Monologo Diletta Leotta Sanremo 2020 | Francesca Barra: “devi dire la verità”

0
32

Monologo Diletta Leotta a Sanremo 2020, Francesca Barra attacca: “Se vuoi fare tv verità devi dire la verità, ciò che dici non corrisponde a ciò che sei.

monologo diletta leotta sanremo 2020
Diletta Leotta a Sanremo 2020 – Screenshot da video

Il monologo di Diletta Leotta a Sanremo 2020 non è piaciuto a tutti. Le parole della conduttrice hanno scatenato la dura reazione di alcune donne del mondo dello spettacolo, in primis di Monica Leofreddi e di Francesca Barra che hanno pubblicamente criticato le parole pronunciate dalla Leotta ricevendo i consensi dei propri followers.

Monologo Diletta Leotta Sanremo 2020 sulla bellezza: “crea un vantaggio, ma non è un merito”

monologo diletta leotta sanremo 2020
Diletta Leotta a Sanremo 2020 – Screenshot da video

“La bellezza capita, non è un merito. Certo, è un vantaggio, altrimenti col cavolo che sarei qui. Sarei ipocrita se dicessi che il mio aspetto è secondario. Mia nonna Elena me lo diceva sempre: la bellezza è un peso che con il tempo ti può fare inciampare se non la sai portare”, ha esordito Diletta Leotta che approfittando della presenza all’Ariston della nonna, sposta l’argomento sulla bellezza che resta anche se il tempo passa.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

“Chissà se sarò felice come mia nonna a 85 anni, lei lo è perché ha riso tanto in vita sua. Il tempo passa per tutti ma non passa per tutti allo stesso modo, e mia nonna ha vissuto alla grande. Io non ho paura, perché lei mi ha insegnato ad essere diversamente bella”, conclude la Leotta dopo aver visto la propria immagine invecchiata.

Monologo Diletta Leotta Sanremo 2020: l’attacco di Francesca Barra e Monica Leofreddi

monologo diletta leotta sanremo 2020
Diletta Leotta a Sanremo 2020 – Screenshot da video

Se il monologo di Rula Jebreal ha commosso tutto il pubblico di Sanremo 2020, quello di Diletta Leotta ha spaccato l’opinione pubblica. Tra le prime donne del mondo dello spettacolo a commentare le parole pronunciate dalla Leotta c’è Monica Leofreddi che, su Twitter, ha scritto: “Con tutto il rispetto per Diletta Leotta ma che la Bellezza come valore debba essere rappresentata da una che a 28 anni si è rifatta tutta, non mi sembra il massimo”.

Ancora più incisivo l’attacco di Francesca Barra che, su Instagram, ha pubblicato un lungo post criticando il monologo della Leotta. “Un finto smascheramento che ha cercato la complicità del pubblico, senza riscontro. Se vuoi fare tv verità devi dire la verità, abbassare la maschera per davvero. Perché risulti solo retorica se ciò che dici non corrisponde a ciò che sei”: Francesca Barra usa queste parole per descrivere il monologo sulla bellezza della Leotta.

Leggi anche—>Sanremo 2020 | Gessica Notaro e Antonio Maggio emozionano con Ermal Meta

“Perché lei poteva liberarci dall’ipocrisia e raccontare che sì, si può avere paura di invecchiare. Di non corrispondere ai canoni estetici che sognavamo e di essere libere di ristrutturarsi quando non ti “capita” la bellezza che desideravi per te stessa. Perché ritoccarsi è una libera scelta di buon senso, buon gusto, ma pur sempre una libera scelta. E se l’avesse ammesso sarebbe diventata la paladina di un’altra verità, seppur scomoda. Avrebbe sdoganato un sacrosanto diritto al libero arbitrio sul proprio corpo, manifesto vero di emancipazione. Anche perché la differenza la fa sempre chi indossa un abito, come lo si indossa. Si può essere naturali e volgari allo stesso tempo, infatti”, aggiunge.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

L’ho sempre difesa dagli attacchi e lo sapete. Ma ieri sera non ho apprezzato il presuntuoso monologo di Diletta Leotta: un finto “smascheramento” che ha cercato la complicità del pubblico, senza riscontro. Se vuoi fare tv verità devi dire la verità, abbassare la maschera per davvero. Perché risulti solo retorica se ciò che dici non corrisponde a ciò che sei. Perché lei poteva liberarci dall’ipocrisia e raccontare che sì, si può avere paura di invecchiare. Di non corrispondere ai canoni estetici che sognavamo e di essere libere di ristrutturarsi quando non ti “capita” la bellezza che desideravi per te stessa. Perché ritoccarsi è una libera scelta di buon senso, buon gusto, ma pur sempre una libera scelta. E se l’avesse ammesso sarebbe diventata la paladina di un’altra verità, seppur scomoda. Avrebbe sdoganato un sacrosanto diritto al libero arbitrio sul proprio corpo, manifesto vero di emancipazione. Anche perché la differenza la fa sempre chi indossa un abito, come lo si indossa. Si può essere naturali e volgari allo stesso tempo, infatti. Ma se mi dici che le rughe non ti fanno paura non serve, non ti credo e non basta la nonna a renderti credibile. Perché se non sei la Magnani e le rughe non le mostri, allora sí, hai paura cara Diletta. E qualcuno te lo doveva suggerire che non c’è niente di male. Il male è nell’inganno e non è estetico. Ma se menti si vede, e non c’è trucco (o trucchetti) che servano. E poi che noia quando ha detto “non ci prendiamo in giro sul palco ci stai se sei bona”, perché fortunatamente esistono innumerevoli qualità e talenti da mostrare. Io ho avuto tante paure di: ingrassare, invecchiare. Ma sono quelle paure, superate a modo mio, che mi rendono unica. #sanremo #dilettaleotta #francescabarra #tuttiallasbarra

Un post condiviso da Francesca Barra (@francescabarra1) in data:

“Ma se mi dici che le rughe non ti fanno paura non serve, non ti credo e non basta la nonna a renderti credibile. Perché se non sei la Magnani e le rughe non le mostri, allora sí, hai paura cara Diletta. E qualcuno te lo doveva suggerire che non c’è niente
di male. Il male è nell’inganno e non è estetico. Ma se menti si vede, e non c’è trucco (o trucchetti) che servano”, scrive ancora la Barra.

diletta leotta
Dieletta Leotta a Sanremo

“E poi che noia quando ha detto non ci prendiamo in giro sul palco ci stai se sei bona, perché fortunatamente esistono innumerevoli qualità e talenti da mostrare. Io ho avuto tante paure di: ingrassare, invecchiare. Ma sono quelle paure, superate a modo mio, che mi rendono unica”, conclude la Barra.