Home Ricette Vegana Dolci vegani, un morso di bontà sana

Dolci vegani, un morso di bontà sana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00
CONDIVIDI

I dolci vegani non sono meno goduriosi di quelli della cucina tradizionale anche se utilizzano ingredienti alternativi. Non ci credete? Scopriteli con noi.

Dolci Vegani crostata (iStock)

Un conto è la dieta vegana, un altro sono i piatti vegani. Perché se il dibattito sugli effetti positivi o meno che l’alimentazione prevista dai vegani rimane aperto, nessuno vieta anche a chi invece mangia tutto di concedersi ogni tanto un piatto che rispetta queste regole.

Vale anche per i dolci che, al contrario di quanto qualcuno potrebbe pensare, sono gustosi, nutrienti e fanno bene anche se realizzati senza uova e latte animale.

Se vuoi restare aggiornato sulla categoria cucina, ricette e come organizzare deliziosi piatti clicca qui!

Crostata e pancakes vegani, il gusto è lo stesso

Dolci Vegani Pancake iStock

L’alimentazione vegana fa bene? Sicuramente riduce il rischio di ingrassare fino all’obesità e al tempo stesso aumenta le probabilità di avere una pressione sanguigna nella norma oltre ad un livello di colesterolo ‘buono’ regolare e salutare.
Come in tutti i regimi alimentari, non tutti i piatti fanno bene e nemmeno sono così nutrienti. Ma ci sono tanti spunti facili, invitanti e gustosi da seguire. Come i dolci, che riservano sorprese soprattutto a chi non conosce il mondo vegano. Oggi vi suggeriamo un paio di ricette cominciando dalla crostata vegana di pesche.

Per la frolla:
360 g farina integrale
80 g zucchero di canna
120 g di bevanda di soia al naturale
20 g amido di mais
100 ml olio di semi di girasole
vanillina

Per la crema:
400 g latte di soia
50 g di zucchero di canna
30 g di amido di mais
20 ml olio di semi di girasole
scorza grattugiata di un limone
mezzo cucchiaino di curcuma

Per decorare
1 kg di pesche nettarine

In una ciotola capiente mettete tutti gli ingredienti secchi per la pasta frolla vegana (farina integrale, zucchero di canna, amido di mais). Poi mescolate e aggiungete l’olio di semi di girasole e la bevanda di soia. A quel punto impastate fino a ottenere una pasta omogenea e compatta. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente da cucina e fate riposare in frigorifero per 25-30 minuti.

Preparate la crema: in un tegame antiaderente con i bordi alti mettete la curcuma, lo zucchero, l’amido di mais, la vaniglia e due cucchiai di bevanda di soia. Mescolate bene, poi unite il latte di soia e la scorza di un limone non trattato, girate e mettete sul fuoco. Cuocete a fiamma bassa mescolando sempre con un un cucchiaio di legno. E quando la crema arriverà ad l’ebollizione, spegnete la fiamma e lasciate riposare.

Stendete la frolla in uno stampo per dolci, bucherellate il fondo con una forchetta e cuocete in forno caldo a 180°C per 30 minuti, poi sfornate e lasciate raffreddare. Farcite la base con uno strato di crema, quindi decorate la superficie con le pesche tagliate a fettine. Nel caso vi piacciano di più potete usare i frutti di bosco, oppure le albicocche.

POTREBBE INTERESSARTI : Ricetta Vegana: come cucinare la Manioca

Pancake vegani (ingredienti per 12 pancake)

120 g di farina integrale
1 cucchiaio pieno di zucchero di canna
6 g di lievito in polvere o cremor tartaro
2 cucchiai di cioccolato amaro in polvere
80 g di latte di soia o di mandorle o di riso
20 g di acqua frizzante
olio di mais
cannella in polvere

Versate la farina in una ciotola, aggiungete lo zucchero integrale e un pizzico di sale. Mescolate con un cucchiaio, poi aggiungete anche la cannella in polvere e il cacao amaro. Adesso siete pronti per mettere il latte di soia (o mandorle o riso), l‘acqua frizzante (servirà ad accelerare la lievitazione) e due cucchiai d’olio.

Mescolate il composto e mettetelo da parte coperto. Poi preparate la padella ungendola leggermente con un tovagliolo di carta e mettetela sul fuoco. Quando la padella è calda, poco alla volta usando un mestolo con beccuccio versate il composto.
Dopo un paio di minuti controllate che il pancake si stacchi dalla padella e giratelo con l’aiuto di una paletta. Ancora due minuti sarà dorato al punto giusto anche dall’altra parte. Quando saranno tutti pronti potrete servirli con panna acida e frutti di bosco, marmellate e composte, creme spalmabili alla nocciola.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI