Foruncolosi: quali sono i sintomi, le cause e i rimedi

0
68

La foruncolosi è una patologia che colpisce tantissime persone e non solo gli adolescenti, scopriamo le cause e i rimedi per combatterla

Foruncolosi Fonte: Istock-Photos

Quante volte avete sentito di parlare di foruncolosi, ma non sapete di cosa si tratta? La foruncolosi è una patologia che interessa la pelle, è caratterizzata dalla formazione di numerosi foruncoli  con una significativa infiammazione. Questa patologia si manifesta a causa di un’infezione profonda che va ad interessare diversi follicoli piliferi e suoi tessuti causando l’infiammazione. Scopriamo i sintomi le cause e i rimedi.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la bellezza, i capelli e le strategie per vivere al meglio la tua vita CLICCA QUI!

La foruncolosi: sintomi

La foruncolosi si manifesta con la comparsa di numerosi foruncoli, in determinate parti del corpo come:

  • il volto
  • il collo
  • le braccia
  • i glutei
  • orecchio
  • i nasale, foruncoli sul collo e foruncolosi inguinale.

I foruncoli si manifestano come dei noduli arrossati, gonfi e dolorosi, anche il bruciore è un sintomo molto frequente, che aumenta quando l’infiammazione coinvolge le aree particolarmente sensibili.

Il nodulo è costituito da un corpo centrale che contiene al suo interno i batteri, quando l’infezione aumenta, le dimensioni delle lesioni possono aumentare e divenire dolorose, con la formazione di pus soprattutto nella parte superiore dei foruncoli. I sintomi si manifestano soprattutto:

  • in età adolescenziale
  • nelle persone che sono affette da diabete
  • nelle persone con un sistema immunitario indebolito

In casi molto rari, la foruncolosi può causare la febbre e ingrossamento dei linfonodi, quando si manifesta in maniera ripetuta, si chiama foruncolosi recidivante.

Le cause 

La foruncolosi è scatenata da un’infezione di origine batterica, dal ceppo dello  Staphylococcus e streptococchi.

In alcuni casi i batteri si replicano in maniera incontrollata causando dei veri e propri disturbi. La foruncolosi può essere favorita da:

  • eczemi
  • dermatiti
  • indebolimento del sistema immunitario
  • assunzione di farmaci specifici: immunosoppressori e i cortisonici;
  • scarsa igiene personale
  • in caso di diabete
  • anemia
  • obesità
  • ulcere degli arti inferiori

Inoltre l’infezione che scatena la foruncolosi potrebbe potenzialmente essere trasmessa da un individuo all’altro mediante contatto diretto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Pelle perfetta con il burro di Sal

Rimedi per curarla

Quando si manifesta la foruncolosi è necessario rivolgersi  al proprio medico di fiducia, che ci indicherà la terapia più adatta per curala. Se lo reputa opportuno, vi consiglierà una visita specialistica dal dermatologo. Il medico potrà prescrivere l’ antibiotico per uso topico  come la clindamicina, in casi più gravi vi potrà somministrare l’antibiotico da assumere per via orale, con i principi attivi come le cefalosporine e le penicilline.

In casi gravi il medico potrebbe richiedere l’importanza di praticare l’incisione dei foruncoli, per far riuscire il pus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>> Indigestione: quali sono le possibile cause e i rimedi

I rimedi naturali

Essendo la foruncolosi un disturbo che coinvolge diverse parti del corpo, ricorrere a rimedi naturali potrebbe non solo risultare inefficace, ma a volte controproducente soprattutto quando sono presenti molti foruncoli. In alcuni casi la foruncolosi potrebbe accentuarsi. I rimedi naturali sono consigliati in caso di comparsa di un singolo foruncolo ecco alcuni:

  •  carota grattugiata con germe di grano: si mescola in una ciotola, poi si applica il composto sui foruncoli direttamente, lasciando agire per qualche minuto;
  •  miele, farina e lievito di birra: in una terrina mettere un cucchiaio di ogni ingrediente, mischiate bene e  applicatelo la sera in modo che agisce tutta la notte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>>Addio brufoli con questi cinque rimedi naturali 

I consigli

Il consiglio principale per evitare la formazione dell’infiammazione ai follicoli piliferi, è importante una buona igiene personale igiene personale, detergersi con saponi neutri a PH naturale. E’ fondamentale evitare di scambiarsi oggetti che riguardano la cura della persona, come:

  • le asciugamani
  • spugne da bagno

In questo modo l’infezione non si trasmette da una persona all’altra. E’ consigliabile non schiacciare mai i foruncoli, perchè sono pieni di pus, è consigliabile ricorrere al medico o ad un personale sanitario specializzato, perchè facendolo da soli potrebbe diffondere l’infezione.

Ecco cosa non dovete mai fare:

  • grattarsi: è consigliabile in caso di prurito, detergersi e tamponare la parte interessata con asciugamani puliti;
  • fregarsi
  • toccare i foruncoli infiammati con le mani: bisogna lavarsi accuratamente, per evitare la  diffusione di altri batteri;
  • troppo stress: se siete particolarmente stressati le difese dell’organismo si abbassano,  favorendo la comparsa dell’infezione;

Quando il medico prescriverà degli antibiotici per combattere la foruncolosi dovresti seguire scrupolosamente le sue indicazioni, per evitare lunghi periodi di cura.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI