Home Dieta e Alimentazione

Dieta Fruit flush: per perdere fino a 3 kg in tre giorni

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Come perdere il peso in eccesso in soli tre giorni grazie alla fruit flush.

Quando si parla di diete, la maggior parte delle persone, desiderano un metodo semplice che non faccia avvertire la fame e che consenta al contempo di sgonfiarsi e di perdere quanti più chili possibili in pochissimo tempo. Un insieme di aspettative non sempre realizzabile, specie se nel tempo si intendono mantenere i risultati senza inutili e rischiosi effetti yo-yo.
Posto che per un corretto dimagrimento è indispensabile imparare a mangiare bene e seguire un’alimentazione corretta e bilanciata per tutta la vita, ci sono quelle situazioni in cui è necessario trovare una soluzione immediata per perdere i due chili presi durante il week end fuori o successivi a un abbuffata non prevista. A volte può essere necessario in vista di un’occasione importante come un matrimonio, una festa di laurea o un week end da passare al mare, altre semplicemente per non sentirsi inutilmente gonfie e per mettere a tacere i sensi di colpa sapendo di star facendo qualcosa di utile per il proprio organismo.
Quale che sia la motivazione, esistono piccoli espedienti della durata di pochi giorni che possono garantire dei buoni risultati, a patto che nel seguirli ci si limiti ai giorni stabiliti e che si mettano in pratica raramente e solo in caso di emergenza. Uno dei più gettonati del momento è la dieta fruit flush, un regime di soli tre giorni che può far perdere da 1 a 3 kg e che, a differenza di quanto potrebbe suggerire il nome, non è una dieta fatta di sola frutta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’aceto di mele, per sgonfiarsi e perdere peso

Dieta Fruit flush, il menu dei tre giorni

Fonte: Istock

La Fruit flush, creata da un famoso coach e nutrizionista di nome Jay Robb, è una delle tante diete lampo che promettono un dimagrimento rapido e senza troppi sforzi. In questi tre giorni, che andremo a vedere più nello specifico, è previsto il consumo di shake proteici (di quelli che si trovano in bustina e pronti da diluire in acqua, possibilmente con proteine del latte o della soia per i vegani), verdure e carni magre da abbinare, ovviamente, a tanta frutta.

Primo giorno
Colazione: Shake proteico
Spuntino: Shake proteico
Pranzo: Shake proteico
Merenda: Shake Proteico
Cena: 150 gr di petto di pollo (i vegetariani potranno consumare la dose equivalente di tofu) con un’insalata condita con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Secondo giorno
Colazione: Una tisana senza zucchero e 200 gr di fragole
Spuntino: Un arancia piccola
Pranzo: Due mele medie
Merenda: Due mandarini
Cena: Uno shake proteico e un’insalata mista con pomodori e 100 gr di avocado, condita con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Terzo giorno
Colazione: Una tisana senza zucchero e 200 gr di melone
Spuntino: 1 kiwi
Pranzo: Due mele medie
Merenda: Una ciotola di mirtilli
Cena: Uno shake proteico e un’insalata mista con funghi e 100 gr di avocado, condita con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Avvertenze: La frutta deve essere biologica e fresca e va mangiata sempre intera e se possibile con la buccia. Vietato quindi frullarla.

Nel corso della giornata si devono bere circa 12 bicchieri d’acqua, compresa quella degli shake proteici. Tè o caffè vanno evitati e con essi anche le bibite senza zuccheri, fatta eccezione per le tisane della colazione. Nei tre giorni di dieta è consigliabile con fare sport ma riposare il più possibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta del gelato, per perdere 2 kg in 7 giorni

Pro e contro della dieta

Fonte: Istock

Sebbene a detta del suo ideatore questa dieta non porti eccessi di zuccheri neppure nei giorni di abbondante frutta, chi ha patologie specifiche o soffre di diabete dovrebbe sentire il proprio medico curante prima di iniziarla. Un consiglio sempre valido anche per chi è in buona salute.
Detto ciò, vista la presenza di proteine e di grassi buoni da assumere nel corso della giornata, questa dieta se seguita per soli tre giorni e di rado, non è necessariamente negativa e questo nonostante non sia bilanciata né tanto meno ricca di tutti i nutrienti necessari al nostro organismo.
La modulazione dei cibi le consente però di poter essere seguita come un regime detox da preferire al digiuno o alla restrizione calorica fai da te.
Ovviamente prima di far uso di shake proteici è meglio sentire il proprio medico curante al fine di evitare inutili complicazioni.
Una volta terminati i tre giorni va ripresa un’alimentazione sana e bilanciata. Se prima si era soliti mangiare in modo sregolato, è consigliabile sentire un nutrizionista in modo da imparare a mangiare in modo corretto al fine di non riprendere i chili persi.
Infine, la fruit flush è pensata per chi deve smaltire due o tre chili di troppo che solitamente sono fatti anche di molti liquidi. Chi deve perdere più peso dovrebbe affidarsi ad un nutrizionista in grado di stilare una dieta più lunga e completa di tutti gli alimenti necessari per dimagrire in modo sano, senza sentire la fame e, soprattutto, senza procurare danni al metabolismo o all’organismo.