Home Curiosita Chirurgia estetica, quando la trasformazione diventa estrema

Chirurgia estetica, quando la trasformazione diventa estrema

CONDIVIDI

Questa donna nata con una pelle bianca ha cambiato colore, ora ha la pelle nera e pensa di avere un bambino di colore.

Per gli amanti del colore scuro della pelle, è possibile ricorrere a diversi mezzi per scurire la carnagione, come l’abbronzatura artificiale (anche se è dannosa per la salute).

Può succedere che alcune persone cadano nell’esagerazione e nell’eccesso per ottenere i cambiamenti che desiderano, come nel caso di questa donna tedesca che ha deciso di “cambiare la sua razza”, di non essere più bianca ma africana. La storia venne resa nota da the Mirror. Ma come se non bastasse questa donna ora è convinta di poter dare alla luce bambini di colore.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Martina la donna che ha cambiato razza

Martina Big, ex hostess e modella ha deciso di spende migliaia di euro per assomigliare ad una donna africana, voleva avere la pelle nera, il naso schiacciato ed i capelli crespi tipici delle donne africane. Per fare questo, ha optato per una completa metamorfosi del viso cambiando il colore della sua pelle con iniezioni di melanina.

Successivamente, venne battezzata da un religioso locale in Kenya e dichiarata una “vera donna africana” sotto il nuovo nome di Swahili Malaika Kubwa, che significa Grande Angelo.

Ancora non soddisfatta, Martina ha deciso di sottoporsi a diversi interventi chirurgici per aumentare le dimensioni del suo seno che è diventato uno dei più grandi d’Europa.

Oggi, Martina è contenta di far parte di una razza diversa ma vorrebbe anche avere l’opportunità di concepire bambini neri o caffè-latte, per questo ha convinto suo marito a sottoporsi ad iniezioni di melanina per scurire la pelle.

Con queste affermazioni, Martina ha suscitato l’indignazione dei social network che l’hanno attaccata e definita “stupida poichè capace di credere a una tale aberrazione”.

Cos’è la melanina?

Secondo ScienceABC, la melanina definisce il colore della nostra pelle e si presenta in due forme: eumelanina e feomelanina. Il primo caratterizza le pelli marroni e nere mentre il secondo riguarda le tonalità rosse e gialle. La melanina si presenta nelle cellule denominate melanociti che sono differenti nei diversi individui, cioè sono meno abbondanti in individui dalla pelle chiara.

Inoltre, secondo Healthline, alcuni nutrienti potrebbero aiutare il corpo a produrre più melanina, come:

Antiossidanti

che partecipano in gran parte alla produzione di melanina, secondo alcune ricerche. Quindi per ottenere più antiossidanti, verdure a foglia scura o colorata, frutta nera o cioccolato fondente sono i più raccomandati. Così

Vitamine

Come gli antiossidanti anche l’integrazione di vitamine può aiutare.
La vitamina A è considerata secondo uno studio essenziale per produrre melanina e avere una pelle sana. Verdure contenenti beta-carotene, come carote, patate dolci, spinaci e piselli sono particolarmente buoni per la pelle, per non parlare di pesce e carne e integrazione di vitamina A.
La vitamina E è un antiossidante che aumenta il livello di melanina e può aiutare a proteggere la pelle dagli effetti nocivi del sole. Verdure, noci, semi e cereali sono particolarmente ricchi di vitamina E.
La vitamina C è anche un antiossidante, come le vitamine A ed E e potrebbe influenzare la produzione di melanina secondo prove sperimentali. Agrumi, bacche, verdure verdi e integrazione di vitamina C aiuteranno il corpo a beneficiare di più antiossidanti.

Tè verde e la curcuma

Erbe e piante aiutano a proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UV del sole, secondo uno studio. Il tè verde, la curcuma, particolarmente ricca di flavonoidi e polifenoli, consente la protezione della pelle e un aumento della melanina.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Si sveglia con una lingua nera e pelosa per un effetto collaterale

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI