Home Pelle

Scrub corpo: come fare, quale scegliere, perché farlo anche in inverno

CONDIVIDI

Lo scrub corpo è un alleato di bellezza fondamentale per la pelle, da non trascurare nemmeno con l’arrivo del freddo

Con l’arrivo della stagione invernale il corpo è sempre ben coperto da abiti pesanti e a volte tendiamo a trascurare la cura della pelle, a cui siamo abituate a fare attenzione soprattutto in estate, quando gli abiti corti, scollati e leggeri ci ricordano di fare regolarmente lo scrub.

In realtà, lo scrub corpo è un rito fondamentale per la salute e la bellezza della nostra pelle e non andrebbe mai trascurato, a maggior ragione nella fredda stagione invernale.
Il freddo, infatti, aumenta la tendenza della pelle a disidratarsi. Lo sfregamento con i pesanti vestiti invernali, inoltre, aumenta la tendenza a screpolamenti e desquamazione della pelle.

In più, spesso e volentieri i tessuti che tendiamo ad utilizzare in inverno (come ad esempio la lana o le fibre tecniche sintetiche) possono causare maggiore sensibilità e irritazioni della pelle. Il risultato di tutto questo è che la pelle del corpo risulta spenta e poco luminosa.

Scrub corpo: come funziona l’esfoliazione

pasta all'acqua
iStock Photo

Il primo passo da fare quando si parla di ripristinare la naturale bellezza e luminosità della pelle è lo scrub corpo: grazie ad una buona esfoliazione si facilita il ricambio cellulare e la pelle risulta più ossigenata, liscia e luminosa.

Grazie al rito dello scrub, la pelle del corpo viene liberata dal suo strato cutaneo più superficiale, eliminando le cellule morte: in questo modo si spiana la strada al naturale processo di ricambio cellulare.

Un regolare scrub corpo, effettuato una volta ogni settimana o dieci giorni al massimo, consente alla pelle di evitare macchie, arrossamenti, inspessimenti. Inoltre, una pelle ben esfoliata è pronta ad assorbire al meglio le proprietà nutrienti di olii e creme idratanti.

Scrub corpo: come scegliere quello giusto per te

Gli scrub corpo in commercio si adattano alle esigenze di ogni tipo di pelle: in generale, tutti gli scrub si compongono di una parte solida (granuli o cristalli) e una parte liquida, generalmente composta da un olio vegetale.

Per restare sempre aggiornata su tutte le novità in materia di salute e bellezza della pelle >>> CLICCA QUI

Se la pelle è secca, può essere utile una formula che contenga aloe vera, adatta anche in caso di tendenza agli arrossamenti.
Se vogliamo uno scrub corpo emolliente, possiamo puntare su prodotti a base di miele o glicerina naturale.

Uno scrub corpo anti – età è invece quello che contiene ingredienti come l’olio di argan, jojoba o cocco.
Per un’azione detox, ad esempio dopo una giornata all’aperto, si può scegliere uno scrub corpo a base di acidi della frutta e olio di ginepro.

Scrub corpo, i consigli utili

iStock Photo

Alcuni consigli utili da non dimenticare: la grandezza dei granuli va scelta in base alla delicatezza delle aree da trattare. I granuli più piccoli sono adatti a zone delicate come inguine o ascelle, mentre per le zone più ruvide come gomiti e ginocchia si può optare per uno scrub corpo dai grani più spessi.

Lo scrub corpo va applicato sempre sulla pelle umida, non bagnata, per evitare che i granuli si sciolgano a contatto con l’acqua. Infine, non bisogna esagerare con la frequenza: lo scrub corpo va fatto in media una volta alla settimana, o anche ogni 10 giorni in caso di pelli sensibili.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI