Ti senti apatica? Scopri come uscirne

depressione post partum
maternità mancanza di sonno (Istock Photos)

Apatia, cos’è, come riconoscerla e cosa fare per uscirne.

donna depressaPresto o tardi, nella vita, si finisce con lo sperimentare l’apatia. Può capitare in un periodo di forte stress, dopo una sessione di esami troppo intensa, dopo la fine di un’amore o, più semplicemente, all’improvviso, senza un motivo apparente. Sentirsi apatici per qualche giorno è una cosa che coinvolge un po’ tutti e che a volte è un modo come un altro per ricaricare le pile prima di ritrovare il solito entusiasmo per le cose. Ma come fare se l’apatia arriva e non va più via? In tal caso la situazione potrebbe farsi seria perché pur essendo una situazione diversa dalla depressione, anche l’apatia alla lunga rende incompleti, spenti, in altre parole infelici.
Chi è apatico smette di sentire le emozioni, di provare sentimenti, di sentirsi vivo.
Una condizione che può mangiare da dentro chi la prova, impedendogli al contempo di reagire come si dovrebbe e tutto per il circolo vizioso che è appunto l’apatia.
Niente paura, però, esistono diversi metodi per contrastare sul nascere questa condizione che non va assolutamente scambiata con la semplice pigrizia ma presa in considerazione proprio perché a suo modo pericolosa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Paura di vivere? Ecco come superarla

Apatia: come riconoscerla e curarla

chi dorme tanto è triste
Fonte: Istock

Riconoscere l’apatia a volte può non essere semplicissimo, eppure i sintomi sono piuttosto chiari, specie per chi li vede da fuori. Tra i più comuni ci sono:

  • La totale assenza di voglia di fare qualsiasi cosa
  • La mancanza di pensieri riguardo il futuro
  • La mancanza di entusiasmo anche per cose che fino a poco tempo prima davano gioia

Questi tre stati possono sorgere dopo una profonda delusione che spesso è accompagnata da un senso di arrendevolezza verso la vita, dovuto alla tristezza per non aver avuto ciò che si desiderava o per aver subito un torto impossibile da riparare. Solitamente questo stato di cose tende a mutare nel tempo e superato il momento, anche l’apatia svanisce così com’è venuta, lasciando spazio ad un rinnovato entusiasmo che può tornare improvviso o a piccoli passi.

In altri casi, però, l’apatia arriva senza una causa scatenante ed è qui che le cose si fanno gravi perché pur non essendo necessariamente correlata ad uno stato depressivo, esattamente come la depressione può far male a chi la subisce portando ad una mancanza crescente di energia, a scarsa autostima e ad una sorta di rabbia sorda e difficile da sentire ma che in qualche modo inquina l’intera persona.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la salute psico fisica ed i modi per sentirsi al meglio con se stessi CLICCA QUI!

Come uscire dall’apatia

Per uscire dall’apatia, prima di tutto è importante riconoscere la condizione in cui ci si trova. A tal proposito, quindi, sono molto importanti amici e parenti che, notata la situazione dovrebbero farsi avanti per aiutare chi la sta vivendo.
Uscire da questo stato implica una minima voglia di farlo senza la quale è quasi impossibile trovare una strada d’uscita. Solo chi soffre può infatti aiutarsi in tal senso.
Per farlo è necessario sforzarsi di trovare qualcosa che dia un feedback un po’ più forte di altri. Può trattarsi di un hobby, di qualcosa che un tempo donava entusiasmo o di un impegno da seguire meccanicamente fin quando non dia la spinta giusta, quella che fa sentire vivi.
Ovviamente chi si trova in uno stato d’apatia per via di una delusione o di altri fattori scatenanti ha più possibilità di riuscita. Chi non ha un reale motivo e oltre all’apatia sente dentro una profonda tristezza, probabilmente sta incamminandosi verso la depressione, motivo per cui dovrebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta, in modo da avviare un percorso che sia in grado di riconoscere i motivi che hanno portato ad una simile situazione gettando le basi per uscirne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Ecco perché è difficile parlare guardandosi negli occhi

Quali che siano i motivi alla base dell’apatia è importante ricordarsi che al di là di ciò che si pensa al momento la vita vale sempre la pena di essere vissuta e che a volte basta compiere un solo passo, anche quello di chiedere aiuto, per far si che le cose cambino e che la vita torni a sorridere.
Chi sta vivendo un simile momento o conosce qualcuno che ci si trova nel mezzo, dovrebbe quindi fare di tutto per porre fine all’apatia.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI