Perché alcune persone ci danno la scossa quando le tocchiamo?

Perché a volte, sfiorando un’altra persona, ci capita di prendere la scossa?

Può capitare che il corpo umano manifesti delle scariche di elettricità statica che sono il risultato di una differenza di potenziale esistente una carica positiva e una negativa. Ma come avviene tutto ciò?

Il motivo è semplice ed è di natura fisica: i nostri corpi lasciano passare l’elettricità e spesso possono accumulare elettricità statica. Quindi quando tocchiamo qualcuno che è più o meno “carico” di noi dal punto di vista elettrostatico, nel punto di contatto avviene un trasferimento di cariche elettriche per equilibrare la carica tra i due corpi.

Ecco perché sentiamo l’effetto “scossa” che altro non che elettricità statica. Essa è impossibile da vedere ad occhi nudo tutta via è parte inevitable della nostra vita. Bisogna però dire che esistono alcuni accorgimenti che possiamo adottare per evitare questa fastidiosa situazione.

Non tutti sanno che alcune persone sono ‘più elettriche’ di altre e questo può dipendere da una pelle secca o dal tipo di abbigliamento che viene indossato. Per questa ragione è consigliabile idratare spesso la proprio pelle, durante l’arco della giornata, al fine di creare una sorta di barriera che impedisce al corpo di caricarsi di elettricità statica. Questa può aumentare anche a ‘causa’ del sudore, dell’alimentazione e dell’acidità del ph, sarebbe quindi opportuno consumare più frutta e verdura e ridurre il consumo di latticini.

Come detto anche prima il fattore che più causa questo effetto sono gli abiti specialmente quelli realizzati in nylon e poliestere. È dunque più opportuno indossare capi realizzati con fibre naturali e scarpe in gomma.

Un valido aiuto può essere quello di lavare i capi con il bicarbonato, valido alleato che impedisce di generare elettricità, una volta tolti dalla lavatrice è sempre bene scuoterli per farli scaricare.

Leggi anche >>> Carota, limone e miele, curano l’influenza: ecco come prepararli

Elettricità statica: come rimuoverla?

Elettricità statica
Fonte: iStock

L’elettricità statica ama gli ambienti secchi e umidi quindi per evitare questa situazione, in casa, possiamo ricorrere all’utilizzo di umidificatori. Infatti, le particelle dell’aria contribuiscono a dissolvere la carica. Un’altra soluzione molto utile sono le piante o l’acqua aromatizzata con scorze di agrumi.

Anche i tappeti e le moquette sono carichi di elettricità statica  esistono degli spray adatti in commercio, ma noi consigliamo sempre una miscela fai da te creata semplicemente con acqua e ammorbidente per tessuti.

Se tutte queste accortezze non risulteranno efficaci e continuate a ricevere delle ‘scossi’ potete semplicemente attaccare una spilla da balia sui vestiti oppure tenere in tasca un oggetto in metallo. Questo materiale, infatti, aiuta a disperdere la carica.

Leggi anche >>> Ecco quali sono i pantaloni da scegliere per avere un lato B perfetto

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI