Home Attualità

Recita di Natale sfocia in rissa fra mamme: volevano la prima fila

CONDIVIDI

La recita di Natale si è trasformata in una rissa fra mamme presso una scuola elementare di Gela. Tutte voleva il posto migliore per fare il video con il cellulare.

Gli angioletti erano pronti, così come i pastorelli e gli altri personaggi del presepe. Peccato che quella recita scolastica non ha mai visto il suo compimento.

Già perché nella scuola elementare di contrada “Albani Roccella”, a Gela, un imprevisto assai particolare ha messo il definitivo punto sulla recita di Natale.

Due mamme sono infatti venute alle mani, in competizione per il post migliore da cui riprendere la recita con il proprio smartphone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –>Savona, 18enne si da fuoco: il padre aveva fatto lo stesso nel 2013

Entrambe evidentemente volevano la miglior inquadratura e così hanno deciso di contendersela a suon di pugni, calci e schiaffi.

Se vuoi restare aggiornata su tutte le ultime notizie e curiosità CLICCA QUI!

Recita di Natale finisce in rissa tra mamme

recita natale
Foto da iStock

Tra angioletti piangenti e personaggi del presepe terrorizzati si è conclusa la recita di Natale più chiacchierata del momento.

Artefici della secondaria recita che poi ha preso il sopravvento due madri, aiutate poi dai rispettivi familiari, che hanno dato vita a una ressa per conquistare i posti migliori da cui riprendere l’evento.

Le altre mamme hanno preso i loro figli e si sono allontanate quanto più velocemente dalla gremita sala teatrale trasformata in ring.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Terrorismo, allarme rosso in Italia: “Dove ci vogliono colpire”

Qualcuno, nel fuggi fuggi generale, ha ben pensato di chiamare la polizia che, intervenuta con due volanti, ha fermato i protagonisti della rissa portandoli in commissariato dove sono stati identificati e deferiti alla magistratura.

C’è stato però anche chi ha ripreso i fatti, pubblicando poi i video sui social e dando ancora maggior eco a questo scabroso episodio che certo non può esser apostrofato in altro modo se non con un sonoro “deplorevole”.

I medesimi video sono stati acquisiti agli atti delle indagini per identificare altri partecipanti alla rissa. La storia forse non finisce qui, alla faccia dello spirito del Natale.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI