Home Attualità

Charlie Hebdo e la vignetta “Italie Merde”: è una bufala!

CONDIVIDI
Charlie Hebdo (Getty Images)

Gira in rete una presunta vignetta di Charlie Hebdo che reciterebbe “Italie Merde”: si tratta di una bufala

Charlie Hebdo torna all’attacco? Niente di più falso. In queste ore circola una vignetta attribuita al famoso giornale satirico francese, diventato noto ai più quando, qualche anno fa, dei terroristi entrarono nella loro redazione e fecero una strage. All’epoca ci fu un grande trasporto social per le vittime di quella terribile strage, con il motto “Je suis Charlie” che girò sulle bacheche di tantissimi utenti Facebook, impegnati in quel modo a difendere la libertà di satira. Poi però la verità si è rivelata differente, e quando la satira ha iniziato a colpire l’Italia o argomenti un po’ più “sensibili” il famoso Je Suis Charlie è stato rinnegato da molti, che si sono invece scagliati contro la redazione per vignette che spesso hanno suscitato scandalo, non sono state apprezzate o, in qualche caso, non sono state capite.

Oppure ancora, come in questo caso, sono clamorosi fake che scatenano su Charlie Hebdo bufere che non dipendono neppure dalla loro volontà. Perché la vignetta che sta girando in queste ore, che recita testualmente “Italie Merde“, non è stata fatta dal giornale satirico francese ma di qualcuno che aveva voglia di diffondere un altro po’ di odio fra popoli. Come se ce ne fosse ancora bisogno.

Leggi anche  —– > Charlie Hebdo: le vignette della vergogna sul terremoto

VIDEO NEWSLETTER

La bufala sulla presunta vignetta di Charlie Hebdo: non ci cascate!

Charlie Hebdo
La presunta vignetta di Charlie Hebdo

Sta facendo discutere tantissimo questa presunta vignetta di Charlie Hebdo, che ha subito raccolto tantissima indignazione sui social. Peccato che sia un’enorme bufala e che – grazie al sito Bufale.net – apprendiamo essere un fake lanciato per generare un altro po’ di tensione fra Italia e Francia, in un momento già piuttosto complicato nelle relazioni internazionali.

Secondo chi ha diffuso la vignetta fasulla, la redazione di Charlie Hebdo avrebbe preso posizione contro le decisioni del Governo italiano in materia di immigrazione, un tema molto caldo in questi giorni e quindi facile da cavalcare. Ma la vignetta non risulta nell’archivio del giornale e per di più è già girata diverso tempo fa, sempre come bufala, e anche in quel caso furono in tanti a condividerla con messaggi di odio contro il giornale satirico. Non ci cascate!