Home Curiosita Morgan Freeman trasforma la sua casa in un santuario per salvare le...

Morgan Freeman trasforma la sua casa in un santuario per salvare le api

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:34
CONDIVIDI

Morgan Freeman trasforma la sua casa di 50 ettari in un gigantesco santuario per salvare le api

L’ape è un insetto impollinatore dell’ordine degli imenotteri. Ci sono più di 100.000 specie di api. L’ape da miele o Apis mellifera vive in un alveare all’interno di una comunità, ci sono api che vivono nel loro stato naturale e api allevate da apicoltori per produrre miele. Morgan Freeman, l’illustre attore americano, ha deciso di trasformare il suo ranch di 50 ettari in un santuario delle api, scoprite i dettagli di questa sorprendente storia riportata in un articolo della rivista Forbes.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Il falso miele sta invadendo i supermercati, ecco come riconoscerlo

All’età di 81 anni, dopo essere stato attore e regista, Morgan Freeman aggiunge un altro titolo alla sua panoplia, diventa un apicoltore.

“Le api sono la base per la crescita del pianeta”

È durante un’intervista al programma The Tonight con Jimmy Fallon che Morgan Freeman menziona la sua nuova passione. Nel 2014, l’attore americano ha importato api dall’Arkansas. Attualmente ospita circa 26 alveari nel suo ranch del Mississippi di circa 50 ettari.

Morgan Freeman nutre personalmente queste api. Nell’intervista afferma anche che, poiché queste sono importate dall’Arkansas, non hanno ancora familiarità con la loro nuova casa. È quindi impossibile per loro cercare i fiori. Quindi, per dar loro da mangiare, l’attore americano prepara dell’acqua con lo zucchero.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Api, una specie in pericolo

Le api sono una specie chiave nell’ecosistema. E’ importante sapere che tra il 60 e il 90% delle piante selvatiche ha bisogno di insetti impollinatori per riprodursi. Il 75% della produzione alimentare globale dipende dagli insetti impollinatori. La loro scomparsa sarebbe disastrosa per la flora selvatica ma anche per l’essere umano la cui fonte di cibo dipende in gran parte da questi piccoli insetti gialli.

Sfortunatamente, le popolazioni di api da miele sono diminuite di quasi il 25% in Europa in soli 20 anni, con la mortalità delle api invernali che ha raggiunto il 53% in alcuni paesi. In media, rimane del 20% in Europa.

La causa? Diversi fattori ne sono responsabili. Dobbiamo innanzitutto riconoscere l’effetto dei cambiamenti climatici sulle api. Poi ci sono i virus, parassiti e la distruzione del loro habitat naturale, le monocolture e i pesticidi.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Il miele, alleato della tua bellezza: scopri come usarlo

Accogliere un alveare a casa, è possibile?

Perchè decidere di avere un alveare in casa? I motivi possono essere molteplici: per motivi ecologici o semplicemente per avere miele fatto in casa. Bisogna capire, tuttavia, che accogliere un alveare non è un compito facile, soprattutto quando non c’è esperienza nell’apicoltura. Un’accoglienza difficile, ma non impossibile.

Ecco alcuni consigli se vuoi davvero intraprendere questa avventura:

– Non esitare a contattare un apicoltore esperto, che ti guiderà nel miglior modo possibile e potrebbe aiutarti a registrare i tuoi alveari presso il dipartimento dei servizi veterinari del tuo dipartimento.

– È necessario rispettare la legislazione regolata dal codice rurale e disponibile dalla prefettura. Per conoscere i dettagli, non esitare a informarti presso il tuo municipio.

– Un piccolo giardino può essere sufficiente a condizione che vengano rispettate le norme di sicurezza messe in atto dalla prefettura.

– Sottoscrivi un’assicurazione di responsabilità civile e assistenza legale.

– Infine, tieni presente che le api non sono certamente insetti aggressivi e non ti pungono senza ragioni, ma è comunque necessario essere cauti e verificare che né tu né un membro della tua famiglia sia allergico alle punture delle api.

Morgan Freeman