Home Dieta e Alimentazione

Dieta dei frutti di bosco: perdi fino a 3 kg in 5 giorni

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopri come perdere fino a 3 kg con la dieta dei frutti di bosco.

Quando si è a dieta, la voglia di mangiare qualcosa di buono è sempre dietro l’angolo e pronta a fronteggiare anche il desiderio più sfrenato di perdere rapidamente i chili in eccesso. Mangiare qualcosa di buono, infatti, fa bene all’umore, aiuta a riprendersi da una giornata pesante e fa sentire meglio almeno per il tempo del pasto, quello che precede gli inevitabili sensi di colpa.
Per fortuna, esistono cibi che a differenza di altri sono buoni senza gravare sulla linea ma arrivando addirittura a favorirla. Tra questi ci sono quelli offerti dalla natura, ovvero i frutti che in questo periodo sono tanti e vari e riescono a donare freschezza e allegria grazie ai loro sapori e ai colori che li caratterizzano. E proprio parlando di colori, dopo aver visto la dieta dell’anguria e quella delle albicocche, oggi scopriremo insieme i benefici di un’alimentazione dove l’alimento chiave sono i frutti di bosco. Frutti piccoli, ricchi di sapore e di colore che, oltre a rendere più gioioso ogni pasto, apportano diversi benefici al nostro organismo, aiutandolo anche a sbarazzarsi dei chili di troppo.
I frutti di bosco, infatti, sono noti per apportare una buona dose di antocianine, tannini e vitamine (A, B e C). Inoltre proteggono la circolazione, aiutando a sentire le gambe più leggere e ad evitare la comparsa delle varici. Inserirli in modo regolare all’interno della propria alimentazione contribuisce il riequilibrio della flora batterica, indispensabile per un corretto funzionamento dell’organismo e per il raggiungimento di una buona forma fisica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta anti caldo: come restare in forma combattendo l’afa

Menu della dieta dei frutti di bosco

Fonte: Istock

La dieta dei frutti di bosco nasce come una dieta lampo. Della durata di solo 5 giorni ha infatti l’obiettivo di far perdere fino a 3 kg di grasso, il tutto senza far pesare troppo l’alimentazione più ristretta e dando quel senso di dolcezza che solitamente viene a mancare in molte diete. Vediamo quindi un menu indicativo per cinque giorni di dieta.

Primo giorno
Colazione: Un frappé realizzato con 150 gr di latte parzialmente scremato o di tipo vegetale e 150 gr di mirtilli
Spuntino: Una ciotola con 250 gr di frutti di bosco
Pranzo: 60 gr di insalata di pasta realizzata con pasta integrale, verdure di stagione cotte in padella e 20 gr di formaggio light a cubetti, il tutto condito con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva.
Merenda: Una mela
Cena: 200 gr di pesce bianco alla griglia con contorno di fagiolini e cipolle conditi con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Secondo giorno
Colazione: Una tazza di tè verde senza zucchero e 150 gr di yogurt greco con frutti di bosco
Spuntino: Frullato di frutti di bosco senza zucchero
Pranzo: 60 gr di riso (meglio se integrale) al limone condito con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e 10 gr di parmigiano
Merenda: Una piccola macedonia di frutta mista e frutti di bosco
Cena: 120 gr di pollo alla griglia e insalata mista con pomodori e cetrioli, condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Terzo giorno
Colazione: Un bicchiere di latte vegetale senza zucchero e una ciotola di frutti di bosco
Spuntino: Una mela
Pranzo: Zuppa di ceci o di lenticchie con cipolle e una patata piccola condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Frullato con 200 gr di mirtilli
Cena: Una porzione di formaggio magro con insalata mista di verdure condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Quarto giorno
Colazione: Una tazza di tè verde senza zucchero e 3 fette biscottate integrali con marmellata ai frutti di bosco (o di mirtilli) senza zuccheri aggiunti
Spuntino: Uno yogurt magro senza zucchero
Pranzo: 60 gr di risotto integrale con piselli, condito 10 gr di parmigiano e con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Una coppa di frutti di bosco
Cena: 120 gr di pollo alla griglia da accompagnare con verdure di stagione grigliate e condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Quinto giorno
Colazione: Un frappé realizzato con 150 gr di latte parzialmente scremato o di tipo vegetale e 150 gr di mirtilli
Spuntino: Una mela
Pranzo: 60 gr di pasta integrale con tonno e formaggio magro (tipo Philadelphia), condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Uno yogurt magro senza zucchero con una manciata di mirtilli
Cena: 240 gr grammi di pesce bianco alla griglia con insalata mista, condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Indicazioni per gestire al meglio la dieta

Come condimenti, oltre quelli indicati, possono essere usati aceto di mele, di vino e di riso. Il sale va usato con moderazione e sostituito il più possibile con altre spezie.
Durante la dieta vanno bevuti almeno due litri di acqua naturale. Durante il giorno possono essere bevuti tè verde e tisane, purché non zuccherati.
È consigliabile fare un po’ di attività fisica. Chi non è allenato potrà optare per una camminata di circa 20 minuti da fare almeno tre volte a settimana. Chi va già in palestra, invece, potrà continuare con i soliti allenamenti, prestando attenzione al fatto che questa dieta è decisamente ipocalorica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta post abbuffata: come comportarsi e cosa mangiare

Pro e contro della dieta dei frutti di bosco

Fonte: Istock

Questa dieta, come è facile intuire da una prima lettura del piano previsto per i cinque giorni, non è ben bilanciata, proponendo pasti spesso mancanti di tutti i macro nutrienti che, però, sono sempre previsti all’interno della giornata. I grassi si mantengono molto bassi, cosa che rende questo regime alimentare adatto per essere seguito solo ed esclusivamente per i cinque giorni previsti. Seguire questa dieta per più giorni, infatti, porterebbe a carenze alimentari e ad un abbassamento del metabolismo basale, indispensabile per una buona forma fisica.