Coppia | I segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più

pulizia
(Istock)

Coppia | I segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più: come rendersene conto in tempo e come comportarsi per recuperare il rapporto

coppia in casa
coppia i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più (Istock)

In una coppia sposata o anche convivente, ad un certo punto, per molte coppie, arriva il momento in cui la moglie o la fidanzata si rende conto che “qualcosa non va più”. Il maritino che sino a pochi mesi fa era amorevole e pieno di attenzioni poco per volta si è spento, allontanato, insomma non ci considera più come prima. Il primo pensiero che viene alla mente è: “Ha un’altra”, ma spesso non è così, anzi, probabilmente non ha un’amante – e poi vedremo il perché. Forse, molto più probabilmente ha smesso di desiderarti. Quello che c’è da capire è se la cosa sia reciproca o se il “rifiuto” è solo unilaterale e cioè, da parte di lui. Spesso le donne “accasate” si trascurano con molta più facilità non capendo che così facendo, il proprio uomo si rabbuia inevitabilmente giorno dopo giorno, sino alla morte lenta e agonizzante della desiderabilità. Insomma, i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più sono, per l’appunto, evidenti. Non riesci a riconoscerli? Bene, apri gli occhi e leggi bene, stiamo per svelarteli!

Potrebbe interessarti anche: Matrimonio: i segnali che tua moglie non ti ama più

I segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più

coppia crisi
i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più (Istock)

Ti stai chiedendo come capire se tuo marito non ti desidera più, o peggio, non ti ama più? Ecco allora tutti i segnali da non sottovalutare per rendersene conto. Se sei giunta a chiedertelo le cose non vanno bene e non hai bisogno che te lo dica io per saperlo, giusto? Che sia la realtà dei fatti o solo un tuo pensiero o una tua convinzione qualcosa da sistemare c’è. Ma prendiamo però in considerazione l’idea che ci sia davvero qualcosa che non va e che il dubbio che tuo marito non ti desidera più sia legittimo.

Sei sposata da anni con il tuo primo amore. Ormai, tra di voi non ci sono più segreti: prevedi le sue mosse, anticipi le sue frasi, ritieni addirittura di conoscerlo più di quanto lui conosca se stesso. Nel momento in cui hai pronunciato il fatidico «sì» sull’altare hai pensato che niente e nessuno avrebbero mai potuto scalfire il vostro amore e il vostro sentimento sarebbe durato per l’eternità.

Sono trascorsi alcuni anni e la stanchezza del rapporto inizia a farsi sentire. Lui non ti riserva più tutte quelle premure di un tempo. Magari pensi che il lavoro, lo stress, i figli, il trasloco possano incidere e pesare sul vostro rapporto. Cerchi di essere comprensiva e giustifichi le sue mancanze. D’altronde, anche tu hai le tue colpe; ti sei spesso lasciata travolgere dal nervosismo e dalle preoccupazioni della quotidianità ed il vostro rapporto non è proprio idilliaco come immaginavi.

Può darsi che tu ti stia chiedendo: perché mio marito non mi desidera più? Le ragioni potrebbero essere molteplici, scopriamoli insieme.

1° Segnale | Mancanza di effusioni

i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Fonte: Istock

Prima non aveva problemi a dispensarti carezze e abbracci, per non parlare dei baci. Non si tirava indietro quando ti lasciavi andare ad effusioni mentre eravate fuori con gli amici, per la strada o al ristorante. Ora manifesta fastidio e preferisce evitare. Se poi le tue effusioni lo infastidiscono anche quando siete solo il problema non è da sottovalutare.

Di solito le effusioni sono sintomo d’amore e anche di desiderio. Quando non ci sono più qualcosa non va. Certo ci sono persone che, caratterialmente, non ci sono portate, ma sono sempre così. Non lo diventano in un secondo tempo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

2° Segnale | Mancanza di rispetto anche per cose piccole

coppia che litiga
I segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Fonte: Istock

Ciò che non si permetteva prima, fa adesso. Prima non ti avrebbe mai criticata, non sarebbe stato mai maleducato e scortese. Non ti avrebbe trattata come una quasi menomata psichica ora, invece, sì.

Prima si comportava in modo civile, non lasciava i calzini sporchi e puzzolenti in giro e nemmeno le mutande. Non faceva le puzze in tua presenza, si radeva e non ruttava a tavola. Ora lo fa, salvo poi scusarsi senza gran rincrescimento.

Potrebbe interessarti anche: Coppia | I comportamenti della donna che l’uomo non sopporta – VIDEO

3° Segnale | Lo spazio

segnali che tuo marito non ti deisidera
i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Fonte: IStock

Prima era assolutamente condiviso sempre e dovunque. Cosa significa? Che passavate molto tempo insieme. La sera rincasava subito dopo il lavoro, il sabato e la domenica organizzavate cose da fare in coppia.

