Home Gossip

Angelina Jolie: custodia dei figli a rischio

CONDIVIDI

Angelina Jolie rischia di perdere la custodia esclusiva dei figli. A stabilirlo è stato il tribunale.

Sembra non esserci pace per Angelina Jolie la cui serenità è costantemente minacciata dal rischio di non poter stare con i propri figli. Dopo aver rischiato di doverli lasciare a casa durante le riprese di Maleficent 2 (che si tengono a Londra), l’attrice si trova a dover affrontare un nuovo scoglio, quello della custodia congiunta con l’ex marito, Brad Pitt.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Angelina Jolie, età, peso, carriera e amori

Angelina Jolie e le nuove regole per la custodia dei figli

angelina jolie
instagram.com/angelinajolieofficial

A stabilirlo è stato il tribunale che, dopo aver redatto un piano dettagliato secondo con giorni e orari in cui i figli potranno stare con Brad Pitt, ha reso noto che se l’attrice non favorirà il rapporto tra padre e figli, la sua custodia esclusiva potrebbe essere revocata.
In questi due anni, infatti, la Jolie si è battuta affinché i figli non passassero del tempo con il padre, accusato di non essere affidabile per via dei suoi recenti trascorsi con alcol e droga.
Per il tribunale, però, questo atteggiamento ha portato ad un’alienazione parentale che ha spinto le autorità ad intervenire imponendo all’attrice di dare i numeri di telefono dei figli a Brad Pitt e di consentirgli di passare con loro tot ore al giorno.
L’attore, che si è trasferito in Gran Bretagna per star loro vicino, dovrà sottoporsi a dei controlli a sorpresa anti droga e a consulti psicologici con e senza figli. Inoltre per tutta l’estate avrà un calendario di incontri con ognuno di loro che andrà rispettato meticolosamente. L’unico a non farne parte è Maddox, il più grande, che ad ormai 16 anni è stato considerato abbastanza grande per decidere da solo se e quanto vedere il padre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Angelina Jolie, le parole dell’ex marito Billy Bob Tornthon

Dopo due anni di battaglie legali, i due ex coniugi si trovano quindi costretti a scendere a patti per la custodia dei figli, visto che una volta entrato in campo il tribunale le possibilità di scelta si sono drasticamente ridotte. Chissà che con l’estate pianificata i due non riescano ad andare d’accordo, trovando un nuovo punto di incontro che faciliti le cose per il prossimo futuro.