Home Televisione Sanremo 2020: la reunion di un gruppo storico è la vittoria di...

Sanremo 2020: la reunion di un gruppo storico è la vittoria di Amadeus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:06
CONDIVIDI

Sanremo 2020 vedrà l’esibizione di un gruppo che da anni non si esibisce nella sua formazione originale. Amadeus mantiene la promessa e celebra la musica che ha fatto la storia del Festival.

Sanremo 2020
Sanremo 2020 vedrà sul palco dell’Ariston un gruppo che fece la storia (Foto: Instagram)

Amadeus ha deciso di assumersi il difficilissimo compito di traghettare gli spettatori attraverso il passato e il presente del Festival di Sanremo riuscendo, forse, a prevedere la sua evoluzione futura.

Per quanto riguarda la celebrazione della grande musica passata, il direttore artistico del settantesimo Festival di Sanremo è riuscito nell’impresa di ricostituire un gruppo che vide l’apice della propria fama tra gli anni Settanta e Ottanta. Nei decenni successivi la formazione venne spogliata di due dei suoi membri, uno dei quali fu colpito da un gravissimo lutto famigliare.

Lo storico complesso italiano è quello dei Ricchi e Poveri, che torneranno sul palco dell’Ariston per il cinquantesimo anniversario della loro storica partecipazione con La Prima Cosa Bella, una canzone che ancora oggi tutti gli italiani conoscono e sanno cantare.

La storia dei Ricchi e Poveri

I Ricchi e Poveri erano formati originariamente da quattro cantanti, due uomini e due donne: Angelo Sotgiu, Angela Brambati, Marina Occhiena e Franco Gatti.

Il quartetto, che si formò a Genova nel 1967, fu secondo soltanto ai Pooh come risultati di vendita, vantando all’attivo oltre 22 milioni di copie vendute. Sostenuti da Fabrizio De André e Franco Califano ottennero una serie di successi discografici memorabili.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Growing Up Italian (@growingupitalian) in data:

La prima defezione fu quella di Marina Occhiena, che nel 1981 decise di lasciare il gruppo a causa di forti contrasti con l’altra componente femminile del gruppo, che da quel momento rimase l’unica donna della formazione.

Da allora i Ricchi e Poveri hanno continuato a esibirsi come trio fino al doloroso abbandono anche di Franco, colpito in anni recentissimi da un drammatico lutto familiare. Era il 2013 quando Franco Gatti ricevette la notizia della morte improvvisa del figlio ventiduenne, ritrovato in casa privo di vita. Per un’amara ironia della sorte nello stesso giorno il trio avrebbe dovuto partecipare alla sessantatreesima edizione di Sanremo in qualità di ospiti d’onore per celebrare il loro primi 45 anni di carriera. La partecipazione fu annullata. Tre anni dopo Franco Gatti abbandonò la formazione per rimanere il più vicino possibile alla propria famiglia.

Da quel momento, quello che era nato come quartetto si ritrova a essere un duo ma continua l’attività partecipando anche a vari progetti benefici.

La reunion e la partecipazione a Sanremo 2020

Nel 2019 Angelo e Angela sono coinvolti da Amadeus nel progetto Ora o Mai Piùi due cantanti lavoreranno in qualità di coach al fianco del cantante Michele Pecora. 

Forse proprio in virtù della vicinanza professionale che si è stabilità tra Amadeus e i Ricchi e Poveri questi ultimi hanno accettato di mettere in atto una storica reunion e tornare a esibirsi al Festival di Sanremo 2020 con la formazione originale. L’annuncio ufficiale della ricreazione del gruppo è stato diffuso dal manager del gruppo, Danilo Mancuso, il 25 Gennaio 2020.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.