Home Tatuaggi

Medici tatuati, promossi a pieni voti

CONDIVIDI
medico con tatuaggi
Fonte: Istock

Una recente ricerca ha dimostrato che i tatuaggi sono visti come qualcosa di normale, anche sul personale medico.

Quando si parla di tatuaggi, si rischia sempre di sforare in sentieri ancora pericolosi. Seppur negli ultimi anni ci sia stato un vero e proprio boom tanto da spingere sempre più a adulti a ricorrere alla scelta di tatuarsi, i pregiudizi che per anni hanno circondato questo argomento, ogni tanto, riemergono lasciando nell’aria diversi dubbi. Uno tra quelli fino a ieri più discussi riguardava la presenza di tatuaggi in persone che ricoprono diversi ruoli per i quali devono necessariamente conquistarsi la fiducia degli altri. Un esempio pratico sono i medici o gli infermieri che ogni giorno hanno a che fare con pazienti di ogni tipo, spesso spaventati da possibili problemi di salute e quindi più suscettibili di altri. A tal proposito, quindi, è stata svolta di recente una ricerca per scoprire se la presenza di tatuaggi nel personale medico creava dei problemi ai pazienti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tatuaggi minimal: perché si fanno

Medici tatuati? I pazienti sembrano non avere alcun problema a riguardo

medico con tatuaggi
Fonte: Istock

Lo studio è stato svolto in America e ha coinvolto sette medici del centro traumatologico della Pennsylvania che hanno acconsentito ad “indossare” piercing e tatuaggi finti.
Dopo le varie visite, sono stati intervistati circa 1000 adulti, che sono stati portati a rispondere sulla professionalità, la competenza e l’affidabilità dei dottori. I pazienti, indipendentemente da quale medico erano stati visitati (se tatuato o non) hanno sempre dato dei pareri positivi su tutti i punti indicati, dimostrando di non aver dato alcun peso sulla presenza di tatuaggi.
Un risultato ben diverso da un’altra ricerca condotta solo un paio di anni prima e svolta tramite questionario, dalla quale era emerso che i pazienti preferivano medici dall’aspetto tradizionale.
Questo nuovo risultato, che ad oggi, è stato quindi positivo, potrebbe cambiare le cose e, sebbene negli ospedali non sia ancora possibile sfoggiare tatuaggi o piercing, la possibilità che questa regola cambi in un futuro abbastanza prossimo è sempre più reale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tatuaggi con scritte, sempre più di tendenza

Dopotutto i tatuaggi stanno diventando così comuni che presto sarà molto più strano non averne piuttosto che il contrario. I futuri medici amandi del mondo dei tattoo, quindi, possono iniziare a sperare di poter effettuare dei tatuaggi anche in parti del corpo più visibili.