Coronavirus | Toccante messaggio del rettore di Perugia agli studenti

0
13

Coronavirus, il messaggio del rettore dell’università di Perugia Maurizio Oliviero agli studenti: “quando finirà vi voglio tutti ubriachi e a pomiciare sui prati”.

coronavirus-rettore-perugia-
Maurizio Oliviero, rettore dell’università di Perugia – Screenshot da video

Il rettore dell’università di Perugia, Maurizio Oliviero, si commuove in un videomessaggio con cui ha esortato gli studenti a non mollare, a resistere rispettando tutte le norme di sicurezza per contenere il contagio da coronavirus per poter poi fare una grande festa quando tutto finirà.

Coronavirus, il rettore di Perugia agli studenti: “quando tutto finirà, vi voglio vedere tutti ubriachi e a pomiciare sui prati”

Coronavirus
Coronavirus | Arriva un anticorpo contro il virus dall’Olanda (Unsplash photo)

Il rettore dell’università di Perugia, Maurizio Oliviero, ha deciso di far sentire la propria presenza a tutti gli studenti della sua università. In un momento particolarmente difficile per tutti gli italiani, gli studenti dell’università di Perugia stanno continuando a seguire le lezioni a distanza. Durante una lezione, hanno così ricevuto il toccante messaggio del rettore che, mentre parlava, non è riuscito a non emozionarsi.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Durante una lezione della professoressa Maria Chiara Locchi, gli studenti che, in quel momento stavano seguendo il tutto da casa, si sono ritrovati di fronte il rettore Oliviero che ha voluto fare una promessa ai suoi studenti.

“Siamo a disposizione, vi vogliamo bene: siete la nostra risorsa più importante. Se siamo tutti insieme a combattere questa situazione, credetemi, ne usciremo presto. Oggi dobbiamo alzarci in piedi ed essere comprensivi l’un l’altro”, ha detto tra le lacrime il rettore.

Consapevole del momento complicato che stanno vivendo tutti, anche i giovani, Maurizio Oliviero, visibilmente commosso, ha fatto una bellissima promessa ai suoi studenti esortandoli, contemporaneamente, a non mollare e a non perdere la speranza.

Quando tutto questo finirà organizzerò una grande festa e vi voglio tutti ubriachi e a pomiciare sui prati. Anch’io mi ubriacherò e ballerò, per la prima volta nella mia vita”, ha detto un commosso rettore che spera di poter riabbracciare tutti i suoi studenti il prima possibile.

Un messaggio di speranza per tutti quello del rettore con l’auspicio che i decessi tra i quali c’è anche il 34enne Emanuele Renzi dimuiniscano.