancanze saltano all’occhio vietato ignorarle e, qualora da sole il coraggio venisse meno, ricorrete al secondo parere. Un convivente ma anche un’amica via WhatsApp saprà darvi il definitivo e inesorabile responso.

Uno dentro-uno fuori – Progettate acquisti? Tenetene conto per fare un po’ di pulizia. Se avete adocchiato un maglione su qualche sito gettate quello che avete ma non usate più perché rovinato o, semplicemente, non più di vostro gusto. Questo criterio andrà poi mantenuto anche in futuro per garantire di nona accumulare più senza criterio: per far spazio al nuovo dovrete dire addio al vecchio.

Gli scartati – Lo spreco non è ammissibile, nella moda come nella vita. Ecco allora che quando scartate un abito (e dovrete farlo) sarà bene decidere quale futuro gli spetta. E’ in buono stato? Puoi donarlo in beneficenza o regalarlo a qualche amica che saprà rendergli giustizia. E’ un po’ liso? Magari potrebbe esser eccellente come straccio per spolverare o come materia prima per qualche lavoretto fai da te. E perché non provare a guadagnarci: i social sono un ottima piattaforma di vendita, oltre naturalmente a siti e app dedicate. Potrebbe iniziare per voi un vero e proprio business.

SULLO STESSO ARGOMENTO: 8 astuzie salvaspazio e salvaordine per il tuo guardaroba

Completata la pulizia il secondo step consisterà nel riporre nel migliore dei modi i capi salvati. Anche qui la razionalità sarà tutto:

Appendere con criterio – Non si tratta solo di stirare bene i panni e mettersi cona attenzione sulla stampella (per quanto ciò sia importante) ma anche di riporti poi nell’armadio seguendo una logica. A voi ovviamente la scelta di quale criterio vi sembra più opportuno: colore? Occasione d’uso? Tipologia di capo? Prendete una decisione e non mollatela più!

Che cosa piegare e che cosa appendere – E’ una scelta cruciale, in primis per far sì che gli abiti si conservino sempre al meglio. Il nostro consiglio è di piegare t.shirt, maglioni e magliette in generale, appendendo invece camicie, maxi maglioni e ovviamente gonne, pantaloni, giacche e vestiti.

Ordine cassetti – I cassetti meritano una pensione a parte. Il rischio di affollarli e non riuscire più a trovare nulla è infatti assai elevato. Se possibile vi consigliamo allora di arrotolare le magliette (già proprio come nei negozi) così da vederle tutte al primo colpo d’occhio e risparmiare spazio. Per i maglioni invece meglio se possibile metterli uno sopra l’altro su dei ripiani, così che siano impilati ma ben riconoscibili. Per l’intimo invece vi avevamo dato diversi consigli in Le regole per il perfetto cassetto dell’intimo

Infine, solo quando sarete sicure che tutto sia al proprio posto, potrete inserire i sacchetti profumati (se vi piacciono alla lavanda potete trovare cliccando qui un divertente video per confezionarli con le vostre mani).

SULLO STESSO ARGOMENTO: Sacchetti profumati per armadi e cassetti fai da te

ordinare armadio
Foto da AdobeStock

Ora il vostro armadio è veramente impeccabile e potete stare certe che questa giornata di quarantena è stata più che ben impegnata.

Adesso tutto starà nel mantenere quest’ordine: forza e coraggio!

Da leggere