Coronavirus | il decorso dell’infezione nei bambini molto piccoli

0
32

I dati riguardanti il coronavirus e i bambini molto piccoli sono decisamente confortanti. Ecco cosa dicono gli scienziati.

Coronavirus | decorso dell'infezione nei bambini molto piccoli
Fonte foto: Istock

Il Coronavirus è diventata una vera e propria emergenza anche nel nostro paese, soprattutto nelle regioni di Lombardia, Veneto e Piemonte, dove le istituzioni hanno deciso di mettere in isolamento interi comuni.

La paura di questo virus, sta colpendo tutti, ma in special modo i genitori preoccupati per i loro figli, soprattutto quelli molto piccoli. Ecco cosa dicono gli scienziati.

->>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Coronavirus | Terzo decesso in Italia: è una donna lombarda – VIDEO

Coronavirus e bambini molto piccoli | tutto quello che i genitori dovrebbero sapere

coronavirus e bimbi piccoli quello che i genitori dovrebbero sapere
Fonte foto: Istock

Dagli ultimi dati emersi sulle analisi fatte sul Coronavirus, è apparso che i bambini, anche quelli molto piccoli sarebbero meno soggetti all’infezione e, se colpiti, il decorso della malattia sarebbe molto diversa rispetto a quello subito da adulti, soprattutto quelli immuno depressi e malati.

I bambini dunque sarebbero meno soggetti alle forme gravi del Coronavirus e a confermare il dato ci sarebbe una comunicazione pubblicata su Jama in cui si rende pubblico il risultato dell’analisi dell’evoluzione clinica dell’infezione in nove bambini molto piccoli compresi tra uno e undici mesi.

Di questi nove bimbi, soltanto quattro avevano la febbre, due avevano soltanto raffreddore e tosse e uno non aveva nessun tipo di sintomatologia evidente.

Di due di questi bambini si evidenzia che non si avevano notizie certe sullo stato clinico nel momento in cui sono stati ricoverati. Tutti e nove i bambini avevano almeno un membro della loro famiglia infettato dal virus.  L’evoluzione clinica del Coronavirus in tutti i bambini posti sotto osservazione è stata priva di complicazioni e senza la necessità di interventi come la ventilazione assistita.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

I bambini dunque non sarebbero immuni la virus, ma l’evoluzione dell’infezione avrebbe un carattere più benigno rispetto a casi di coronavirus contratto da adulti.

Come messo in evidenza dai media e dalle comunicazioni ufficiali da parte degli organi istituzionali, non esiste una vera e propria emergenza ‘coronavirsus’ se non nei comuni già messi in isolamento. Tenere sempre le dovute distanze tra persone, soprattutto in ambienti pubblici e ristretti come quelli dei mezzi pubblici, concorrerà a ridurre le possibilità di contagio, anche nel caso dei bambini piccoli.

neonato areosol
(Istock)

Per quanto gli asili nido, si potranno frequentare fino a quando le istituzioni regionali non provvederanno alla chiusura, come per esempio sta avvenendo in Lombardia in queste ultime ore.

(Fonte: Medicalfacts di Roberto Burioni) 

->>>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Coronavirus, scuole sospese in diverse regioni