Home Attualità

Emergenza migranti, bloccata nave Diciotti: nuovo caso Aquarius?

CONDIVIDI
migranti
I migranti sulla nave Diciotti (Getty Images)

Un nuovo caso Aquarius? La nave Diciotti ha 523 migranti a bordo e “attende indicazioni” su dove approdare

Sembra proprio non arrestarsi la task force del governo sulla questione migranti. Dopo l’enorme caso Aquarius, che ha tenuto l’opinione pubblica incollata sull’emergenza migranti per lunghissimi giorni, potrebbe verificarsi subito un nuovo caso analogo. In queste ore tocca alla nave Diciotti della Guardia Costiera italiana, che ha a bordo 523 migranti salvati nei giorni scorsi da alcune navi commerciali al largo della Libia. In questo momento la nave si trova al largo delle coste di Malta e sta attendendo ordini su come procedere. La Diciotti ha concluso proprio ieri il trasferimento di 42 migranti che erano a bordo di Trenton, la nave statunitense che aveva soccorso questo gommone capovoltosi a 20 miglia dalle coste libiche. Un naufragio avvenuto il 12 giugno e costato la vita a 12 persone. Ormai è passata una settimana da quando si è ribaltato il gommone, e l’Italia aveva annunciato che quelle 42 persone sarebbero stati accolti. Ma adesso a bordo della Diciotti sono in 523, e probabilmente per questo motivo si è creata una fase di stallo che tutti aspettano di sapere come si risolverà.

LEGGI ANCHE — > Melania Trump contro le politiche di immigrazione del presidente USA

Nave Diciotti con 523 migranti: dove sbarcherà?

migranti
I migranti sulla nave Diciotti (Getty Images)

I 523 migranti a bordo della nave Diciotti sono in mare da una settimana e ora è il momento di decidere dove sbarcheranno. Ci sono stati soccorsi continui e si è provveduto alle operazioni di sostentamento primario, ma ora si riapre il caso per capire dove far attraccare la nave, che nella mattinata di lunedì era a nord di Malta. Poi è tornata a sud, e ora attende istruzioni su come procedere. “Siamo in fase di stallo, in attesa che il ministero dell’Interno ci dia indicazione del porto in cui dirigere la nave”, spiega la Guardia Costiera di Roma.

Intanto arriva una notizia dalla Spagna: le persone soccorse da Aquarius saranno rispedite a casa dopo che la nave è attraccata a Valencia e chi era a bordo è stato identificato e curato. A bordo di Aquarius ci sono 449 uomini, 80 donne (di cui almeno sette incinte), 89 adolescenti e 11 bambini sotto i 13 anni. Sono 26 i Paesi di provenienza dichiarati dai migranti. Molti sono africani, ma c’è anche chi proviene da Afghanistan, Bangladesh e Pakistan.