Home Attualità

Pesce d’Aprile: la leggenda più accreditata

CONDIVIDI

pesce d'aprilePesce d’Aprile: scopriamo le origini ed il perché di questa strana usanza.

Oggi, oltre ad essere Pasqua ricorre una giornata che per alcuni è quasi speciale. Si tratta del primo di Aprile che significa anche “Pesce d’Aprile”. In questa giornata è infatti più che normale ricevere scherzi da amici e conoscenti. Tranelli o burle scherzose che terminano rigorosamente con la tipica frase “Pesce d’Aprile” e che fanno sorridere molti e storcere il naso ad alcuni. Una ricorrenza così famosa da essere ormai in uso anche tra aziende e siti internet, il tutto per una giornata all’insegna del credo e non credo e dove essere seri diventa particolarmente difficile.
Ma quali sono le origini di questa festa e perché si chiama in questo modo? Oggi proveremo a “smascherare” il fantomatico pesce d’Aprile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Video ricetta: crostata con le fragole, pesce d’Aprile

Pesce d’Aprile tra mito e leggenda

pesce d'aprileCome spesso accade quando si cerca di risalire alle origini di qualcosa in uso da tempo, è difficile risalire ad una verità assoluta e si finisce invece con l’imbattersi in una serie di ipotesi e leggende.
Il Pesce d’Aprile in questo caso non fa eccezione anche se, rispetto ad altre ricorrenze come, ad esempio il famoso San Valentino, vanta un passato un po’ più preciso.
Si pensa infatti che si tratti dei festeggiamenti del Capodanno antico che un tempo veniva celebrato intorno al 25 Marzo, protraendosi per circa una settimana alla fine della quale si terminava con banchetti e doni. Quando il Capodanno fu spostato al 1 Gennaio, molti non gradirono il cambiamento e per “vendicarsi” continuarono a festeggiare in segreto l’antico Capodanno, confinandolo al suo ultimo giorno che solitamente cadeva il 1 di Aprile. Nella nuova versione furono inserite feste fantasma unite a scherzi che vennero etichettati come Pesci d’Aprile in quanto ci si trova nel periodo in cui il sole lascia appunto il segno zodiacale dei pesci.
Non mancano poi altre leggende, diverse, anche filo cristiane e legate alla morte di Gesù e al simbolo del pesce usato dai primi cristiani per farsi riconoscere.
Tra le tante, però, quella legata al Capodanno sembra essere, ad oggi, la più accreditata sempre che, ovviamente, non si tratti anche in questo caso di un pesce d’Aprile.