Ecco la storia di Fido | l’Hachiko italiano campione di lealtà

0
47

La storia di Hachiko, il cane che in Giappone attese alla stazione il padrone ormai morto per anni ha commosso il mondo. Anche l’Italia ha avuto il suo Hachiko, si chiamava fido e ha atteso il suo padrone per 14 anni. 

Fido l'Hachikio italiano campione di lealtà
Fonte foto: fido: borgo san lorenzo Facebook

L’amore dei cani per i propri amici umani è meraviglioso e di storie legate a questi rapporti ve ne sono moltissime, prima fra tutte quella di Hachiko, l’Akitainu che in Giappone attese il suo padrone morto alla stazione del treno per 15 anni. Questa storia fu ispirazione per il film omonimo ‘Hachiko’ interpretato da Richard Gere. 

Anche l’Italia però, ha avuto il suo Hachiko campione di fedeltà, il suo nome è Fido e a lui è dedicato un monumento in Borgo San Lorenzo in provincia di Firenze. Davanti al municipio si erge infatti questa statua dedicata a Fido, il cane rappresentatoi in una bellissima scultura in bronzo. L’animale,  nonostante il suo padrone fosse morto, lo ha atteso per 14 anni alla fermata della corriera dove lo aveva visto scendere ogni giorno della loro vita assieme. La dedica sul monumento dice: “A Fido, esempio di fedeltà”. 

->>>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ecco i cibi che fanno male al tuo cane

Fido | il cane che commosse l’Italia per la sua fedeltà al padrone

Fido, il cane che commosse l'Italia per la sua fedeltà
Fonte foto: Fido: borgo san lorenzo Facebook

La storia di Fido ha molti punti in comune con la storia di Hachiko, il cane giapponese che attese il padrone morto per 15 anni alla stazione del treno. Fido, un cane a cui in Borgo San Lorenzo in provincia di Firenze è dedicato un monumento, il cane che per 14 anni ha atteso il suo padrone, Carlo Soriani, alla fermata della corriera dove ogni giorno l’uomo scendeva dopo aver svolto il suo turno di lavoro in fabbrica. La fabbrica che il 30 dicembre del 1943 fu rasa al suolo da un bombardamento che gli tolse la vita.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Fido, il meticcio bianco e nero, continuò per 14 anni ad attendere ogni giorno il suo padrone e continuò ad andare anche quando le sue zampe, segnate dalla vecchiaia, ormai lo sostenevano a stento. La sua morte avvenne l’8 giugno del 1958 e l’annuncio della sua scomparsa viene dato dai maggiori quotidiani, primo fra tutti ‘La Nazione‘ che dedica alla sua commovente storia ben 4 colonne. Pochi mesi dopo fu inaugurata la statua in suo onore e da allora tutti si fermano a salutare fido, l’esempio più grande di amore e fedeltà.

->>>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Giappone, il delfino che cambia colore: quando si emoziona diventa rosa

Ecco i cibi che fanno male al tuo cane
Fonte foto: Istock