Home Attualità Coronavirus | Eros Ramazzotti costretto a fermare il tour negli States

Coronavirus | Eros Ramazzotti costretto a fermare il tour negli States

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:49
CONDIVIDI

Il Coronavirus ferma anche il tour di Eros Ramazzotti, che stava raccogliendo un enorme consenso oltre oceano. Il messaggio del cantautore romano è arrivato via Instagram con tutte le spiegazioni.

coronavirus eros ramazzotti
Eros Ramazzotti e Salmo (Foto: Instagram)

Eros Ramazzotti si arrende al Coronavirus e decide di riportare a casa tutti coloro che stanno lavorando con lui e per lui nel corso del tour.

La serie dei concerti in America stava ottenendo un successo strepitoso: stadi pieni e fan entusiasti. Nonostante questo Eros Ramazzotti ha voluto ricongiungersi alla famiglia e soprattutto dare la stessa opportunità a tutti i suoi collaboratori.

Il Coronavirus ferma Eros Ramazzotti

Aurora Ramazzotti con Eros Ramazzotti
Aurora Ramazzotti con Eros Ramazzotti (Foto: Instagram)

Il Tour Vita Ce N’è World ha portato Eros Ramazzotti a suonare in diversi paesi del mondo nell’arco di 13 mesi. Iniziato nel giorno di San Valentino, il tour ha toccato ben 89 città differenti registrando molto spesso il sold out.

La serie di date avrebbe dovuto concludersi il 13 Marzo a Los Angeles con un gran finale che sarebbe stato la celebrazione della nuova e trionfale tappa della carriera di Eros Ramazzotti, ormai quasi sessantenne ma ancora perfettamente in grado di reggere un impegno di portata gigantesca come quello di un tour mondiale.

Purtroppo la diffusione del contagio da Coronavirus e la relativa emergenza sanitaria che il nostro Paese è costretto ad affrontare hanno cambiato le carte in tavola ed Eros, così come molti altri artisti, ha dovuto fare i conti con le nuove condizioni sanitarie e sociali del mondo e dell’Italia in particolare.

“Non ce la sentiamo di chiedere a tutti i nostri di restare ancora fuori” ha spiegato su Instagram il cantautore facendo riferimento a tutti i membri del suo staff. “È un sacrificio troppo grande stare a migliaia di chilometri dai nostri cari, tutti desideriamo tornare a casa […] per lottare contro questa situazione allucinante”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eros Ramazzotti (@ramazzotti_eros) in data:

Ovviamente la decisione di Eros, per quanto dettata da cause di forza maggiore, ha provocato un grande disappunto tra i fan che avevano acquistato il biglietto per assistere allo spettacolo di Los Angeles e che si trovano costretti a rinunciare all’evento.

“Ci dispiace tanto ma torneremo presto, e grazie per la vostra comprensione” ha scritto Eros ai fan che vivono negli States.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE => Tutti gli aggiornamenti sul COVID19

Eros Ramazzotti condivide l’hashtag del governo

Eros ramazzotti murale

Il lungo messaggio di Eros Ramazzotti si conclude con la condivisione dell’hashtag #iorestoacasa, che in questi giorni viene diffuso sempre più spesso anche da moltissimi artisti che si stanno schierando in prima fila per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di rimanere a casa più a lungo possibile rispettando le norme per la riduzione del rischio di contagio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi) in data:

Tra gli altri vanno segnalati Vasco Rossi Jovanotti, nonché Emma Marrone Francesco Gabbani, il quale nella giornata del 10 Marzo ha anche organizzato un concerto in diretta streaming per invitare i suoi follower a sostenere la raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.