Home Ricette

Come cucinare patate croccanti fuori e morbide dentro in soli due passaggi

CONDIVIDI

Patate croccanti fuori e morbide dentro: a volte sembra impossibile, ma si possono cucinare in soli due passaggi!

Quante volte abbiamo provato a preparare in casa patate croccanti fuori e morbide dentro proprio come al ristorante, ma non siamo riuscite nell’impresa? In realtà basta seguire pochi, semplici consigli per avere delle patatine fritte perfette.

La tecnica per ottenere delle appetitose patate croccanti fuori e morbide dentro si chiama tecnica del broast e prevede due soli passaggi. Il risultato sarà una porzione di patatine fritte perfette, proprio come al ristorante! Ecco perché conviene abbondare nelle quantità… Una tira l’altra e non bastano mai!

La cottura con la tecnica del broast prevede la combinazione di due tipi di cottura: la pentola a pressione e la frittura. La prima garantisce la morbidezza all’interno, mentre la seconda rende l’esterno croccante e dorato. Ecco perché, in soli due semplici passaggi, le nostre patate fritte saranno assolutamente perfette.

Vuoi essere sempre aggiornata su ricette e consigli utili per la cucina, il benessere e il mangiare sano e gustoso? Allora >>> CLICCA QUI

Patate croccanti fuori e morbide dentro: ricetta e procedimento

Fonte: iStock

Vediamo come preparare delle gustosissime patate croccanti fuori e morbide dentro, da mangiare calde e in soli due passaggi.

Per circa 500g di patate bisogna calcolare un cucchiaino di sale grosso, un pizzico di bicarbonato di sodio, 250 ml di acqua fredda, olio per frittura e sale q.b.

Per prima cosa, sbucciare e affettare le patate (a spicchi o a listarelle piuttosto spesse), poi asciugarle accuratamente con un foglio di carta da cucina.

Leggi anche >>> Dieta delle patate: per perdere fino a 5 kg in 3 giorni

A questo punto possiamo preparare la pentola a pressione: versiamo l’acqua fredda nel recipiente, aggiungiamo il sale grosso e il bicarbonato di sodio e mescoliamo per farli sciogliere bene.
Sistemiamo le patate sulla vaporiera e lasciamole cuocere avendo cura di mantenerle su un unico strato uniforme, senza ammassarle troppo per non fargli perdere croccantezza.

Chiudiamo la pentola a pressione e cuociamo le patate per circa un minuto o due, poi solleviamo il coperchio e il cestello e tamponiamo nuovamente le patate con della carta da cucina: le patate dovrebbero risultare leggermente appiccicose al tatto.

Iniziamo quindi con il secondo e ultimo passaggio della nostra ricetta per ottenere patate croccanti fuori e morbide dentro: la frittura!
La temperatura ideale dell’olio è di 180°. Anche in questo caso dobbiamo creare un unico strato di patate, avendo cura di non esagerare con le quantità per evitare che diventino mollicce.

La frittura deve durare in tutto due o tre minuti al massimo, avendo cura di girare le patate dopo circa un minuto, quando iniziano a diventare dorate. Infine, scoliamo l’olio in eccesso: al posto della carta, utilizziamo una griglia da forno appoggiata su una teglia, appoggiamo le nostre patate e infine aggiustiamo di sale e pepe (o di qualsiasi spezia a piacere) prima di servirle ben calde.

Leggi anche >>> Patate al forno: 5 errori da non fare

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI