Pressione alta: ecco come migliorarla con un frutto

Un vero e proprio malessere che colpisce in tanti: eppure la pressione alta può essere tenuta sotto controllo con un frutto in particolare: scopri quale..

pressione alta frutto
Misuratore della pressione e stetoscopio, IStock

La pressione alta (o ipertensione) è una patologia che può andare ad aumentare la possibilità e il rischio di contrarre malattie cardiovascolari, molto di più rispetto alla cosiddetta “pressione bassa”.

Questo vero e proprio malessere colpisce tantissime persone (1 adulto su 3 in Italia, secondo le ricerche) e può essere causato da vari fattori, tra cui pregressi problemi renali, problemi alla tiroide, l’assunzione di alcuni farmaci (come pillole anticoncezionali o decongestionanti), l’abuso di alcolici o l’uso di sostanze stupefacenti.

Eppure questa fastidiosa patologia, nonostante sia di difficile cura può essere tenuta sotto controllo, e non necessariamente passando dai farmaci. Un semplice cambiamento nella dieta infatti, può già ridurre il rischio di alcune malattie o casistiche gravi come l’ictus, l’obesità e le malattie renali.

In particolare secondo alcune ricerche recenti a venirci in aiuto in questo caso sarebbero i frutti di bosco, uno degli alimenti vegetali più gustosi e più amati di tutti i tempi.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno su tutte le notizie delle categorie salute e benessere, dieta e alimentazione, CLICCA QUI!

Pressione alta: migliorala con questo frutto e scopri perché fa bene

pressione alta frutto
Frutti di bosco, IStock

Perché questo frutto è un ottimo alleato per questo problema di salute? Sicuramente i vantaggi che porta al nostro organismo stanno nei polifenoli, delle molecole organiche naturali che riescono ad abbassare la pressione alta e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Più nello specifico, a fare molto bene sarebbero mirtilli e fragole: secondo un ampio studio condotto su 34.000 persone, è stato dimostrato come chi ne assumeva metteva in circolo una quantità più alta di antociani, ovvero dei flavonoidi specifici a questo scopo.

Infine, un ulteriore studio ha dimostrato i benefici dei mirtilli, dati in particolare dal caratteristico colore “blu” che sarebbe contenuto proprio negli antociani: questo sarebbe in grado di ridurre la pressione sanguigna. Proprio per questo infatti, le persone analizzate nello studio che avevano mangiato regolarmente una certa quantità di mirtilli godevano di un migliorato funzionamento dei vasi sanguigni nel mese successivo.

Da Lady Blitz

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

Rimedi naturali: scrub per le labbra ai frutti di bosco

Dì addio a colesterolo e pressione alta con zenzero, aglio e miele

Gravidanza: pressione alta in gravidanza, cosa è e perchè compare

Da leggere