Ora fa tardi, si ferma a fare gli straordinari e poi magari a bere un aperitivo con i colleghi, spuntano apericena qui e là e impegni non solo lavorativi, ma anche con amici. È come se cercasse di farsi spazio, di crearsi spazio e questo lo allontana.

Hai presente la classica frase: “ho bisogno di spazio”? Ecco, quella, accompagnata magari anche da “mi soffochi” oppure da “mi sento soffocare” non sono un gran bel segno.

Un altro segnale è la sensazione che il tempo trascorso insieme sia noiosissimo. E’ come se ci si sentisse “in gabbia”. Questo malessere, che si manifesta subito nel calo del desiderio sessuale, porta anche ad altri malesseri psicologici, quali aumento del peso e uno stato depressivo più o meno importante, con cali di interessi personali e lavorativi.

4° Segnale | Si lamenta in continuazione (di te)

lite di coppia
i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più (Istock)

Quando c’è amore non ci si lamenta mai. Non si vedono i difetti e se li si notano si sorvola. Quando l’amore si è esaurito, come una batteria scarica, ogni più piccolo difetti dà fastidio ed è causa di litigi, battibecchi, critiche.

Piano piano si scende la china e si finisce al punto in cui sembra non andar bene niente, qualsiasi cosa si faccia non è mai quella giusta.

Potrebbe interessati anche: Le regole comunicative che salvano la coppia: le parole da evitare

5° Segnale | Disinteresse sessuale

i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Fonte: Istock

Se c’è poco sesso qualcosa, se non altro il desiderio, si è spento. Di solito gli uomini “vogliono sempre” quindi… se per tuo marito, o per il tuo compagno non è più così, qualcosa è cambiato.

Sappiamo tutti che il primo campanello d’allarme, e diciamo il più evidente, che ufficializza la crisi della coppia è il calo del desiderio sessuale da parte di uno dei due partner, se non di entrambi.

La crisi sessuale non arriva mai come un fulmine a ciel sereno, ma è frutto di una crisi che cova strisciante nella coppia, dove uno dei due partner non si sente capito, riconosciuto, in qualche maniera accettato. La sfera intima è molto importante ed è la prima che va in crisi quando c’è incomunicabilità, incapacità a capirsi o a sentirsi capiti. Il sesso, all’interno della coppia, non significa solo passione e desiderio fisico dell’altro, ma in un rapporto d’amore significa donarsi. Dare sé stesso al proprio partner significa dire: “mi fido di te”.

6° Segnale | La comunicazione basica e irritante

coppia
i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più (Istock)

Prima palavate molto ora vi scambiate comunicazioni solo per necessità su problemi e decisioni, su situazioni contingenti. Non ci sono più i piacevoli dialoghi di una volta, magari farciti di qualche risata. A volte si finisce per non parlarsi, per non dirsi niente, per tenere il muso, per essere fin troppo seri.

Può capitare anche, che quando “parlate” la tua voce lo irriti. Questo è un segnale che ti aiuta nel difficile e arduo compito di come capire se tuo marito non ti desidera più. Quando cerchi di parlargli per capire cosa non va, o provi a fargli capire che non ti sembra più come prima si irrita o alza le spalle dicendo che per lui non è così. Oppure afferma che in tutte le coppie succede la stessa cosa.

Non è il realtà il passare del tempo a rovinare i rapporti bensì come si vivono. Se non di fa nulla per mantenerli vivi muoiono di morte naturale.

7° Segnale | Il cellulare onnipresente

i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più (Istock Photos)

Se non hai nulla da nascondere non hai problemi, giusto? Esempio banale: se ti scrive un messaggio la tua migliore amica non hai problema a mostrarlo. Se ricevi solo innocenti messaggi di persone amiche non ti viene il desiderio morboso di proteggere il tuo cellulare da occhi indiscreti.

Al contrario, se i messaggi e le telefonate che ricevi, non sono tutte così innocenti, avrai la tendenza a voler nascondere il cellulare, oppure a tenerlo eccessivamente sotto controllo. Qualcosa è cambiato. Qualcosa non quadra, sei d’accordo? Indagare è il modo migliore di scoprire, ma fatelo nel modo corretto. Potresti incorrere in problemi legali se lo fai invadendo la sua privacy. informati bene prima di spiare di nascosto il suo cellulare, il computer o le sue email.

