Fedez “Ho dato un senso a 48 ore” | Accertamenti Polizia verso Codacons

0
64

Dopo due giorni di diatriba pare che Fedez abbia smosso qualcosa, la Polizia farà degli accertamenti verso il Codacons. Iniziato tutto due giorni fa sul social Instagram attraverso dei video nei quali Fedez si scagliava contro l’associazione consumatori. Fedez riesce ad arrivare ad un punto: accertamenti della Polizia verso il Codacons.

Fedez
Fonte: Instagram @fedez

Confermare l’avvenuta mossa che la polizia porterà avanti nei confronti dell’associazione dei consumatori è un post Instagram del cantante. Lo stesso, scrive di essere riuscito a dare un senso a queste 48 ore di travaglio. Partono gli accertamenti verso Codacons.

Leggi anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.

La questione dei fondi privati | Il cantante contro il Codacons tramite Instagram stories

Fedez
La questione dei fondi privati | Fedez contro il Codacons (Twitter photo)

Esattamente due giorni fa il cantante Fedez si era scagliato contro l’associazione dei consumatori Codacons accusandoli di fare esclusivamente i propri interessi. Il cantante attraverso dei video sul social Instagram aveva dimostrato tramite pagine del sito web dell’associazione in questione come era possibile ed è possibile fare una donazione dalla quale ci ricaverebbero solo loro stessi.

Leggi anche >>>

L’iniziale attrito è esploso poiché proprio il Codacons aveva inveito attraverso il web, precedentemente, nei confronti di Fedez e Chiara Ferragni che non poco tempo fa avevano iniziato le loro donazioni attraverso fondi privati. 

Codacons aveva deciso di chiedere delle delucidazioni a seguito alle donazioni fatte dai coniugi la beneficenza degli ospedali del Nord Italia. Chiara Ferragni e Fedez si erano serviti dell’associazione GoFoundMe, il Codacons aveva insinuato che proprio quest’ultima associazione febbre delle donazioni fatte dagli utenti. Ed è proprio in quel momento che Fedez abbasso tutte le furie e inizia realmente ad indagare su il sito del Codacons. Quello che non torna al cantante è il fatto che proprio un’associazione che si basa sui diritti del consumatore voglia chiudere le donazioni effettuate attraverso fondi privati destinati a gli ospedali.

Fedez contro Codacons
Fedez Fonte: Twitter

Queste 48 ore di “martirio” e di informazioni riguardo ai dettagli con il quale il Codacons si muove attraverso il web ha portato a qualcosa che il cantante sperava. Infatti, il Ministro dell’interno ha avviato degli accertamenti tramite la Polizia di Stato verso il Codacons. Questo è quanto posta Fedez sul suo profilo personale Twitter.