Home Curiosita

“Fa venire il latte alle ginocchia” Significato del modo di dire

CONDIVIDI

Scopri l’origine del detto “fa venire il latte alle ginocchia”

In questo periodo di feste e di ritmi serrati e dove ogni secondo perso sembrava la fine del mondo, sarà capitato a tutti, almeno una volta, di trovarsi a battere il piede con impazienza, magari in attesa di qualcuno particolarmente lento alle casse o di una commessa più lenta del previsto. In questi casi, capita spesso di trovarsi a pensare ad un detto molto conosciuto ma del quale quasi nessuno conosce l’origine, ovvero il far cadere il latte alle ginocchia. Modo di dire che spiega proprio la lentezza di una determinata fase ed il senso di frustrazione e di noia che si prova in tale occasione. Ebbene, oggi proveremo a scoprire perché si dice così e da dove arriva questo detto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Buoni propositi per il 2019? Ecco quello giusto per te!

“Fa venire il latte alle ginocchia” ecco le origini di questo modo di dire e qual’è il suo significato

latte alle ginocchia
Fonte: Istock

Questo detto, molto usato per indicare un momento di particolare noia, pare derivi dai tempi in cui si mungevano le mucche in modo manuale. Questa pratica, ai tempi, portava via parecchio tempo generano momenti di particolare noia. Consisteva nel mettere uno sgabello sotto la mucca e tra le gambe del mungitore, andando avanti a mungere fin quando il secchio non si riempiva fino al livello delle ginocchia.
Trattandosi di una tecnica che si è protratta per molti anni e che era appunto nota per la noia che generava, il termine del latte che arriva alle ginocchia è stato sempre più associato a qualcosa che avviene lentamente e per molto tempo o che ha a che fare con qualcosa di ripetitivo e appunto noioso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Curiosità: 10 oggetti che vedi tutti i giorni ma non sai a cosa servono

Da qui il modo di dire “fa venire il latte alle ginocchia” che, nel tempo, è stato modificato in “fai venire il latte alle ginocchia” modo di dire usato per accusare qualcuno di essere lento, poco attivo o poco sveglio nel modo di agire e di generare pertanto un’incredibile senso di noia e di frustrazione in chi si trova costretto ad assistere senza poter far nulla per velocizzare le cose.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda notizie curiose, detti e proverbi CLICCA QUI!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI