Risotto perfetto | Tutti i consigli da seguire per le vostre ricette

0
3

Preparare il risotto non è da tutti, non è semplice, ma soprattutto bisogna avere molta pazienza. I suggerimenti utili da seguire, per un risotto perfetto.

 

Risotto perfetto (IstockPhotos)

La pasta viene spesso utilizzata per la preparazione di diversi piatti da quelli più semplici a quelli più elaborati, mentre il riso è poco utilizzato per diversi motivi.

Nonostante il riso sia un alimento che esplica diverse proprietà benefiche tra le quali rinfrescante e  disintossicante, ma lo utilizzano solo dalle persone che eseguono una dieta sana dimagrante. Non solo anche chi predilige un’alimentazione sana ed equilibrata può consumarlo tranquillamente.

In realtà potremmo preparare diversi risotti invece della pasta condita, in quanto stimola l’evacuazione intestinale, e non solo è indicato per chi soffre di intolleranza al glutine o che presenta alcune malattie renali.

Inoltre i tempi di cottura sono più lunghi rispetto alla pasta e non tutti sanno come si cucina in modo perfetto, nel dubbio di sbagliare declinano la scelta sulla pasta.

Ma noi di CheDonna.it vogliamo darvi tutti i suggerimenti su come cucinare il risotto perfetto.

Come scegliere il riso

Prima di dedicarci alla cottura, è importante scegliere il riso perfetto per una buona preparazione del risotto. Innanzitutto si deve scegliere la varietà di riso adatta alla preparazione del risotto: sono da escludere le varietà tipicamente orientali come basmati, thai, jasmine. Prediligete le seguenti varietà: Carnaroli, Rosa Marchetti, Arborio, Ribe e  Roma. Anche quelli integrai vanno bene, sicuramente la cottura sarà più lunga e la consistenza del chicco più presente in bocca ma ci guadagnerete in gusto e salute.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Il riso è un alimento versatile, si adatta a diversi ingredienti dalla carne al pesce e perfino con verdure. Basta seguire degli accorgimenti per ottenere un risultato finale perfetto. Ecco tutti i consigli per cucinare il risotto perfetto, in pochi semplici mosse.

Risotto perfetto: ecco tutti i consigli da seguire

Fonte: IstockPhotos

Il risotto contiene amido che dona la giusta cremosità al risotto, serve quindi un riso che ne contenga e ne rilasci la giusta quantità. Ecco le varietà perfette:

  • Arborio
  • Roma
  • Carnaroli
  • Baldo
  • Maratelli
  • Rosa Marchetti
  • Vialone nano

Dopo aver scelto la varietà, dedicatevi al metodo di cottura, se non utilizzate la pentola adatta, non otterrete un buon risotto.

La pentola giusta dovrebbe essere di rame, in mancanza di ciò va bene quella in acciaio o di alluminio, l’importante che diffondano in maniera uniforme il calore.

La pentola deve essere molto ampia e dai bordi alti, perchè il riso e il brodo possano formare uno strato di tre-quattro dita.

Passiamo alla tostatura, ecco come farlo in modo impeccabile, segui i nostri suggerimenti.

Tra le regole da rispettare per un risotto perfetto, la prima in assoluto è il soffritto, un dilemma per molti, c’è chi tosta il riso a secco e poi aggiunge successivamente il soffritto. Mentre qualcun altro , che inizia a preparare il soffritto, tritando la cipolla, lo scalogno o il porro e poi aggiunge il riso in modo da ottenere una cottura e una consistenza uniforme.

In entrambi casi va bene, se preferite utilizzare il soffritto fin dall’inizio, potete fare in questo modo:

  • tagliate la cipolla, lo scalogno o il porro
  • fate appassire il tutto dolcemente
  • aggiungete il brodo un pò alla volta: si deve cuocere la cipolla. Se la base non è  ben asciutta non è consigliabile tostare il riso;
  • tostate il riso: è un passaggio importante perchè se non eseguite bene otterrete il riso bollito. La tostatura consente di “sigillare” il chicco e ci fa rilasciare la giusta quantità di amido. Questo passaggio può avvenire sia con grassi come burro e olio che senza grassi. E’ ’importante riscaldare accuratamente i chicchi prima di sfumare e portare a cottura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Riso venere: quali sono le proprietà e come cucinarlo

Perchè si aggiunge il brodo?

Brodo vegetale ( Istock)

Se il risultato deve essere un risotto ad hoc, è fondamentale portare a cottura il riso aggiungendo man mano il brodo, ogni volta che evapora  e quindi viene assorbito. Il brodo che si aggiunge al riso consente di liberare gli amidi così che i chicchi non si rompono.

I tre errori da evitare:

  1. non acquistate un brodo di qualità scadente
  2. non allungate il brodo con acqua
  3. il brodo non deve essere mai freddo: perchè bloccate continuamente la cottura. Questi sono tre errori che non vi consentono di ottenere un risotto perfetto.

Quando si prepara il risotto, bisogna avere molta pazienza, perchè si deve mescolare spesso durante al cottura, si deve fare attenzione a riportare al loro posto tutti i chicchi che si attaccano alle pareti della pentola. Inoltre la fiamma non deve essere bassa, ma neanche troppo alta perchè il riso può bruciare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Risotto zucchine e gorgonzola: la ricetta facile – VIDEO

La parte finale della cottura viene definita mantecatura,  ma perché sia perfetta, si dovrebbe utilizzare il burro molto freddo tagliato a dadini, in modo da far incollare la parte grassa e non quella liquida. Poi aggiungete il formaggio grattugiato scelto, di solito si utilizza il Parmigiano Reggiano grattugiato o il Pecorino romano, dipende dalla ricetta che state preparando.

Questa fase avviene lontano dal fuoco, si copre il tegame e si lascia riposare il piatto un paio di minuti, poi mescolate per bene prima di servire. Il risotto dovrà risultare  vellutato, senza che resti attaccato alla forchetta.

Ricordate, indipendentemente dalla ricetta che preparerete, il risotto è uno di quei piatti che vanno gustati rigorosamente caldi, appena fatti. In caso contrario il riso diventa scotto e secco: un vero peccato dopo tutta questa fatica che avete fatto.

Risotto gamberi e zucchine