Home Dieta e Alimentazione

Perdi peso con la pasta di legumi

CONDIVIDI

Scopri come dimagrire mangiando un tipo di pasta diverso dal solito ma ricco in gusto.

Oggi torniamo a parlare di pasta, spostandoci su un settore ancora poco conosciuto ma di sicuro interesse per chi pur amando la pasta sa di non poterla mangiare ogni giorno. Seppur presentata nel modo corretto la pasta si rilevi un alimento in grado di essere consumato anche ogni giorno, proprio come visto con la dieta a base di pasta e legumi, ci sono persone che per motivi particolari non possono consumarla così di frequente, trovandosi costrette a cercare delle alternative in grado di soddisfarle. A volte il problema può essere un’intolleranza al glutine e l’impossibilità di mangiare sempre e solo i prodotti adatti al caso, altre un diabete difficile da tenere a bada e altre ancora un’insulino resistenza che pur potendo essere controllata con un’alimentazione bilanciata, prevede l’alternanza di vari alimenti ed un consumo minore della classica pasta bianca.
Cosa fare in questi casi? Se la pasta integrale non piace, ci sono valide alternative che consentono di mangiare ogni giorno un buon piatto di pasta e tra queste la più nota e diffusa degli ultimi tempi è, senza alcun dubbio, la pasta di legumi. Si tratta di normale pasta realizzata mescolando della farina di frumento con ceci, fagioli, lenticchie, etc… In questo modo, l’apporto di carboidrati scende almeno della metà, offrendo le fibre dei legumi e tutte le loro proprietà, perfette per chi desidera mantenere uno stile di vita sano, riuscendo a smaltire anche qualche chilo di troppo.
Anche le calorie, infatti, calano notevolmente, consentendo di ottenere un primo piatto ipocalorico e comunque bello da vedere e buono da gustare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La fantastica dieta della zucca: perdi peso senza rinunciare al gusto

Pasta di legumi, proprietà e come trovarla

pasta di legumi
Fonte: Istock

Ricca di vitamine e sali minerali, la pasta di legumi, aiuta a raggiungere in fretta il senso di sazietà e tutto senza innalzamenti improvvisi della glicemia e con un introito calorico limitato. Questa pasta si rivela utile anche per chi ha problemi di stipsi. Grazie al grande apporto di fibre, infatti, aiuta l’intestino a mettersi in moto.
Ovviamente, ogni tipo di pasta ha delle funzioni specifiche che variano in base al tipo di legumi presenti. Quella di ceci, per esempio, aiuta la circolazione, quella di piselli stimola il metabolismo, quella di lenticchie rafforza il sistema immunitario e quella di fagioli aiuta a bruciare i grassi.
Ormai presenti nei super mercati e nei negozi biologici, questi tipi di pasta si possono trovare nei formati classici come spaghetti, farfalle, fusilli o ditali e hanno la particolarità di mescolare tra loro vari ingredienti, presentandosi così in modi sempre diversi e in grado di non stancare il palato.
Per prepararla basta seguire le istruzioni scritte sulla confezione e che non differiscono molto da quelle di una pasta comune. A variare, di solito, è il tempo di cottura che può andare dai 4 ai 10 minuti, in base al tipo di legume presente.

Menu d’esempio per inserire la pasta a base di legumi nella propria alimentazione

Colazione

  • Una tazza di latte parzialmente scremato (o di latte vegetale purché senza zucchero) e 30 grammi di cereali integrali
  • Una tazza di tè verde senza zucchero e tre fette biscottate con un cucchiaino di miele
  • Un caffè macchiato senza zucchero con un piccolo toast

Spuntino

  • Uno yogurt magro senza zucchero
  • Un frutto di stagione
  • Una tazza di tè senza zucchero e due biscotti integrali

Pranzo

  • 50 grammi di pasta di ceci con una porzione di tonno al naturale e mezzo scalogno, da condire con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. A seguire una piccola mela
  • 50 grammi di pasta di lenticchie con pomodoro e cipolla da condire con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. A seguire un uovo sodo.
  • 50 grammi di pasta di fagioli con verdure di stagione, condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. A seguire, un’insalata mista e una fettina di pollo condite con gocce di limone e poco aceto di mela

Merenda

  • Uno yogurt greco senza zucchero con mezza mela e una spolverata di cannella
  • Un uovo sodo
  • Un succo d’arancia senza zucchero e 20 grammi di parmigiano

Cena

  • Una porzione di formaggio magro, 200 grammi di zucca al forno e 30 grammi di pane integrale. Una mela
  • 120 grammi di salmone e spadellata di zucchine e melanzane condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. A seguire una piccola macedonia di frutta
  • 100 grammi di pollo (o una porzione di seitan o di tofu al naturale) e verdure di stagione grigliate e condite con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva. A seguire un frutto di stagione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Perdi peso con la dieta autunnale

Pro e contro della pasta di legumi

pasta di legumi
Fonte: Istock

Questo tipo di pasta può essere introdotto all’interno di un’alimentazione bilanciata o in una dieta volta a far perdere due o tre chili di troppo. Ciò nonostante, prima di consumarla è giusto accertarsi di non avere problemi con i legumi e di mangiarli abitualmente. In caso contrario è sempre meglio chiedere un parere al proprio medico curante, in quanto certe persone possono tollerare male l’aumento improvviso di fibre. Allo stesso modo chi è intollerante al glutine dovrà prestare attenzione agli ingredienti della pasta, accertandosi che non ci sia grano o altri ingredienti contenenti glutine. Soggetti allergici al nichel che stanno seguendo una dieta disintossicante dovrebbero astenersi in quanto i legumi contengono nichel. Prima di introdurli, quindi, è sempre meglio parlare con il proprio allergologo di fiducia.
Come sempre, se l’obiettivo è quello di perdere più di un paio di chili, è meglio rivolgersi ad una nutrizionista in modo da non rischiare di andare incontro a carenze alimentari e di raggiungere il giusto obiettivo nei tempi più adati al proprio organismo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI