Billie Ellish piange ai Brit Awards: “Gli hater mi rovinano la vita”

0
21

Billie Ellish contro gli hater dal palco dei Brit Award: la cantante ha lanciato un disperato grido di aiuto mentre ritirava il premio come miglior artista internazionale. 

Billie Ellish hater
Billie Ellish (Foto: Instagram)

Diciotto anni, un talento incredibile e soprattutto una carriera in grandissima ascesa. Billie Ellish è senza ombra di dubbio la rivelazione della musica pop internazionale di questi ultimi anni.

Nonostante l’apparenza di una vita perfetta, costellata di premi e di riconoscimenti, Billie sta combattendo una battaglia difficilissima contro gli hater che continuano a prenderla di mira ogni giorno, costantemente, qualsiasi cosa accada nella sua vita.

La cantante aveva confessato di aver rinunciato a utilizzare i social proprio per non incappare nella rete d’odio costruita costantemente intorno a lei dai leoni da tastiera, ma pare che i problemi non si siano ancora risolti.

Billie Ellish: “Mi sono sentita molto odiata”

Billie Ellish premi
Billie Ellish (Foto: Instagram)

Nessuno dovrebbe pronunciare una frase come quella quella che Billie Ellish ha avuto il coraggio di pronunciare pubblicamente, nei microfoni dei Brit Awards: “Mi sono sentita molto odiata”. 

Appena pochi istanti prima, al momento di ritirare il premio come miglior artista femminile internazionale dalle mani dell’amatissima Mel B, Billie era scoppiata a piangere.

I motivi, purtroppo, non riguardavano esclusivamente l’emozione di trovarsi su uno dei palcoscenici più prestigiosi della musica internazionale.

“Quando sono sul palco e vedo voi che mi sorridete, mi fate venire davvero voglia di piangere, e voglio piangere adesso. Quindi grazie” ha aggiunto la cantautrice.

Il vero motivo delle sue lacrime, quindi, è stato il rendersi conto di essere circondata di gente che la ama e che ammira il suo lavoro, che è disposta ad applaudirla piuttosto che a offenderla. Sono state quindi lacrime di sollievo e di gratitudine, che però hanno alzato ancora una volta il velo su un problema molto lontano dall’essere risolto: l’odio sul web.

Billie aveva già toccato l’argomento in passato, quando si era confidata al BBC Breakfast, un famoso talk show della fascia mattutina. In quell’occasione la cantautrice aveva dovuto ammettere di aver rinunciato a usare i social, seppure a malincuore.

La causa principale erano gli odiatori seriali che riversavano continuamente sui suoi profili ufficiali commenti al vetriolo, spesso indirizzati non soltanto al suo lavoro di artista, ma anche alla sua vita personale.

“Puoi fare le cose migliori di sempre, ma le persone ti odieranno comunque” aveva detto la Ellish, che sembra non riuscire nemmeno a pensare che con ogni probabilità l’odio è alimentato dall’invidia.

Un libro per Billie Ellish

La portata internazionale del fenomeno pop rappresentato da Billie Ellish ha portato di recente alla pubblicazione di un libro sulla storia personale e artistica dell’artista.

La biografia si intitola Good Girl, Bad Guy – Il Mondo di Billie Ellish e ha posto l’accento non soltanto sulla qualità della musica scritta e interpretata da Billie, ma anche sulla profonda connessione emotiva che l’artista riesce a intrattenere con il propri fan.

Proprio a causa del bisogno di rimanere in contatto con il proprio pubblico, per molto tempo Billie aveva rimandato la dolorosa decisione di chiudere ogni rapporto con i social, e proprio a causa della sua empatia gli attacchi degli hater riescono a arrivare così in profondità nel cuore di un’artista che – è bene ricordarlo – ha soltanto diciotto anni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Billie Eilish Soft/Hot Edits (@bilsplanet) in data:

Billie Ellish non è l’unica pop star a dover sopravvivere al proprio successo: proprio in questi ultimi mesi Justin Bieber ha voluto dedicare ampio spazio mediatico e artistico alla sua rinascita personale, che gli ha permesso di uscire dal tunnel di droga e autodistruzione in cui si era infilato in giovanissima età per resistere alle pressioni mediatiche a cui era esposto.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.