Home Dieta e Alimentazione

Dieta delle patate: per perdere fino a 5 kg in 3 giorni

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopriamo i pro e i contro della famosa dieta delle patate.

Proseguiamo il nostro viaggio attraverso le diete più conosciute del web e affrontiamo quella delle patate, un regime che promette di far perdere fino 5 kg in soli 3 giorni e tutto mangiando prevalentemente patate. Una dieta chiaramente ipocalorica che fa uso dell’amido contenuto delle patate per assicurare un potere saziante in grado di tenere su nonostante l’introito di cibo piuttosto limitato. Un regime alimentare che va seguito per tre giorni ma che può nascondere diverse insidie che affronteremo in questo articolo, esplorando il menu e cercando di capire quanto è utile seguire questa dieta e, soprattutto, chi può farlo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’anguria: fino a 5 kg in meno in una settimana

Dieta delle patate: menu, pro e contro di una delle diete più famose

Fonte: Istock

Le amanti delle patate, prima o poi, finiscono sempre con l’avvicinarsi a questa dieta che promette di far perdere peso mangiando prevalentemente uno degli ortaggi più amati di tutti i tempi. La verità, però, è che i modi per consumare le patate all’interno di un regime ipocalorico non sono tanti come potrebbe sembrare. Sono infatti da dimenticare le patate fritte, quelle rese più saporite tramite l’uso del sale o quelle presenti in sformati arricchiti con formaggi e condimenti vari.
In questa dieta le patate vanno consumate in modo semplice, quasi senza sale e senza accompagnamenti vari. Ma andiamo a vedere come è articolato il menu dei tre giorni.

Lunedì
Colazione: Uno yogurt magro
Pranzo: Due patate bollite senza sale ed un vasetto di yogurt magro
Cena: Una patata bollita senza sale ed 200 gr di yogurt magro

Martedì
Colazione: Una patata bollita senza sale ed uno yogurt magro
Pranzo: Due patate arrostite senza sale e 100 gr di yogurt magro
Cena: Pure di patate realizzato con sole patate bollite e schiacciate e con l’aggiunta di uno yogurt magro

Mercoledì
Colazione: Una patata bollita
Pranzo: Due patate bollite senza sale ed un vasetto di yogurt magro
Cena: 300 gr di yogurt magro

Come si evince dal menu questa dieta è quasi un mini digiuno dove gli unici alimenti sono patate e yogurt, una combinazione non casuale e voluta perché ai carboidrati della patata si uniscono le proteine (seppur esigue) dello yogurt.

Pro e contro di questa dieta

Per prima cosa c’è da considerare il basso apporto calorico di quest’alimentazione che, seppur per tre soli giorni, può rappresentare un problema per una persona mediamente attiva. Per via della presenza quasi esclusiva delle patate, inoltre, persone con diabete o altre patologie dovrebbero evitarla o consultare il proprio medico curante prima di iniziarla.
Va inoltre considerato che la perdita di peso avviene per l’estrema restrizione calorica e che per questo motivo i kg persi potrebbero essere ripresi una volta ripristinata una normale alimentazione. Per questi motivi è più opportuno un approccio più lento ma improntato sul benessere e dai risultati che possano mantenersi nel tempo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’astronauta: pro e contro e menu settimanale

Come sempre, consultarsi con un buon nutrizionista è la soluzione migliore per assicurarsi una perdita di peso adeguata ai propri bisogni e che non vada a gravare sul proprio benessere.