Kuzu | una pianta con innumerevoli proprietà benefiche

0
19

Il kuzu è una pianta utilizzata fin dall’antichità grazie alle sue innumerevoli proprietà. Scopriamo quali sono e se presenta controindicazioni.

Proprietà kuzu Kuzu IstockPhotos
Il kuzu detto anche kudzu è una pianta selvatica originaria del Giappone, poco conosciuta, appartiene alla famiglia delle leguminose.

E’ una pianta che veniva utilizzata già dagli antichi nella medicina tradizionale cinese, per le sue innumerevoli proprietà.

Noi di CheDonna.it vi diamo qualche informazione in più sul questa pianta leguminosa.

Proprietà del kuzu

Kuzu favorisce la stipsi Favorisce la stipsi IstockPhotos

Per trarre benefici viene utilizzata la radice del kuzu, dalla quale si estrae un amido che viene successivamente trasformato in una bianchissima fecola. In Occidente questa pianta viene utilizzata per diversi motivi:

  • Funzione gastroprotettiva: il kuzu è indicato per le persone che hanno il reflusso gastroesofageo o il bruciore di stomaco. E’ utile in quanto va ad assorbire i succhi gastrici in eccesso, così va ad alleviare l’infiammazione delle pareti gastriche, così facilita anche la digestione.
  • Favorisce la stipsi e blocca la diarrea: utile anche a ricompattare le feci, viene spesso associato il kuzu all’umeboshi, una prugna cinese, dal sapore un po’ salato, in quanto le fibre contenute nel primo, associate agli effetti antinfiammatori del secondo, alleviano i sintomi di ulcere gastriche e sindrome del colon irritabile.
  • Proprietà antiossidanti: il kuzu va a rallentare l’invecchiamento cellulare ed è un disintossicante, spesso utilizzato per disintossicarsi dall’alcol.
  • Proprietà fitoestrogeniche: grazie a queste proprietà, le donne in menopausa, possono utilizzarla in quanto aiuta a ridurre le vampate di calore, le sudorazioni eccessive soprattutto di notte e placa la fame nervosa
  • Cura il raffreddore: si può utilizzare in caso di influenza e di febbre alta.

CLICCA SULL’IMMAGINE PER SCOPRIRE IL NOSTRO SPECIALE SUL NATALE! 

Speciale Natale chedonna.it

Come utilizzare il kuzu e dove si può acquistare

Il kuzu si può acquistare on-line o nei negozi biologici, si può assumere sotto forma di integratori e in polvere.

In Oriente viene solitamente preparato sotto forma di tè , in questo modo: sciogliete un cucchiaino di kuzu in un bicchiere con poca acqua fredda, poi aggiungete un pò di acqua bollente, portate ad ebollizione, poi spegnete il fuoco. A questo punto mescolate e bevete solo quando sarà tiepido. Se all’assaggio vi risulterà troppo amaro potete dolcificarlo con il malto d’orzo.

Il kuzu si può utilizzare anche per la preparazione:

  • minestre
  • prodotti da forno
  • gelati
  • dolci
  • addensante per la preparazione di alimenti: in quanto contiene circa 84 grammi per 100 grammi di prodotto.

Controindicazioni

KUzu controindicato per persone cardiopatiche Sconsigliato per persone cardiopatiche Istock Photos

Il kuzu ha delle controindicazioni, è importante precisare che è preferibile chiedere consiglio al proprio medico prima di assumerlo.

E’ controindicato in questi casi:

  • patologie alla tiroide
  • persone che seguono terapie ormonali
  • presenza di cancro alla mammella o alle ovaie: questo per la presenza di fitoestrogeni.
  • in caso di gravidanza e di allattamento
  • persone cardiopatiche e i diabetici.

 

Kuzu utile in menopausa Menopausa IstockPhotos