8° Segnale | E’ sempre colpa tua e non sua

coppia in lite
I segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più (Istock Photos)

Ogni volta che discutete, anche per semplici banalità, la colpa – alla fine – è sempre la tua ( o meglio questo è quello che lui ti dice). Tutti i problemi sono causati da te, qualsiasi cosa succede è colpa tua. Se avete dei figli e ci sono problemi è colpa tua, se vanno male a scuola è colpa tua. Se sono troppo vivaci, danno fastidio, ed è colpa tua. La casa poi non è mai sufficientemente pulita, ordinata, eccetera, indovina? E’ colpa tua.

Se questo segnale è presente, la colpa è sempre al 50% e, dunque non solo colpa tua.

9° Segnale | Ti da per scontata

coppia relazione tossica
i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Photo Pixabay

Questo potrebbe anche non essere un segnale che non ti desidera più. Di sicuro se ti dà per scontata non si preoccupa di te, di cosa potresti fare, che potresti anche smettere di amarlo. È così certo dei tuoi sentimenti, della vostra relazione, di ciò che provi o di chissà che altro da non preoccuparsi minimamente.

A volte è sintomo di non amore, altre solo di di disinteresse. Hai presente i bambini? Una volta che hanno ottenuto un gioco nuovo o ciò che volevano non se ne interessano più, però guai a portarglielo via.

Di solito se l’amore c’è ancora è sufficiente far capire che niente è scontato, che tutto può finire, che l’altro si risveglia come da un sonno e torna ad essere più presente.

Hai osservato alcuni di questi segnali nel tuo rapporto di coppia? Meglio correre ai ripari. Fingere che tutto vada bene non è mai la soluzione che porta alla vera felicità.

Come risolvere il problema e riaccendere il desiderio 

bacio coppia
i segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Photo iStock

La cosa migliore affinché un rapporto proceda in maniera sana e costruttiva, sarebbe quella di parlarsi, chiarirsi e magari andare da uno specialista, qualora si avverta che non c’è una via d’uscita. A volte, non è facile perché i partner sono molto diversi tra loro per cultura, età, storie di vita.

Certamente, alla base di un sano rapporto di coppia, e di conseguenza di un sano rapporto intimo e sessuale, c’è la fiducia che non può essere data a priori, ma si deve costruire piano piano. Appare fondamentale, quindi, il rispetto reciproco. Nel momento in cui scelgo di stare con te, scelgo di fidarmi di te. E’ piuttosto frequente, nelle coppie, il problema della mancanza di desiderio da parte di uno o di entrambi i partner. I motivi per cui il feeling è venuto meno possono essere tanti: oltre alle difficoltà della vita quotidiana, alle incomprensioni e ai piccoli litigi, anche la durata della relazione può incidere sul desiderio o sul dare troppo per scontato l’altro e il rapporto stesso.

Un errore molto comune, infatti, è quello di non dedicare cure particolari alla relazione, ma aspettarsi che tutto funzioni automaticamente, anche la sessualità.

È difficile vivere un desiderio sessuale nel momento in cui non c’è felicità nella coppia, non c’è gioia di vivere, non c’è libertà, non c’è rispetto, non c’è fiducia. In assenza della fiducia, il rapporto sessuale deperisce per forza e, quando presente, assume forme perverse.

Pensare di amare il proprio partner dopo tanti anni sempre con la stessa passione e con le stesse modalità, può risultare deludente. Invece, la consapevolezza del cambiamento e il desiderio di mettere al centro dell’interesse il rapporto di coppia e di lavorare per il suo miglioramento, aiutano a recuperare una buona intesa sessuale, ovviamente in mancanza di gravi conflittualità nella relazione di coppia.

Per ricominciare a flirtare con il partner è meglio pensare a quello che ci piace adesso e valorizzare le piccole e grandi cose costruite insieme, piuttosto che ripescare modalità di corteggiamento usurate. Per rimettere in moto le energie e riaccendere il desiderio sessuale quello che conta di più è decidere di ritagliarsi del tempo dedicato solo al benessere della coppia. In questo modo, lontani da pensieri molesti, cellulari accesi e impegni da rispettare, sarà più facile ascoltare il nostro corpo e quello del partner.

Una delle cose da non fare quando la coppia va in crisi sessualmente è iniziare a pensare ad altri partner compensatori, passare le nottate su Messenger o iniziare a trattarsi male.

Una coppia disfunzionale e non patologica, reggendosi sulla fiducia e sulla libertà individuale e non sulla dipendenza affettiva, può rivedere con impegno le proprie coordinate, correggere rotte disfunzionali, modularsi e attivare un desiderio che prima di tutto è un desiderio di continuare a vivere insieme e poi il desiderio sessuale.

Coppia, problemi sessuali
coppia segnali evidenti che tuo marito non ti desidera più Photo iStock