Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Il gelato nella dieta? Funziona, ecco perché

Il gelato nella dieta? Funziona, ecco perché

CONDIVIDI

Quando è il gelato è fatto bene, con prodotti sani e controllati, diventa un amico della nostra dieta. Vi diamo qualche semplice regola per stare sempre in salute con gusto.

gelato
le regole per mangiare il gelato e non ingrassare Istock

Gelato e dieta? Si può e non date retta a quelli che lo cancellano dalla nostra tavola. Mangiare un gelato due volte alla settimana, senza esagerare con le quantità, si può e in certi casi si deve anche.

Un occhio alla quantità e un altro alla qualità: soltanto così saremo sicure di non mettere su peso. Anzi, in diverse diete, il gelato è una delle parti importanti perché può sostituire uno spuntino o anche un pasto, non soltanto d’estate.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Gelato nella dieta, quando come mangiarlo

Fonte: Istock

Partiamo con una regola di base. Quando siamo a dieta, scegliamo un gelato alla frutta e non alla crema, al cioccolato o ancora più carico. Un cono con due palline alla frutta vale circa 100-120 calorie, praticamente come un pacchetto di crackers. Uno con due palline di crema arriva quasi a 200, e addio dieta.

Proprio per questo, non mangiamo il gelato direttamente dalla vaschetta (ce ne sono tante e buone in commercio), anche quando si tratta di produzione artigianale. Con un cono po una coppetta sappiamo che la quantità sarà quella giusta. Se invece cominciamo ad affondare il cucchiaio nella vaschetta, non ci fermeremo più e saranno dolori da smaltire.

Quando abbiamo davanti a noi una porzione corretta di gelato alla frutta, la sua quantità di calorie può essere compensato eliminando gli altri spuntini della giornata (sempre che siano previsti nella nostra dieta). Se invece mangiamo due o tre palline di gelato alla crema o alla panna, sarà come mangiare un piatto di pasta al pomodoro. Quindi praticamente sostituisce una buona fetta del pranzo. Per completarlo, esclusivamente verdure crude e poco caloriche, come carite, pomodori e zucchine in insalata, senza pane.
In compenso però il gelato è indicato da molti dietologi come componente essenziale di un regime alimentare equilibrato. Ha un alto contenuto di proteine, soprattutto quelle del latte e dell’uovo, ricche di amminoacidi essenziali e facilmente digeribili.

Inoltre il gelato è ricco di vitamine e sali minerali sempre dovuti alla presenza del latte: vitamina A e B2, calcio e fosforo, mentre il sodio è in quantità molto modeste. E i grassi aggiunti, sia quelli del latte che quelli vegetali, non pesano più di tanto sul suo apporto calorico. Ecco perché il gelato è ideale in una dieta ipocalorica, per chi deve perdere peso, ma anche per chi invece è sottopeso. Il gelato, quello artigianale, è un amico. Non dimentichiamolo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI