Home Moda & Abbigliamento Outfit Felpe, come scegliere le più adatte alla propria fisicità e come indossarle

Felpe, come scegliere le più adatte alla propria fisicità e come indossarle

CONDIVIDI

Le felpe, capo pratico per eccellenza, possono esser molto versatili ma solo a patto di scegliere il modello più adatto alla propria fisicità. Noi vi forniamo oggi le giuste indicazioni.

Foto da iStock

Scegli una felpa e ti dirò che amica sei vi avevamo suggerito qualche tempo fa in un test e in effetti il mondo della moda ha reso recentemente assai esteso il panorama delle felpe, un tempo solo capo da palestra o allenamento in generale ma oggi vero e proprio must del fashion.

In quanto capo tanto glamour, anche la cara vecchia felpa si è però declinata in diverse varianti, ognuna delle quale ha, inutile sottolinearlo, i suoi pro e i suoi contro, i suoi punti forti e quelli deboli.

Come scegliere allora quella più adatta alle nostre esigenze? Ideale sarà come sempre tenere in primo luogo conto della nostra fisicità: quali dettagli dobbiamo esaltare? Quali dobbiamo camuffare? Quali sapranno aiutare il nostro fisico e quali invece lo mortificheranno?

Per rispondere a queste cruciali domande ci aiuta una delle nostre più amate fashion blogger, Eleonora Petrella, che, in un recente video Youtube ha proprio affrontato il tema felpe e di come scegliere i modelli più adatti al nostro fisico per abbinarli poi con sapienza.

Iniziamo allora a prendere appunti.

Felpe: come scegliere il modello giusto

Foto da iStock

Analizziamo allora insieme i vari modelli di felpe oggi più in voga e scopriamo ciascuna a quali tipologie si silhouette si adatta maggiormente e quali invece dovrebbero tenersene a dovuta distanza.

Felpe con zip – Le più comode e versatili in assoluto ma il loro contro è senza dubbio l’odioso effetto pancetta, quello che la zip sbagliata può creare anche sul fisico più tonico e asciutto. Da valutare dunque attentamente prima dell’acquisto sarà la fattura della lampo e come il modello cade addosso.

Felpe corte – Slanciano la silhouette, soprattutto se abbinate a pantaloni a vita alta, ma possono avere un effetto boomerang qualora si abbiano già gambe molto slanciate che rischierebbero così di venir accorciate da un sopra in versione mini.

Felpe lunghe – Il perfetto viceversa di quelle sopra e dunque un capo che dovrebbe esser a esclusivo appannaggio di chi vanta centimetri in abbondanza. Se però, nonostante la vostra statura minuta, proprio non potete rinunciare alla maxi felpa il consiglio è di indossarla a mo’ di vestito, anche in abbinamento a contrasto con degli stivali cuissard per un po’ di tacco extra.

Felpe con cappuccio – In caso di vento, freddo pioggia o di uno shampoo del giorno prima, le felpe con il cappuccio sono una vera manna dal cielo. Quando evitarle? Unico caso qualora il vostro seno sia un po’ troppo prosperoso e preferite evitare chela felpa aderisca troppo proprio sul petto (cosa inevitabile con il cappuccio che tira da dietro). Ricordate infine che il cappuccio nasconde il collo, cosa che naturalmente rende la figura un po’ più tozza: si consiglia allora un abbinamento con chignon o coda alta per liverare il collo almeno dai capelli.

Felpe con tasche – Comode sì e sapranno anche camuffare un po’ di pancetta in eccesso o, viceversa, aggiungere volume a una figura troppo minuta. Sembra proprio che qui le controindicazioni stiano a zero.

Foto da Istock

Felpe larghe – Comoda sì, confortevole anche e, senza dubbio, molto molto calda. Peccato però che non conosciamo una fisicità capace di bearsene veramente di tanto volume: nasconde i pregi, aggiunge volume là dove non vorremmo e, come se non bastasse, abbassa la figura. Se proprio non potete farne a meno ricordate quantomeno di abbinarla a pantaloni super skinny per riequilibrare il tutto.

Felpe aderenti – Nonostante la loro indiscussa praticità rispettano al figura femminile e si prestano anche a look un po’ più chic: provate ad abbinarvi una camicia al di sotto, facendo poi emergere ad hoc colletto e polsini.

Felpe pastello – Romantica sì, rischiosa pure. Abbinarla in modo scorretto è un rischio più che concreto, con tanto di pericolo “pigiama” dietro l’angolo. Se volete evitare di sembrare pronte per un lungo sonno ristoratore abbinate la vostra felpa pastello a un look grintoso e senza sfumature principesche.

Felpa con loghi –  Si possono sfruttare solo come assolute protagoniste del look, tenendo conto che emergeranno senza mezzi termini. Sarà allora importante chiedersi: quella griffe è ancora super cool o sarà già passata di moda? Il rischio di esser obsolete è infatti alto.

Felpe semplici – Tinta unita, niente loghi o dettagli eccessivi eliminati. tolte le tasche, i cappucci e affini, il margine di errore risulta veramente ridotto al minimi. Una ero e proprio passe-partout da usare, su jeans, pantaloni più o meno sportivi e, perché no, anche gonne.

Fonte: canale Youtube Eleonora Petrella

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Stivali: come scegliere il modello più adatto al proprio fisico?

Tendenze scarpe autunno inverno 2019-2020: i must have della stagione

Abbinare le scarpe, i consigli per scongiurare ogni errore