Il farmaco che provoca il cancro, scatta l’allarme

0
3
Medicine (Thinkstock)

L’EMA sta rivedendo i dati sul cancro della pelle nei pazienti che utilizzano Picato, un gel per il trattamento della cheratosi attinica, una lesione della pelle causata da un’eccessiva esposizione al sole. La revisione è stata avviata sulla base di dati provenienti da studi diversi che mostrano un numero più elevato di casi di cancro della pelle, compresi casi di carcinoma a cellule squamose in pazienti che utilizzano Picato.

 

 

Il riassunto delle caratteristiche del prodotto di Picato contiene già un’avvertenza relativa alle segnalazioni per una tipologia di tumore della pelle (Cheratoacantoma) e, a seguito di un esame, questa avvertenza è attualmente in fase di aggiornamento per menzionare i tumori della pelle noti come carcinoma a cellule basali, il morbo di Bowen e il carcinoma a cellule squamose. Si consiglia dunque agli operatori sanitari di usare Picato con cautela nei pazienti che in passato hanno avuto un cancro della pelle. Inoltre, i pazienti devono prestare attenzione alle conseguenze che il farmaco potrebbe avere sulla loro pelle dopo aver assunto il farmaco.

Cause e sintomi di malattie renali e farmaci pericolosi per i reni

Le cause di queste malattie renali possono essere molto diverse:

  • Ipertensione trascurata o difficile da controllare
  • Diabete di tipo 2 (nefropatia diabetica)
  • Assunzione ripetuta di farmaci tossici per i reni
  • Malattia infiammatoria
  • Malattia ereditaria (ad es. Malattia policistica)
  • Urolitiasi ricorrente (calcoli renali) con infezioni ricorrenti del tratto urinario (pielonefrite)
  • Insufficienza cardiaca (sindrome cardio-renale)

I sintomi possono variare a seconda della fase della malattia, i più comuni sono i seguenti:

  • Affaticamento e mancanza di respiro
  • Gonfiore dei piedi
  • Difficoltà respiratorie
  • Ipertensione difficile da trattare
  • Inappetenza, perdita di peso
  • Disturbi digestivi (nausea, …)

Per rilevare la malattia renale, bisogna fare un semplice esame del sangue che rileva eventuali squilibri dei reni, un’analisi delle urine e un’ecografia renale sono necessari per completare la diagnosi.

L’insufficienza renale, sia avanzata che non, non mostra segni clinici visibili. Il più delle volte, la malattia viene diagnosticata per puro caso.

Le fasi della malattia renale sono:

Anomalie renali: normale funzionalità renale ma presenza di sangue nelle urine.

Insufficienza renale lieve: in questa fase, c’è un sintomo lieve o assente e creatinina tra 60 e 89 ml / min.

Insufficienza renale moderata: presenza e recidiva di sintomi come affaticamento, perdita di peso ed edema dei piedi. Altri sintomi biologici come l’anemia e l’aumento dei livelli di potassio e / o fosforo nel sangue.

Insufficienza renale grave: i sintomi della fase 3 sono presenti e frequenti.

Insufficienza renale allo stadio terminale: in questa fase le soluzioni sono emodialisi, dialisi peritoneale o trapianto.

Tra le cause della malattia renale di cui sopra, vi è l’assunzione prolungata di alcuni farmaci. Ecco 10 farmaci che interferiscono con la salute dei reni:

1. Antibiotici: diverse famiglie o classi di antibiotici possono interessare i reni tra cui meticillina, ciprofloxacina, vancomicina, sulfonamidi.

2. Analgesici: l’uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) può essere accompagnato da un temporaneo deterioramento della funzione renale, anche se è solo eccezionalmente causa dell’insufficienza renale.

3. Inibitori della COX-2: questi farmaci sono stati creati per alleviare problemi del tratto digestivo ma causano danni ai reni.

4. Farmaci per bruciore di stomaco: alcuni di questi farmaci a base di lanzoprazolo, omeprazolo, esomeprazolo rabeprazolo e pantoprazolo,  possono influire sulla funzionalità renale.

5. Farmaci antivirali: come il principio attivo acyclovir utilizzato per il trattamento delle infezioni da herpes e indinavir e tenofivir, usati per il trattamento dell’HIV.

6. Farmaci per il trattamento dell’ipertensione: l’ipertensione non controllata è sia una causa che una conseguenza dell’insufficienza renale.

7. Farmaci per l’artrite reumatoide: come infliximab, clorochina e idroclorochina, usati per curare la malaria e l’artrite reumatoide.

8. Litio: questo medicinale prescritto in caso di depressione o disturbo bipolare può danneggiare i reni

9. Anticonvulsivi: come la fenitoina e il trimetadione, l’uso prolungato di questi farmaci per trattare le convulsioni e altre condizioni, può interferire con la funzione renale.

10. I farmaci chemioterapici: Come pamidronato, interferoni, carboplatino, cisplatino, tacrolimus, ciclosporina, mitomicina C, il chinino, bevacizumab richiedono un attento monitoraggio perché sono dannosi per i reni.

L’automedicazione o l’assunzione di farmaci senza consulenza medica è pericolosa, anche per i farmaci da banco senza prescrizione medica chiedere sempre il parere del medico. Leggere sempre i foglietti illustrativi.

Fonte: Santèplus

Ti potrebbe interessare anche:

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI